lunedì 31 agosto 2015

Le risposte della memoria

Nisargadatta MaharajVisitatore: Alcuni dicono che l’universo è stato creato. Altri che è sempre esistito e che è in perenne trasformazione. C’è chi dice che è soggetto a leggi eterne e chi ne nega persino la causalità. Alcuni dicono che il mondo è reale, e altri che non esiste affatto.
Maharaj: Di quale mondo stai parlando?
V. Del mondo delle mie percezioni, naturalmente.
M. Il mondo che riesci a percepire è davvero molto piccolo e del tutto personale. Prendilo come un sogno e passaci sopra.
V. Come posso considerarlo un sogno? Un sogno non dura.
M. E quanto durerà il tuo piccolo mondo?

I livelli della mente


Il karma dipende dal controllo,
o dalla mancanza di controllo della mente.”
(Gyalwa Tenzin Gyatso, 14° Dala Lama)

Il termine “emozione” deriva dal latino “emovere” che suggerisce qualcosa che mette in movimento la mente verso un’azione che può risultare positiva o negativa. Per i buddisti il termine emozione indica che qualcosa sta condizionando la mente al fine di farle adottare un certo punto di vista. Perciò il termine emozione non corrisponde ad uno scatto emotivo, perché essi considerano lo scatto di nervi come la manifestazione di emozioni grossolane prodotte da una persona che è triste, arrabbiata o in preda all’agitazione.

C’è una grande differenza tra la psicologia buddista e quella occidentale sul concetto di “emozione”. Infatti, per i buddisti, l’emozione non è dannosa solo perché porta dei danni evidenti ma lo è ancora più perché distorce la percezione della realtà. Un’emozione è distruttiva quando diventa un fattore che oscura o che affligge la mente fino al punto d’impedirle di vedere la realtà per quello che essa è veramente.

Che cos'è la PNEI?

Che cos'è la PNEI?
La psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI) è la scienza che indaga i rapporti fra la psiche, il sistema nervoso, il sistema endocrino ed il sistema immunitario

“Cosa porta una persona a rispondere ad un dato evento con una modalità che, nel tempo, la porterà a soffrire di determinate problematiche sia psicologiche, che fisiche, mentre un altro soggetto recepirà gli stessi stimoli senza riportarne le stesse conseguenze” – mi sono chiesta?

Da tempo la psicologia spiega come reazioni diverse, siano il frutto di specifici tratti genotipici in interazione a tratti fenotipici.

Anche per la Medicina Cinese l’Uomo è il risultato della mescolanza di un “qualcosa” che, pur non essendo definito genetica, include l’energia dei genitori al momento del concepimento del nuovo essere, ma non solo, in quanto anche i movimenti energo-astrali, come pure la situazione in cui l’unione ha luogo: se in tempo di pace piuttosto che di guerra, tra persone innamorate, piuttosto che a seguito di un atto di violenza, ecc…, origina soggetti unici e irripetibili.

Patologie del neurosviluppo, autismo la mia ipotesi…

Da oltre 33 anni da medico mi interesso di patologia ambientale, in particolare di inquinanti; dopo aver passato in rassegna migliaia di lavori disponibili in letteratura e attraverso evidenze scientifiche mi sono convinto del loro ruolo nella patogenesi di moltissime malattie.

Attualmente osserviamo livelli di inquinamento fuori controllo, con ricadute negative sulla salute umana; il problema più importante è l’inquinamento della catena alimentare, umana e animale, l’uso indiscriminato dei pesticidi, erbicidi e tante altre sostanze chimiche in agricoltura hanno contribuito a creare questa situazione. 


E’ la prima volta nella storia, che l’uomo è esposto in maniera massiva a questo tipo di sostanze, estranee all’organismo, e soprattutto non biodegradabili. La IARC lo scorso marzo ha cambiato la classificazione del glifosato da 2b a 2°, cioè da possibilmente cancerogeno, a probabilmente cancerogeno, ha inoltre rivalutato la cancerogenicità di altri composti organofosfati, come diazinon, malathion, parathion, tetraclorvinfos.
Articolo integrale http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/medicina-e-ricerca/2015-06-22/pillole-prevenzione-caso-glifosato-192107.php?uuid=AC5HsqE


Immersi nelle microonde – come difendersi?

Degli effetti che le microonde hanno sulla salute si discute e si scrive da anni, ma la comunità scientifica fatica a prendere posizioni nette, probabilmente perché ormai c’è un’applicazione talmente diffusa e il business è talmente redditizio che si fatica ad affrontare la questione in maniera assolutamente oggettiva e senza pregiudiziali. Per gli stessi motivi, non è scontato che tutti gli studi pubblicati siano esenti da conflitti di interesse. Fatto sta che il principio di precauzione, così come in tanti altri casi, non viene nemmeno lontanamente preso in considerazione.

Immersi nelle microonde
Nelle microonde artificiali siamo immersi giorno e notte: telefoni cellulari (secondo l’International telecommunications union, nel mondo sono attivi 5 miliardi di apparecchi mobili, oltre la metà dei quali utilizzati da bambini o giovani adulti), ripetitori per garantirne il funzionamento, telefoni cordless (2 miliardi nel mondo), tecnologie wireless (cioè che non utilizzano fili ma antenne che diffondono microonde negli ambienti), e poi anche i forni a microonde. Questa esposizione cronica ha indotto numerosi scienziati a studiarne gli effetti sulla salute umana.

Dov'eravamo rimasti? - PODCAST n.7


Allora, a che punto siamo?

Questo è stato un periodo di grandi cambiamenti, fuori e dentro di me. Piccole e grandi cose sono mutate e altrettante sono rimaste esattamente le stesse. Qui dentro e là fuori. Che poi è esattamente lo stesso luogo.

È stato un periodo buio, difficile, che in parte perdura e potrebbe anche farlo per sempre.

Vladimir Putin rappresenta la maggiore sfida per i sostenitori del “Nuovo Ordine Mondiale”


Contrariamente a quello che Darwin sosteneva nelle sue teorie, la Storia o l’Universo ed anche gli esseri umani non sono stati creati senza un senso o senza un proposito. Esiste un “logos” (principio o ragione in greco) nella Storia che può essere compreso da coloro che amano la verità.

In risposta alla nozione che prevale tra i sostenitori del Nuovo Ordine Mondiale (NWO), secondo i quali Putin sarebbe la reincarnazione di Hitler, un dittatore,un aggressore, una brutta copia di James Bond, e che la Russia avrebbe violato il diritto internazionale, Putin ha brillantemente dichiarato:
“Vi invito a pubblicare la mappa del mondo nel vostro giornale e sottolineare tutte le basi militari esistenti degli Stati Uniti in essa. I sommergibili nucleari americani si trovano in allerta permanente di fronte alle coste norvegesi; sono equipaggiati con missili che possono arrivare a Mosca in 17 minuti. Al contrario noi abbiamo smantellato tutte le nostre basi a Cuba già da molto tempo, anche quelle non strategiche. Dunque saremmo noi  quelli denominati aggressori”?
“In quanto a noi (russi), non risulta che ci stiamo allargando in qualsiasi luogo; risulta invece che l’infrastruttura della NATO, inclusa l’infrastruttura militare, si sta muovendo verso le nostre frontiere. Questo sarebbe un atteggiamento di aggressione? Alla fine gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente dal Trattato relativo ai missili antibalistici, che costituiva in gran parte la pietra angolare dell’intero sistema di sicurezza internazionale”. “I radar, le basi ed i sistemi antimissile si trovano nel territorio europeo o nel mare, per esempio nel Mar Mediterraneo ed in Alaska. Abbiamo sostenuto molte volte che tutto questo affossa la sicurezza internazionale. Ritenete che questa sia una dimostrazione del nostro atteggiamento aggressivo”?

