lunedì 29 febbraio 2016

Cambiare il corso degli eventi con l’intenzione: il vuoto neurale come Matrix


Nella scena finale del primo dei tre film nella trilogia “Matrix” girato nel 1999, il protagonista Neo, collegato a un’interfaccia neurale, ingaggia la battaglia finale con Matrix.

Matrix è un programma che inganna gli uomini per tenerli continuamente in stato di sonno, in questo modo i loro corpi possono essere usati come inesauribile fonte di energia per le macchine che hanno preso il controllo della terra.

Lo strumento d’inganno di Matrix è il sogno, in altre parole l’impossibilità per l’uomo, durante lo stato di sonno e quindi nel sogno, di distinguere la realtà dalla fantasia creata da Matrix.

Indipendentemente dalla fantasia e dal successo della pellicola, è indubbio che lo scopo del regista é quello di stimolare continuamente un cambio di prospettiva nel modo di guardare il mondo reale, utilizzando lo strumento della fantasia cinematografica.

Questo cambio di prospettiva è chiaro proprio nella scena finale nella quale Neo, dopo essere sfuggito a mille trappole, cade nell’ultima e viene ucciso.

E’ a questo punto che il regista ci propone la domanda chiave: ma se Matrix è un’illusione perché Neo dovrebbe morire anche nella vita reale?

Ecco perchè dico che la Bibbia non parla di Dio (Mauro Biglino)

"L’importante è capire l’inganno colossale che si cela dietro l’affermazione Elohim = Dio spirituale. Il resto è curiosità su cui tra 50-100-200 anni si scoprirà forse la verità; ma io non ci sarò più".
Riprendo dal suo post in Facebook, del 28.2.16:
-----------------------
" [Sono] in partenza per Zagabria chiamato dalla TV nazionale croata per una trasmissione dedicata al mio lavoro, pubblico un paio di riflessioni che spero possano chiarire alcune cose.

1) Molti dicono che io sostengo che la Bibbia non parla di Dio (nel senso che la religione occidentale attribuisce al termine) perché Elohim non significa Dio: come se io facessi derivare le mie convinzioni dal significato di UN termine che nessuno conosce con certezza.

Ho tradotto troppi anni l’ebraico per compiere un errore simile.

In realtà io dico che la Bibbia non parla di Dio semplicemente perché parla di esseri in carne ed ossa che vengono chiamati Elohim, e di uno in particolare (Yahweh) che cammina, mangia, beve, si sporca, si lava, deve riposare, uccide in prima persona, da ordini ai suoi di sterminare anche i parenti più stretti, impone il massacro di madri con i loro figli maschi, detta leggi e ammazza chi non le rispetta, chiede sacrifici umani, ordina ecatombi di animali, annusa fumo per calmarsi, beve liquidi ubriacanti, insegna come si evita di riempire un accampamento di escrementi che lui non vuole calpestare, spartisce il bottino di guerra con i suoi sudditi (in vergini e animali elencati nei precisi e ragionieristici verbali di spartizione che sto leggendo nelle conferenze; a questo proposito sto per introdurre un tema spinosissimo perché forse quelle che voleva non erano solo vergini/ragazze ma in alcuni casi bambine), insegna a prestare il denaro ad interesse rendendo schiavi gli altri, spesso non è in grado di conoscere e prevedere i pensieri e le intenzioni dei suoi, è iracondo e contraddittorio, appare paranoico e monomaniaco, sembra presentare talvolta sintomi di disturbi mentali riconducibili alla schizofrenia, ecc ecc…

Quanto zucchero c'è in 100 grammi di pasta?


Oggi si sente molto parlare della presunta tossicità dei cibi raffinati sul nostro organismo. Ci sono, infatti, diverse ricerche scientifiche in atto per dimostrare che i cibi sopra citati possano causare delle patologie anche gravi ai soggetti che ne abusino. Stiamo parlando di pane, pasta, pizza e patate: alimenti che, nel bene o nel male, sono presenti quasi quotidianamente sulle nostre tavole.

Diversi ricercatori e studiosi del campo, tra i quali rientra a pieno titolo anche il Professor Franco Berrino, sono riusciti a correlare l'insorgere di patologie quali il diabete e addirittura i tumori al consumo incessante e incontrollato di questi cibi. Vengono definiti raffinati perché subiscono diversi processi che li portano alla quasi totale perdita del contenuto di fibre e dei valori nutrizionali di cui avremmo realmente bisogno.