Nasce il “Rapid Response Team” per l’informazione europea

 
Un funzionario dell’Unione Europea ha dichiarato che le istituzioni di Bruxelles stanno creando un Team di Risposta Rapida alla (presunta) “propaganda russa”.

Questo Team sarà parte integrante del SEAE (European External  Action Service) e sarà composto da circa una decina di persone — provenienti da alcuni paesi europei — e con la caratteristica di avere tra i propri skills un russo fluente.

Tra i compiti del Team — che entrerà in servizio operativo a partire dal prossimo primo Settembre — vi è quello di monitorare la "propaganda russa" e quello di consigliare le media's company  e le istituzioni nazionali sulle azioni da porre in essere per contrastarla.

La guerra finanziaria di Washington alla Cina: l’eclissi del dollaro

6528323078786260b9d74c8520a2cad299d7dc0d 

I cinesi sono in procinto di eliminare il monopolio del dollaro USA, cedendo le obbligazioni del Tesoro USA, stoccando riserve auree e aprendo banche regionali per distribuire la propria valuta nazionale. Questo darà più facile accesso ai mercati dei capitali, isolando la manipolazione finanziaria di Washington e Wall Street. Temendo l’eclissi di dollaro e sistema di Bretton Woods con l’architettura finanziaria rivale, la risposta degli Stati Uniti è un tentativo di danneggiare i mercati cinesi e rivalutare la valuta cinese. 

La Cina ha risposto attraverso le regole del mercato e quindi con i quantitative easing della propria moneta mantenendo bassi i prezzi dei prodotti industriali cinesi e delle esportazioni. Il quantitative easing di Pechino è una reazione alla manipolazione finanziaria di Washington e Wall Street. Inoltre, Washington non ha mai pensato che i cinesi rispondessero con il dumping dei buoni del tesoro statunitensi. Al posto dell’isteria sull’economia cinese, “il crollo imminente del dollaro dovrebbe avere sempre l’attenzione degli investitori”, avvertiva l’economista Peter Schiff. La voce di Schiff è una dei molti analisti che dicono che i discorsi su una vacillante economia cinese sono esagerati e pessimi.

Impari e dimentichi.

 
Il 31 agosto 1997 Diana Spencer e Dodi Al-Fayed morirono insieme all'autista della loro auto in un ormai famigerato incidente stradale nel tunnel sotto il Ponte de l'Alma a Parigi.
A causa dei suoi comportamenti e del suo grande impegno sociale, oltre alla particolare situazione familiare con il Principe Carlo culminata poi con il divorzio nel 1992, personaggio inviso alla famiglia reale, Lady D si è comunque guadagnata il ruolo di simbolo, osannata e tanto amata dal popolo che lei stessa, se le cose fossero andate per il verso giusto, avrebbe dovuto governare in futuro
Link
Popolo che… se le cose fossero andate per il verso giusto, avrebbe dovuto governare in futuro…
Quale è il “verso giusto? E, dunque, “quale futuro… ti attende”?
Quel “se”, messo davanti a “tutto (futuro)”… indica la compresenza di:
  • un interruttore/scambiatore  (instradamento)
  • di un “deragliatore” (il deragliatore è un meccanismo che permette alle biciclette di usare diversi rapporti di trasmissione e facilitare la pedalata e quindi adattarla alle diverse situazioni del percorsoLink)
  • di uno “scambio/deviatoio” (è un dispositivo ferroviario che congiunge due o più binari, permettendo al materiale rotabile di passare dall'uno all'altro, deviandone la corsaLink).
In un ambito di reale manifesto, sotto al comando unico del Dominio, “il caso non esiste”.
Infatti, troppo tempo è trascorso da una simile instaurazione di potere, per ora poter sostenere decisamente… ogni altra verità, che si discosti dalla possibilità prevista dal Dominio stesso.

Universo olografico e fine della località

 
Nel 1982, e a tutti noi sembrerà una news, che l’ equipe di ricerca ordinata dal fisico Alain Aspect, direttore francese del CNRS (Centre National de la Recherche Scientifique), effettua uno dei più importanti esperimenti della storia. Il team scoprì che sottoponendo a determinate condizioni delle particelle subatomiche come gli elettroni, esse sono capaci di comunicare istantaneamente l’un l’altra a prescindere dalla distanza che le separa, sia che si tratti di un millimetro, che di diversi miliardi di chilometri.

Questo fenomeno portò a due tipi di spiegazioni: o la teoria di Einstein (che esclude la possibilità di comunicazioni più veloci della luce) è da considerarsi errata, oppure più possibilmente le particelle subatomiche sono connesse non-localmente: esiste qualcosa di non tangibile e visibile che mantiene collegati gli atomi a prescindere dallo spazio (e quindi anche dal tempo?).

ATTIVISMO QUANTISTICO


Sviluppare nuove idee per aiutare le persone ad avvicinarsi verso la scoperta di un nuovo paradigma e verso l’evoluzione di una nuova visione del mondo. - Amit Goswami.
Nella fisica quantistica gli atomi sono costituiti da onde, da energia e non da piccole palline di materia, elettroni che ruotano intorno a un nucleo di protoni e di neutroni, come ancora oggi, purtroppo, appare nelle raffigurazioni dei libri di scuola.

Nella fisica quantistica tutto é possibilità, possibilità di scelta da parte della coscienza.
La coscienza é il fondamento dell’esistenza, la coscienza é possibilitá, cosapevolezzadi scienza e di gioia suprema.

Cominciando dagli studi sulle energie, prodotti da Nicola Tesla, considerato da molti uno dei precursori della fisica quantistica, per poi passare a quelli di Max Planck scopritore di una costante fondamentale per calcolare l’energia dei fotoni e di Albert Einstein con la sua innovativa teoria sulla relativitá, ci avviciniamo all’era moderna dove nuove scoperte hanno cominciato a mettere in discussione le visioni materialistiche dettate dalla “scienza attuale“.

Il succo di limone contro le infezioni gastrointestinali


Il succo di limone ci protegge dalle infezioni, riducendo la possibilità di contrarre infezioni da Norovirus, causa di disturbi gastrointestinali anche gravi. È quanto emerso da uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Heidelberg, del German Cancer Research Center (DKFZ) e dell’University of New South Wales in Australia, in uno studio pubblicato sulla rivista Virology.

Il citrato del succo di limone o i disinfettanti contenenti citrato possono cambiare la forma delle proteine esterne del virus, impedendogli così di infettare le cellule.

Quando la medicina alternativa era quella tradizionale – Il cibo

medicina3
Nella scienza antica, riscoperta durante il Rinascimento e praticata fino a metà del XVII secolo, il cibo era considerato come un medicamento e i dottori lo prescrivevano in base alle sue proprietà umorali e alle condizioni di salute specifiche del paziente.
Una dieta più magra può nuocere al malato, infatti è accaduto che essa ne peggiorasse la condizione, poiché ogni errore provoca maggiori pericoli che non nel caso di una dieta più completa. Per la stessa ragione, una dieta troppo magra e precisa è in qualche misura dannosa per un corpo robusto e sano, poiché esso ha più difficoltà a tollerare tali errori[22].

Riportare l’equilibrio in cucina

Una dieta parca composta da alimenti attentamente selezionati, cotti con metodi specifici: era questa la medicina che generalmente si prescriveva ai pazienti che soffrivano di condizioni acute o croniche durante il Rinascimento e l’inizio dell’età moderna. Tuttavia, come si legge nel sopracitato consiglio di Ippocrate di 2.400 anni fa, per le persone che soffrivano di condizioni più lievi era preferibile adottare una dieta più “completa”.

Dato che ogni cibo ha delle caratteristiche umorali proprie e, una volta ingerito, trasferisce le sue proprietà al consumatore, si sentiva la necessità di intervenire in cucina per riportare l’equilibrio, in modo tale che il paziente ricevesse pasti bilanciati nelle quantità e contenenti nel complesso le giuste caratteristiche umorali.

Virus del pensiero? Cosa sono e come difendersi

virus del pensiero

Virus del pensiero, che cosa sono? Ve ne sarete accorti. I social media e gli spot pubblicitari sono ricchi di immagini, video, frasi e discussioni che catturano la vostra mente e che si depositano nei vostri pensieri come ospiti indesiderati.

Alcuni parlano dei virus del pensiero come di idee che possono "infettare" la mente e le emozioni. Sarebbe come uscire all'aperto o andare in un luogo affollato ed esporsi al virus dell'influenza. Accediamo ai social media, siamo online e nello stesso tempo siamo esposti ai pensieri di tutti. 

Gli utenti dei social network che hanno bisogno di cercare e di trovare dei punti di riferimento nelle idee degli altri potrebbero lasciarsi trascinare più facilmente da questi pensieri, che possono diventare insistenti e ossessivi. Potrebbe esistere anche un rischio di manipolazione da questo punto di vista, legato soprattutto ai messaggi martellanti degli spot pubblicitari e delle campagne politiche. 

"Fermateli prima che sia troppo tardi"


 
Vedi cosa ci hanno tolto? Chi glielo ha permesso?

"2022 I Sopravvissuti" è un film di fantascienza del 1973 di Richard Fleischer tratto dal romanzo di Harry Harrison, con l'interpretazione magistrale di Edward G. Robinson e Charlton Heston. Possiamo dopo 42 anni dall'uscita della pellicola, collocare questa ipotesi non tanto peregrina nell'attuale era in cui viviamo. Ci sono quasi tutti i film dell'epoca in rete, ma questo solo qualche spezzone o per chi è interessato a visionarlo (nonostante quasi mezzo secolo) può averlo solo a pagamento.

Nessun limite al servilismo di Renzi e soci


Esiste un limite alla sfrenata “libidine di servilismo” verso i poteri dominanti da parte dei politici di governo italiani?
La risposta è’ certamente no, visto quello che ci tocca assistere con le sperticate dichiarazioni di Matteo Renzi in occasione della visita a Firenze del leader israeliano Netanyahu.
 Firenze, 29 ago. – “Con l’amico Netanyahu e’ la quarta volta che ci vediamo in pochi mesi. Questo incontro consente di toccare con mano la profondita’ e la bellezza del rapporto tra Italia e Israele”.
Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi incontrando Benjamin Netanyahu a Palazzo Vecchio.
“La cooperazione tra Italia e Israele non e’ soltanto a livello di governo, ma tocca in profondità l’identità di quel che siamo. Questa visita può permettere a Netanyahu di verificare quanto di bello c’è da parte italiana”, ha aggiunto Renzi, “in termini di energia, cultura, formazione. Ci unisce una forte comunanza di valori, innanzitutto per la pace e contro il terrorismo e la barbarie. Questo vale ancora di più in una fase molto difficile per tutto il Medio Oriente e l’Italia e’ con Israele per riportare la pace in tutta la regione”. . Da “La Repubblica.it”.

Siria, ultimo baluardo contro l'avanzata di ISIS verso l'Europa

 
La pensano così i rappresentanti del Partito Repubblicano francese dell'ex presidente francese Nicolas Sarkozy e del deputato Thierry Mariani, che di recente si è recato in visita in Crimea.

Hanno raccontato la loro opinione a "Sputnik" Quentin Vercruysse, consigliere nazionale del Partito Repubblicano francese e membro della direzione nazionale dell'organizzazione "Diritti dei giovani" e Pierre Gentillet, presidente dell'organizzazione "Diritti dei giovani" e consigliere nazionale del Partito Repubblicano francese. 
"Qualcuno accusa Assad di essere un dittatore, di essere responsabile dello spargimento di sangue in Siria e di essere nemico dell'Occidente, come l'Iran, il Venezuela e la Russia. La Siria è diventata vittima del disprezzo ingiustificato dell'Occidente, motivabile per la sua opposizione ad obbedire agli ordini d'oltreoceano.

Le banche occidentali in fermento mentre HSBC va verso il collasso

HSBC_4C83 
Il Ministero delle Finanze riporta che il gigante bancario inglese HSBC si avvicina al collasso totale dopo aver perso quasi 1 trilione di dollari nel corso del Grande Crash del Mercato Globale del 2015, oggi completamente a corto di denaro per pagare obbligazioni e depositanti. 

Secondo il rapporto, HSBC, multinazionale bancaria e finanziaria di Londra, Regno Unito, è la quarta banca del mondo con un patrimonio dal valore di 2670 miliardi di dollari. Non è noto a molti occidentali, continua la relazione, che HSBC fu istituita nella forma attuale a Londra nel 1991 dalla Hong Kong e Shanghai Banking Corporation Limited per agire da nuova holding le cui origini risiedono ad Hong Kong e, in misura minore, Shanghai, dove le filiali furono aperte nel 1865. 

venerdì 28 agosto 2015

Fisica Quantistica e Spiritualità ~ Intervista a Vittorio Marchi


Il prof. Vittorio Marchi è un insegnante e un ricercatore di fisica, ma da molti anni le sue indagini e i suoi studi sono stati indirizzati verso tematiche normalmente non esplorate dagli scienziati. Studiando le ancora sconosciute potenzialità dell’essere umano, l’energia che permea tutto l’Universo, i misteri della vita e del cosmo, gli archetipi eterni, ha sviluppato uno speciale ambito di ricerca della realtà tra scienza e spiritualità, tra razionalità e misticismo, che rendono la sua vasta conoscenza unica e degna della massima attenzione.

L’ho invitato a incontrare il pubblico al  Festival della Letteratura di Cecina (LI) il 30 luglio 2011 e a concedermi la seguente straordinaria intervista che non mancherà di farci riflettere sulla natura di noi stessi e del mondo.
Giovanni Pelosini

Quegli 8 passi... del non attaccamento

windspirals

Durante le nostre vite, tendiamo a formare molti attaccamenti a vari tipi di cose. Molti sono così attaccati al mondo fisico, da essere diventati schiavi e posseduti dalle cose che adorano. Il distacco è quando abbiamo completa libertà da tutto ciò che vediamo e sentiamo, quando nulla  ci possiede e controlla.

Praticare il non-attaccamento ci dà potere sulle emozioni e sentimenti che sono in relazione agli attaccamenti della nostra vita.

In molti si chiedono: perché è così importante il distacco? Perché è importante se siamo o meno attaccati alle cose?

La risposta è semplice: se non facciamo attenzione, il nostro attaccamento ci può portare alla tragedia e all’infarto, quando il cambiamento sopraggiunge nel suo corso inevitabile.

Ossiuri: sintomi e rimedi naturali per adulti e bambini

parassiti intestinali rimedi ossiuri
Gli ossiuri, meglio noti come parassiti intestinali, possono colpire sia gli adulti che i bambini anche se sono molto più comuni in questi ultimi. Quali sono i sintomi e i rimedi naturali da utilizzare in caso di ossiuriasi?

L'ossiuriasi è un infestazione intestinale causata dall'Enterobius vermicularis. Il sintomo principale è rappresentato dal prurito perianale. Questo tipo di problema interessa soprattutto l'intestino crasso e la zona anale. E' coinvolto un piccolo parassita di colore bianco che assomiglia ad un verme. 

Cosa sono gli antibiotici?


Molto probabilmente sarà capitato anche a voi che il medico vi abbia prescritto un antibiotico. In questo capitolo vi raccontiamo tutta la storia di queste sostanze.

Tutto iniziò con una muffa
Ciò che può salvarci la vita, altre volte serve a poco o risulta addirittura dannoso. Vale per tutti i farmaci ed è così anche per gli antibiotici. Ma cominciamo dall'inizio: la parola “antibiotico” deriva dal greco “anti”, che significa “contro”, e “bios”, ossia “vita”.

Si tratta di sostanze, infatti, in grado di combattere esseri viventi che possono nuocere all'organismo. La storia degli antibiotici inizia molto prima dell'epoca del batteriologo Alexander Fleming (1881–1955), generalmente riconosciuto come loro scopritore. Già nel 1893 il medico e microbiologo italiano Bartolomeo Gosio (1863–1944) aveva isolato una sostanza da una muffa, capace di impedire la crescita dell'agente patogeno responsabile del carbonchio, una malattia infettiva molto temuta.

Alcuni anni dopo, l'ufficiale medico francese Ernest Duchesne (1874–1912) notava con stupore che le selle dei cavalli dei soldati venivano intenzionalmente conservate in ambienti umidi e bui, dove si ricoprivano di muffa. La spiegazione dello stalliere per questo modo particolare di custodirle destò il suo interesse: le piaghe che venivano ai soldati cavalcando guarivano meglio grazie alla muffa che si trovava sulle selle!

Perché spesso siamo intolleranti a quello che ci piace di più?

intolleranza

Ti senti gonfio, pesante, stanco dopo aver mangiato, e sei anche ingrassato sebbene non mangi molto? Molto probabilmente sei intollerante ad alcuni alimenti. Acne, eczemi, insonnia, capogiri, mal di testa e nausea sono essere altri sintomi.

La maggior parte degli italiani è intollerante al glutine, al pomodoro e ai latticini. Il 60% della popolazione è intollerante al lattosio. 3 persone su 4 non sospetta minimamente di esserlo e continua ad assumerne sottovalutando la propria intolleranza. Scoprire di essere intollerante è importante.

Se fai un test d’intolleranza di solito i risultati contengono sempre i cibi preferiti. Sadismo del destino? In verità ci sono due motivi per cui ciò accade, eccoli spiegati.

Creazione e Gestione dell'Ambiente Antropico

'città fantasma' cinese

Quegli agglomerati abitativi ad alta densità denominati città, connotano da millenni un paesaggio un tempo naturale. L’aggregazione in nuclei di condensazione massivi e stabili è una prerogativa dell’essere umano e degli insetti. Il tessuto urbano è ciò che più si avvicina al concetto di artificialità, di distanza dallo stato naturale.

Le città rappresentano perfettamente la struttura sociale che le ha prodotte ed abitate. Ad ogni mattone posato, corrispondono infatti equilibri sociali, che rispecchiano la composizione ed i rapporti di interazione tra i diversi strati della popolazione e le elite che tutto controllano e gestiscono.

I tre eroici Marines e Ayoub, il solito incastrato


Il presidente Hollande ha avuto troppa fretta a distribuire Legion d’Honneurs come caramelle agli “eroi” americani, perché la storiaccia del terrorista islamico bloccato dai generosi Marines non è a punto, e viene ancora modificata in corso d’opera. L’arma del jihadista, non è più un Kalashnikov come ma un similare AKM di fabbricazione tedesco-orientale, composto di parti diverse.

I Marines non hanno sentito – con il loro orecchio professionale – qualcuno che caricava un otturatore nel WC; il terrorista è uscito dal WC forse avrebbe voluto sparare, ma l’arma (ricordate il particolare) non ha sparato. E gli eroici Marines non erano nei posti per i quali avevano i biglietti; avevano cambiato vagone, giusto mezz’ora prima dell’evento. Per prendere meglio il wi-fi, hanno spiegato. 

Assad ad al Manar: i sauditi? Non sono ancora entrati nell’era della civiltà. Gli americani? Vogliono il caos e basta.


DAMASCO (IRIB) – Sono forti, decise e chiarissime, le parole che il presidente siriano, Bashar Assad, usa per descrivere la situazione del suo paese e soprattutto per presentare il ruolo degli attori regionali che influiscono sulla situazione in Siria.
 
Intervistato dalla rete libanese Al Manar, Assad ritiene poco probabile una prossima soluzione politica del drama del suo paese considerando che alcune nazioni straniere “non rinunciano” alle ingerenze.

Cosa vuole l’America?
A questa domanda Assad risponde spiegando che gli americani non vogliono ne la sconfitta completa dei terroristi in Siria, ne la loro vittoria. Loro vogliono la situazione attuale, il caos. 

Russofobia in Norvegia: girata fiction tv su come la Russia occupa il Paese scandinavo


Il momento clou della nuova stagione televisiva in Norvegia promette di essere la serie televisiva "Occupati". I suoi produttori hanno investito nel progetto 9,6 milioni di euro. La serie è ambientata in un futuro non molto lontano, quando il territorio del Paese scandinavo sarà occupato dalla Russia.


Il canale televisivo TV2, che trasmetterà la serie, ha già lanciato la pubblicità della serie. Nel video si spiega come in Norvegia sia salito al potere un partito ambientalista radicale, che ha bloccato la produzione di petrolio e gas. Sullo sfondo di questi eventi, il ruolo di "cattivi" viene assegnato all'esercito russo, che ha occupato la Norvegia per prendere il controllo dei giacimenti di idrocarburi. Lo spot di 2 minuti della serie contiene praticamente tutti gli stereotipi e le fobie che da diversi mesi sono pompate nei media in Europa, soprattutto nei Paesi Baltici e in Scandinavia.

La lista degli ospiti alla parata della Vittoria in Cina ha un significato

1026067462 
I Paesi occidentali hanno l’idea sbagliata che se non si concedono a un evento internazionale, perde importanza. E’ sbornia colonialista. Ma poi, la vanità ha dei limiti e c’è anche il fatto che molto denaro è in gioco. Mentre i Paesi occidentali si sminuiscono a vicenda per l’adesione alla Asian Infrastructure Investment Bank (AIIB) della Cina, i “membri fondatori” sono una legione. L’AIIB è istintivamente vista come una cassa libera cinese e alcuna persuasione statunitense potrebbe tenerli lontano dal vaso di miele. Gran Bretagna e Germania detengono poco peso nell’AIIB in confronto all’India, ma sono prone alla spina commerciale derivanti dai programmi d’investimento.

Ahimè, non ci sono soldi nelle celebrazioni della Cina per il 70° anniversario della seconda guerra mondiale. Non ci sarà David Cameron alla cerimonia, a Pechino, il 3 settembre. I media occidentali insistono che sia un ‘affronto’, considerando che la Cina dica di non insistere sull’invito, ma lascia gli invitati rispondere da soli. In ogni caso, perché un qualsiasi Paese riterrebbe un ‘affronto’ la Cina che celebra la splendida vittoria sul fascismo? Non ci fu alcun Olocausto nel teatro asiatico, ma l’esercito giapponese predone commise non meno orribil crimini di guerra della Germania nazista. La Cina non era l’aggressore nella seconda guerra mondiale. Non fu versato sangue anglosassone.

Il gonfiore che è in te.

Quanto disti da te stesso/a? E... perchè?

Quando qualcosa si "gonfia", che cosa indica?
Che all’interno c’è un “volume pieno” (muscolo o infezione, occupazione di stato/verso/senso) che, in qualche maniera, incide fisicamente (se sei, ad esempio, pieno/a di “fantasia”, questa non incide a livello fisico).
Il risultato esterno è la visibilità di un simile “riempimento/invasione/polarizzazione di spazio”, ossia:
l’aumento, camuffato, delle dimensioni di quel “qualcosa”.
Nel caso della tua area addominale, registri la formazione della cosiddetta “pancia”. Un vero e proprio rigonfiamento che, solo per abitudine, tendi a prendere per “normale”, nel tempo.
Il corpo umano nasce senza “pancia”. Perfettamente lineare:
  • il che permette di ricomprendere che
  • la forma alla sua base è “sana” (sotto ad ogni punto di vista e prospettiva).
Cioè, un simile punto di start... indica una condizione perfetta, che si ripresenta ogni volta, per ogni nascita.
Allora, che cosa succede, con sempre più grande probabilità, “dopo” (durante il resto della Vita)?
Da cosa è provocato quel “gonfiore, che ti porti sempre dietro”?

giovedì 27 agosto 2015

Lasciar andare ogni pretesa sul momento presente


Cosa accadrebbe se tu abbandonassi ogni frammento e ogni desiderio di controllo, fino al più infinitesimo impulso a controllare qualsiasi cosa, ovunque, compreso tutto ciò che potrebbe accaderti in questo stesso istante? Immagina di poter rinunciare completamente e definitivamente al controllo, a qualsiasi livello. Se tu fossi in grado di rinunciarvi in modo totale e assoluto, saresti allora un essere spiritualmente libero.

Molti sostengono che quando togli via, scavando, fino all’ultimo strato della maschera emozionale umana, l’emozione primaria che mantiene gli esseri umani nella separazione è la paura. Non è quanto ho riscontrato personalmente. Ho constatato che il problema essenziale che costringe le persone a sperimentare se stesse come esseri separati è il desiderio e la volontà di controllo. La paura sorge quando credi di non aver alcun controllo. […]

LE RELIGIONI E IL LORO ERRORE BASILARE


Osho,
Sei contro tutte le religioni? Quali sono i loro errori fondamentali?
Sì, sono contro tutte le cosiddette religioni perché non sono affatto religioni. Io sono per la religione, ma non per le religioni.

La vera religione può essere solo una, proprio come la scienza. Non c'è una fisica musulmana, una indù o una cristiana; sarebbe una cosa insensata. Ma questo è proprio ciò che hanno fatto le religioni: hanno fatto della terra un manicomio.

Se la scienza è una, allora perché non dovrebbe essere una anche la scienza dell'interiorità?

La scienza esplora il mondo oggettivo e la religione esplora quello soggettivo. Il loro lavoro è lo stesso, sono solo la loro direzione e dimensione a essere differenti.

In un'era più illuminata non ci sarebbe nemmeno la religione; ci sarebbero solo due scienze: la scienza oggettiva e quella soggettiva. La scienza oggettiva ha a che fare con le cose, quella soggettiva con gli esseri.

Ecco perché affermo di essere contrario alle religioni ma non alla religione anche se questa religione sta ancora nascendo. Le vecchie religioni faranno tutto ciò che è in loro potere per ucciderla, per distruggerla, perché la nascita di una scienza della consapevolezza sarà la morte di tutte queste cosiddette religioni che hanno sfruttato l'umanità per migliaia di anni.

La Percezione di Altre Realtà

 
Carlos Castaneda, studioso, antropologo interessato alla scoperta del mondo e di più mondi, afferma in un'intervista: “Secondo la visione degli antichi veggenti, l’essere umano è essenzialmente una creatura la cui prima ragion d’essere consiste nel percepire. La percezione è il senso della vita, è su essa che si fonda e prende forma la realtà. Il problema è che l’essere umano si è ridotto a percepire un’unica realtà, quando invece fu creato per percepire e per vivere anche in altre realtà, in altri mondi sviluppando così il proprio essere in un continuo processo evolutivo.” [1].

Secondo Castaneda la percezione ordinaria ci racconta solo una parte della verità. “La percezione ordinaria non ci rende consapevoli dell’intera verità. Vi è ben altro al di là del semplice transitare sulla terra, del nutrirsi e del riprodursi”, “Il buon senso non è altro che la risultante di un lungo processo educativo che ci impone quale unico strumento di verità la percezione ordinaria. L’arte della stregoneria consiste proprio nell’imparare a smascherare e distruggere questo pregiudizio percettivo”.

Castaneda afferma come la fenomenologia gli abbia offerto la struttura teoretico-metodologica cui è ricorso per apprendere gli insegnamenti di don Juan. Secondo questa disciplina, l’atto del conoscere dipende dalla intenzione, non dalla percezione. Quest’ultima è sempre soggetta alle mutazioni storiche, vale a dire alla conoscenza acquisita dall’individuo che inevitabilmente si trova a vivere in una determinata cultura.

“Il compito che don Juan mi aveva affidato”, dice, “consisteva nell’incrinare, a poco a poco, i pregiudizi percettivi, fino ad arrivare a una loro completa rottura”. La fenomenologia “sospende” il giudizio e pertanto si limita alla descrizione del puro atto intenzionale.” [2].

Il Succo d’Ananas scioglie il Muco 5 volte più veloce dello Sciroppo!

Pineapple-Juice

Ricerche hanno dimostrato che questo frutto tropicale insieme insieme ad altri ingredienti è un rimedio efficace per sciogliere il muco, dalla sinusite, alla tosse, ai catarri a livello delle orecchie e nella regione frontale della testa.

In particolare è stato osservato che il succo d’ananas riesce a sciogliere il muco 5 volte più velocemente dei classici sciroppi mucolitici.

L’ananas è famosa nel mondo femminile perché riesce a rimuovere la cellulite drenando in maniera naturale i liquidi insieme alle sue qualità antinfiammatorie. Questo frutto rappresenta anche un’ottima fonte di vitamina C, in grado di contrastare i radicali liberi e di aiutare le vie respiratorie a funzionare meglio. Si è osservato che le gengiviti trovano giovamento nella cura fatta con l’ananas in dosi concentrate del suo principio attivo.

Non siamo vegetariani perché ci piacciono le verdure

vegan-1

Non siamo vegetariani perché ci piacciono le verdure, né siamo animalisti per stucchevole romanticismo: siamo vegani/animalisti non solo per opporci al sistematico massacro di miliardi di animali ogni anno nel mondo, ma perché siamo profondamente convinti che questa filosofia di vita è la sola che possa rinnovare la coscienza e il pensiero degli uomini e produrre un’umanità migliore improntata sul rifiuto della violenza, sulla valorizzazione della vita, delle diversità biologiche e del rispetto delle altrui necessità vitali.

Siamo vegani/animalisti, perché è il mezzo più semplice e potente per eliminare la violenza e le ingiustizie sull’uomo, sugli animali, sulla natura; perché una persona che rifiuta di mangiare la carne per non nuocere ad un essere diverso dalla propria specie non può essere in guerra contro il suo simile; perché da ciò che mangia si determina il destino di un popolo; perché la salute, il pensiero e la coscienza degli uomini dipendono da cosa mangiano; perché finché l’umanità avrà l’attitudine a convivere con l’esistenza dei mattatoi, con gli stabulari della vivisezione, con la caccia, la pesca ed ogni attività intesa allo sfruttamento degli animali, di creature più deboli, non potrà avere quei giusti valori di solidarietà e condivisione da essere capace di realizzare un mondo migliore dell’attuale.

QUANTI MILIONI DI DISOCCUPATI, STAVOLTA?

http://img.over-blog-kiwi.com/1/04/43/04/20150826/ob_30a832_subprime-bubble.jpg

Quanti milioni di disoccupati in più ci produrrà questa seconda crisi sei anni dopo l’inizio della prima, mai risanata? Come ha ben detto Libération, qualche giorno fa, dopo il 2008 bisognava come minimo separare le banche di deposito dalle banche d’investimento, regolamentare la finanza. Invece “si spostate le sdraio sul ponte del Titanic”. E chi poteva far cambiare la rotta? 

Gli stati sono divenuti ostaggi di 28 banche sistemiche – che sono riuscite nel capolavoro di scaricare i loro fallimenti privati e debiti marci in debito pubblico, accollato a noi contribuenti. Che ci siamo sorbiti, e ci stiamo sorbendo, la recessione-deflazione -depressione da loro prodotta, mentre loro (per bocca dei loro banchieri centrali di servizio) ci davano le lezioni, ci frustavano: spendete troppo in welfare! Abbassatevi i salari! Non vedete quanto è cresciuto il vostro debito pubblico? Fate le riforme. Ancor ieri dalle latèbre della BCE di Draghi veniva la voce cavernosa che, per superare questa nuova crisi, bisogna fare le riforme, ossia rendersi più competitivi, perché il capitale deve avere di più, il lavoro di meno.

Ufficiale: l’economia globale sta squagliandosi


Chiunque pensi che i mercati globali  semplicemente si riprenderanno in fretta  da ciò che è accaduto nelle ultime settimane … è completamente matto
Anche se i finanzieri di Wall Street e i funzionari della FED gradirebbero che la festa continuasse, sembra che essa sia proprio in procinto di terminare.

Anni di salvataggi (bailout) e di espansione monetaria hanno creato dei boom economici tra i più inflazionati ed artificiali della storia ed ora sembra che questa bolla economica globale sia in deflazione.

I mercati in tutto il mondo stanno squagliandosi proprio mentre parliamo ed il crollo finanziario, che analisti supposti “marginali” predicono dal 2008, finalmente è sulle nostre teste.

Ecco uno sguardo su ciò che sta succedendo ora:

Immigrazione: emergenza di tutti senza soluzioni comuni

 
Sono oltre 2300 gli immigrati morti in mare dall’inizio dell’anno per raggiungere l’Italia dalle coste libiche. Oltre alla rotta più letale, il tratto via mare Libia-Italia, al centro dell’attenzione questi giorni è la “via balcanica”.

A Vienna alla conferenza dei Paesi Balcanici si discute questi giorni dell'emergenza immigrazione, nel frattempo i flussi di immigrati non si fermeranno di certo. Per i giorni a venire è previsto l'arrivo di tre mila migranti al giorno tra la Grecia e la Macedonia.

Le reazioni all'emergenza sono le più diverse, l'Ungheria per esempio erge muri e da settembre invierà un corpo speciale di due mila poliziotti a presidiare la frontiera. In Bulgaria sono stati inviati addirittura dei blindati ai propri confini. Una cosa è chiara: gli immigrati non li vuole nessuno, rimane da capire quando si troveranno soluzioni comuni però, visto che il problema riguarda tutti.

Potranno mai dei muri o il filo spinato bloccare quest'emergenza? Sputnik Italia ha raggiunto per una riflessione in merito Sergio Romano, editorialista del "Corriere della Sera", scrittore e diplomatico, che dal 1985 al 1989 ha ricoperto il ruolo di Ambasciatore d'Italia a Mosca.

Il gigante bancario Citigroup trasferisce le riserve auree in Russia

Sanford Weil, Rupert Murdoch, Valdimir Putin, Robert Kraft
Sanford Weil, Rupert Murdoch, Valdimir Putin, Robert Kraft

Un curioso rapporto del Ministero delle Finanze che circola al Cremlino riferisce che la Banca Centrale della Russia (CBR) ha “accettato di proteggere” 3 milioni di once d’oro del valore di oltre 3,5 miliardi di dollari del gigante dei servizi bancari e finanziari statunitense Citigroup, con inoltre quasi 100 miliardi di dollari liquidi. Secondo il rapporto, 1,4 milioni di once di oro ora protetti nelle casseforti della CBR, sono stati spediti direttamente dal Venezuela dopo un complesso accordo ad aprile tra la nazione sudamericana e Citigroup, e altri 1,6 milioni di once provenienti da vari Paesi con cui il colosso dei servizi bancari e finanziari ha rotto i legami nell’ultimo anno e mezzo, 11 nazioni, tra cui il Giappone, con cui Citigroup ha rotto, spiega il rapporto, perché anche di fronte le sanzioni occidentali Citigroup ha rifiutato di rompere con la Federazione (russa), e il direttore finanziario John Gerspach ha semplicemente detto al regime di Obama che “Non lasceremo la Russia”. Citigroup sulla sua pagina web, come questa relazione rileva, spiega ulteriormente il rapporto con la Federazione, affermando: 
La storia di Citi in Russia è iniziata quasi 100 anni fa ed è strettamente legata alle vicende drammatiche svoltesi in quel periodo nel Paese. Citi ha sempre agito da collegamento tra l’economia russa e le altre economie mondiali e ha giocato un ruolo importante nello sviluppo commerciale e delle relazioni economiche estere del Paese. Citi arrivò in Russia alla vigilia della Rivoluzione. Nel 1916, Citi, allora chiamata National City Bank (NCB), sottoscrisse obbligazioni a sostegno del governo dell’Impero russo mentre la prima guerra mondiale riscuoteva il pedaggio sulle risorse del Paese“. 

La specializzazione dell’effetto collaterale (disturbo).

"Una serie di sfortunati eventi" (dipende dalla prospettiva dalla quale inquadri qualsiasi situazione).
Il ventre grasso dell’occidente. Il ventre gonfio dei bambini africani…”.
Mi rifaccio vivo
Se leggi una rivista, spesso mensile, inerente al “vivere sani (benessere)” è un luogo comune pensare/sperare di trovare la via prescritta “alla propria salute” (evidentemente, smarrita lungo la strada del “post nascita”).
Ora, ti devi rendere conto che, all’interno di queste pubblicazioni, si affrontano vari ambiti dell’indotto “salute”, ma… in quale maniera? Secondo quali prospettive d’insieme?
  • catturare l'attenzione
per poter
  • vendere (interesse, scopo, "lavoro", intenzione)
  • visto che non esiste un essere completamente disinteressato all'utile e completamente rivolto al "bene altrui".
I vari articoli che compongono quel centinaio di pagine (tra pubblicità varie), affrontano in maniera slegata, lo scenario unico della tua salute, trattando come singoli “pezzetti” ciò che, invece, è un solo ed unico “pezzo”.
Questa specializzazione (sempre più alla moda, nel Mondo moderno) annichilisce il senso unico della salute umana, intesa come un qualcosa di “olistico” (un quadro dagli infiniti dettagli, uniti tra loro a formare il quadro stesso).
L'olismo (dal greco όλος, cioè "la totalità") è una posizione teorico-metodologica basata sull'idea che le proprietà di un sistema non possono essere spiegate esclusivamente tramite le sue componenti.
Dal punto di vista "olistico", la sommatoria funzionale delle parti è sempre maggiore/differente della somma delle prestazioni delle parti prese singolarmente
Link

mercoledì 26 agosto 2015

Riacquista il tuo potere sciogliendo il corpo di dolore

Eckhart Tolle

Davvero viviamo con un potenziale di energia che è un centesimo di quella a cui potremmo attingere. Non sorprendetevi se nei testi antichi trovate scritto di persone che vivevano tantissimi anni, che avevano una forza enorme o dalle capacità psichiche fuori dalla norma. Questo accade anche ora ma molto più raramente dato che la maggior parte dell’umanità è assorbita in un’illusione mentale che assorbe tutta l’energia che altrimenti sarebbe usata.

Eckhart Tolle parla del corpo di dolore, i toltechi parlano del mitote, entrambi intendono una sorta di entità che si nutre della nostra energia e può farlo finché abbiamo pensieri ed emozioni negative con cui ci identifichiamo. Ogni volta che siamo travolti da un’energia di rabbia o odio e facciamo qualcosa che non faremmo mai, ci trasformiamo diventando un’altra persona, spesso il tono di voce cambia e anche il viso,  ci sentiamo confusi e senza energia dopo che l’abbiamo agito, è successo che il corpo di dolore ha preso il controllo del corpo per nutrirsi manifestando quella negatività che è la sua essenza e nutrimento.

Ecco alcuni estratti di Eckhart Tolle tratti dai suoi libri Il Potere di Adesso e Un Nuovo Mondo che spiegano chiaramente cos’è il corpo di dolore, come nasce e come dissolverlo.

La sorgente


“Il motivo che ti spinge a cercare l’amore negli altri è la tua incapacità di vedere che l’amore proviene solo dalla tua consapevolezza. Non ha nulla a che vedere con un’altra persona. L’amore arriva con la tua disponibilità a pensare pensieri amorevoli, a vivere emozioni amorevoli, ad agire con fiducia, ispirato dall’amore.

Se sei disposto a vivere così, la tua coppa traboccherà. Avrai sempre tutto l’amore di cui hai bisogno, e proverai gioia nel condividerlo con gli altri. La sorgente dell’amore è nel tuo cuore. Non aspettarti dagli altri l’amore di cui hai bisogno. Non accusare gli altri di non darti amore. Tu non hai bisogno del loro amore. Hai bisogno del tuo. L’amore è l’unico dono che puoi dare a te stesso. Se lo fai, l’universo risuonerà con un grande “Si!”

Terzo Occhio, Sesto Senso e Ghiandola Pineale...



In realtà il terzo occhio è la ghiandola pineale. E' il terzo occhio spirituale, la nostra visione interiore ed è considerata la sede dell'anima. Si trova nel centro geometrico del cranio. Il terzo occhio, l'occhio interiore, è un concetto mistico ed esoterico, che si riferisce in parte al chakra ajna di certe tradizioni spirituali orientali ed occidentali. Si dice anche sia la porta che porta i regni interiori e a spazi di consapevolezza elevata.

Il terzo occhio è una parte naturale di ognuno, ma è un meta-organo. Si compone di tutti i sensi e della mente che lavorano all'unisono come organo sensoriale più ampio  e più potente.

Quale "senso" il terzo occhio può essere usato in vari modi. Apre i nostri sensi agli schemi che ci circondano. Lo usano i veggenti per connettersi e rispondere a delle domande. E' parte dell'empatia: quando una persona può toccare e sentire le emozioni degli altri. E' possibile usare il terzo occhio per apprendere come percepire, visualizzare e interpretare l'energia che ci circonda.

Epigenetica, cancro e ambiente: qualcosa che dovresti sapere e che nessuno ti dice


Nel 1971, il Presidente Nixon firmò il National Cancer Act, un ambizioso progetto con cui si delineava la strategia della “guerra al cancro”, guerra che gli Stati Uniti erano decisi a combattere e ovviamente a vincere. Erano gli anni in cui l'uomo era arrivato sulla luna, la fiducia nelle potenzialità della scienza era pressoché illimitata e si riteneva che con poderosi finanziamenti ogni traguardo potesse essere raggiunto.

Erano anche gli anni in cui prendeva corpo l'idea che il cancro fosse una malattia “genetica” e che nascesse da una singola cellula in qualche modo “impazzita”.

Si pensava infatti che per un “incidente genetico” casuale avvenissero una serie di mutazioni a carico del DNA tali da comportare una proliferazione incontrollata e una sorta di “immortalizzazione” delle cellule figlie. L'idea era quindi che una sorta di selezione darwiniana conferisse vantaggi in termini di sopravvivenza e capacità di metastatizzare alle cellule figlie: queste diventavano via via sempre più aggressive e maligne rispetto a quelle di origine con un processo irreversibile che portava infine a morte l'organismo ospite. Il cancro era ritenuto una malattia dell'età adulta in cui, proprio per l'aumento della speranza di vita, era sempre più probabile che insorgessero mutazioni casuali: in qualche modo il cancro era visto quasi come un prezzo da pagare al nostro modo di vita e in definitiva allo “sviluppo” e al “benessere”.

Prova della Geoingegneria Chimica Tossica della Cenere Volante di Carbone nella Troposfera


Prova della Geoingegneria Chimica Tossica della Cenere Volante di Carbone nella Troposfera: Conseguenze per la Salute Pubblica.

SAN DIEGO, 12 agosto 2015 – Nel suo libro Primavera Silenziosa, del 1962, Rachel Carson ha richiamato l’attenzione alle conseguenze non intenzionali di erbicidi e pesticidi, e ha lanciato il moderno movimento ambientalista. Ora, vi è una crescente evidenza di una nuova e persistente grave minaccia globale alla salute pubblica ambientale che è passata inosservata nella letteratura scientifica. Bruciare carbone per utilità elettriche concentra le impurità nelle cosiddette “ceneri volanti”, particelle fini che solitamente risalivano la ciminiera, ma che ora vengono sequestrate a causa del loro rischio tossico, sia ambientale che sanitario. In un recente articolo nell’ International Journal of Environment Research and Public Health, il geologo J. Marvin Herndon presenta la “forte evidenza sperimentale che la cenere volante di carbone è il particolato dell’aerosol spruzzato nella troposfera da jet-cisterna, con obiettivi di geoingegneria, di modificazione del tempo e del clima”.

Studio scientifico statunitense conferma le operazioni di geoingegneria clandestina

 
Un’importante novità dagli Stati Uniti: un recente studio, condotto dallo scienziato J. Marvin Herndon, per conto dell'"Enviromental research and public health", conferma che la biosfera è oggetto di pesanti e dannosi interventi tramite la diffusione di particelle nanometriche di metalli (in primis alluminio) e di letali elementi radioattivi. La ricerca mette la parola fine alla diatriba sulla questione "scie chimiche" (alias geoingegneria clandestina) che sono, come sosteniamo da tempo, una realtà incontestabile.

Le risultanze del luminare impongono l'incriminazione per reati ambientali di vario genere, per omicidio etc. ai danni di coloro che organizzano ed attuano le operazioni chimico-biologiche, per favoreggiamento nei confronti di chi (negazionisti-persecutori), a vario livello, in questi anni, ha pervicacemente occultato la verità e diffamato i ricercatori e fra questi il Ministero della Giustizia.

Il Pentagono conclude che l’America non è sicura se non conquista il mondo. Il piano di guerra USA contro la Russia

obama-speech-united-nations-2014-ebola-russia-islamic-state
Il Pentagono ha rilasciato la sua “Strategia militare nazionale degli Stati Uniti d’America 2015” in giugno.
Il documento annuncia un cambio di obiettivo, dai terroristi ad “attori statuali” che stanno “sfidando le norme internazionali”. E’ importante capire cosa queste parole significhino. I governi che sfidano le norme internazionali sono nazioni sovrane che perseguono politiche indipendentemente dalle linee di Washington.

Questi “Stati revisionisti” sono minacce non perché pianifichino di attaccare gli Stati Uniti, che il Pentagono ammette non sia un obiettivo né della Russia né della Cina, ma perché essi sono indipendenti.

Siate sicuri di cogliere il punto: la minaccia è l’esistenza di Stati sovrani la cui indipendenza di azione li rende “Stati revisionisti”. In altre parole, la loro indipendenza è in disaccordo con la dottrina neoconservatrice di “Unica Potenza”, che dichiara che le azioni indipendenti siano un diritto solo di Washington. L’egemonia data a Washington dalla storia preclude ad ogni altra nazione la possibilità di essere indipendente nelle sue azioni. Per definizione, una nazione con una politica estera indipendente da Washington è una minaccia.

Il rapporto del Pentagono definisce come “Stati revisionisti” la Russia, la Cina, l’Iran e la Corea del Nord.

Il fantoccio Obama


Non c’è voluto molto per la Lobby di Israele a mettere in ginocchio il Presidente Obama per il suo divieto di costruire nuovi insediamenti illegali Israeliani nei territori Palestinesi occupati. Obama ha scoperto che un semplice presidente Americano è impotente quando viene affrontato dalla Lobby di Israele, e che agli Stati Uniti semplicemente non viene permesso di avere una politica in Medio Oriente diversa da quella di Israele. Obama ha anche scoperto che non può cambiare niente, sempre che ne avesse mai avuto l’intenzione.

Nell’agenda della lobby militare e della difesa c’è la guerra e uno stato di polizia interno, e un semplice presidente Americano non può farci niente.

Il Presidente Obama può ordinare che vengano chiuse le camere della tortura di Guantanamo, e che i sequestri di persona e le torture vengano fermati, ma nessuno esegue i suoi ordini.

Gli sporchi trucchi di Erdogan con il SIIL

156873_600 
La Turchia è una terra bellissima, ricca di risorse, con molte persone intelligenti e amichevoli. Capita anche che abbia un presidente intenzionato a distruggere la nazione una volta orgogliosa. Sempre più dettagli emergono rivelando che lo Stato islamico in Iraq e Siria, conosciuto come SIIL, SI o Daish, sia mantenuto in vita da Recep Tayyip Erdogan, il presidente turco, e dal suo servizio d’intelligence turco, il MIT, la CIA turca. La Turchia, come risultato della volontà di Erdogan di aver ciò che alcuni chiamano fantasie neo-ottomane su un impero che si estende dalla Cina a Siria e Iraq, minaccia non solo di autodistruggersi, ma gran parte del Medio Oriente se continua tale percorso. 

Nell’ottobre 2014 il vicepresidente statunitense Joe Biden disse a una riunione ad Harvard che il regime di Erdogan sostiene il SIIL con “centinaia di milioni di dollari e migliaia di tonnellate di armi...” Biden poi chiese scusa, chiaramente per ragioni tattiche per avere il permesso da Erdogan di usare la base aerea di Incirlik per gli attacchi aerei contro il SIIL in Siria, ma le dimensioni del sostegno di Erdogan al SIIL si rivelano molto, molto più grandi di quanto accennato da Biden. 

Sposta il punto di ripristino più vicino a te (oltre al reset automatico: consolidamento e tendenza).

"Città Ideale"... per chi/cosa?
In SPS hai potuto prendere atto – anche negli ultimi articoli - di “quante ricerche, studi e pubblicazioni” siano state commissionate, abbiano figliato e “dimostrato (?)” la propria verità (di parte), relativamente all’ambito della “perdita di peso fisico” (non necessariamente i soli casi, limite, dell'obesità).
In pratica, le prese di posizione seguono questo percorso.
Non è possibile perdere peso:
  • facendo attività fisica (perché stimola di più l’appetito)
  • smettendo di alimentarsi con bevande gassate e cibi “trash” (perché non fai sufficiente attività fisica).
Da qua (dal... loop), si evince che:
  • le diete non funzionano
  • fare palestra ed attività fisica non funziona.
È, invece, possibile perdere peso:
  • per via genetica (essendo un gene il responsabile dell’aumento di peso).
Ovvio, che da questa prospettiva “genetica”, molti attori chiamati oggettivamente in causa, per questioni di mancanza di responsabilità sociale, vengono come sgravati da un simile “peso”, poiché la genetica è "personale" e, dunque, non può essere – ad esempio – Coca Cola chiamata in causa, nel momento in cui succede qualcosa all’individuo caratterizzato da un certo comportamento interiore/genetico "di serie".
Giunti a questo punto, che succede? Che i “tuoi chili di troppo, rimangono esattamente dove si trovano, non certo per caso” e tu perdi, al contempo, sempre di più la speranza di poterli “perdere”.
Ieri hai potuto prendere atto, però, di due vie praticabili sempre allo scopo di “dimagrire” (e in molti casi, di... tornare a sopravvivere). 

martedì 25 agosto 2015

Io non ho paura


Questa iscrizione si trova all’ingresso del cimitero di Sarno (Salerno):

Chiesi a Dio di essere forte per eseguire progetti grandiosi ed egli mi rese debole per conservarmi nell’umiltà.
Domandai a Dio che mi desse la salute per realizzare grandi imprese ed egli mi ha dato il dolore per apprezzarla meglio.
Gli domandai la ricchezza per possedere tutto e mi ha lasciato povero per non essere egoista.
Gli domandai il potere perché gli uomini avessero bisogno di me ed egli mi ha dato l’umiliazione perché io avessi bisogno di loro.
Domandai a Dio tutto per godere la vita e mi ha lasciato solo la vita perché io potessi essere contento di tutto.
Signore, non ho ricevuto niente di quello che chiedevo, ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno e quasi contro la mia volontà.

Le preghiere che non feci furono esaudite.
Sii lodato mio Signore, perché fra tutti gli uomini nessuno possiede più di quello che ho io.


La preghiera è stata scritta da Kirk Kilgour (1947-2002) e da lui recitata in piazza San Pietro a Roma davanti a papa Giovanni Paolo II. Kirk Kilgour è un atleta americano campione di pallavolo, giocatore di serie A in Italia, che nel 1976 a causa di un incidente in allenamento resta paralizzato ai quattro arti in maniera irreversibile.

Tra le varie attività a cui si dedicherà nella sua nuova vita spicca quella di “motivatore”, insegnava cioè sia ad altri tetraplegici che ai cosiddetti normali come affrontare l’esistenza! Lui... che non poteva più muovere né braccia né gambe.