Francia: 450 nascite con malformazioni dopo l’assunzione di un farmaco


Il valproato di sodio, farmaco utilizzato da quasi 50 anni per la cura di patologie psichiatriche quali il disturbo bipolare e nel trattamento dell’epilessia è accusato di aver causato malformazioni congenite in circa 450 bambini francesi. È quanto riportato dalle autorità francesi in un rapporto dell’Inspection Générale des Affaires Sociales (IGAS) appena pubblicato e commissionato nel 2015 dal Ministero della Salute francese.

Il rapporto parla di 425-450 bambini nati con difetti congeniti e oltre 150 casi di alterazioni del comportamento, in bambini esposti in utero al valproato tra il 2006 e il 2014. La stima è relativa all’intero Paese, calcolata a partire dai dati del dipartimento Rhone-Alpes.
“È dal 2004 – riferisce il Paris Match nell'articolo “Il pericolo dell’anti-epilettico è ufficiale” – che la Francia era in stato d’allerta sui possibili rischi di questo farmaco; nel 2009 erano stati condotti degli studi internazionali in seguito alla scoperta di casi di autismo ai danni di bambini esposti al valproato durante la gravidanza”.
Dal 2013 – ricorda Le Quotidien du Medecin – era stato confermato il legame con i disturbi dello spettro autistico (5-6 volte più frequenti che nella popolazione generale).

L'albero genealogico degli Aristocratici


Uno studio genealogico dimostra che Hillary Clinton e Donald Trump sono cugini alla lontana - discendenti da famiglie reali.

Secondo lo studio, il loro 19° bisnonno era il re Edoardo III d'Inghilterra. L'albero genealogico dei due personaggi è composto da una lunga linea di aristocratici.

Déja vu

Déja vu

Saluti alla comunità Saker e ai suoi lettori.

Immaginiamo che ci diano l’incarico di produrre un sequel per quel capolavoro degli anni ’90 che si chiama “La Prima Guerra del Golfo”, questa volta però da girarsi in Siria.

Abbiamo bisogno di un cattivo; fortunatamente questa volta ne abbiamo due: Vladimir Putin e Bashar Al Assad. Buttiamoci dentro per buona misura anche un’organizzazione criminale, chiamiamola ISIS e il cast è pronto, dal momento che i buoni sono sempre gli stessi. In fondo, tutto questo fa parte degli accordi di franchising.

E adesso passiamo alla trama. Hmm, dobbiamo prima creare l’atmosfera drammatica. Come avevamo fatto l’altra volta? Ah si, la testimonianza di Nayirah alle Nazioni Unite. Questa volta però Nayirah sarebbe un po’ troppo vecchia per fare da protagonista, così dovremmo usare la testimonianza di Nadia Murad.

E che cosa ne dite se bombardassimo un ospedale? Magari due? E che cosa ne dite di cinque in un giorno solo? Ho un’idea migliore, e se mostrassimo un video di neonati che soffrono dentro le incubatrici?

Vi spiego cosa accade a Sigonella e cosa sono i droni killer

Drone USA Reaper

Se vuoi capire cosa sta succedendo a Sigonella e quanto l’Italia sia implicata nei nuovi scenari di guerra devi telefonare a Messina, ad Antonio Mazzeo, tra i massimi esperti di geopolitica mediterranea, autore di saggi fondamentali sul rapporto tra gli Usa e il nostro paese, uno che le denunce sugli armamenti americani (e sui droni) presenti sul suolo italiano le fa da anni.

Antonio, cosa succede a Sigonella e perché improvvisamente se ne torna a parlare?
Succede che il Wall Street Journal ha pubblicato un articolo in cui riferisce di un accordo tra Usa e Italia per dislocare, nella base di Sigonella, i cosiddetti droni killer: sono dei velivoli senza pilota dotati di sistemi missilistici e bombe a guida laser. Non sono strumenti difensivi ma hanno una funzione di attacco. E questo viola almeno un paio di articoli della Costituzione.
Ti riferisci al famoso articolo 11 che recita “L’Italia ripudia la guerra…?
E non solo. Mi riferisco, per esempio, anche all’articolo 80. Ma vorrei aggiungere un’altra cosa a proposito del famoso accordo Italia-Usa.

Prego…

Propaganda antirussa: insistente e odiosa, ma inefficace

La NATO e la Turchia continuano a provocare la Russia, cercando di portarla verso un conflitto che potrebbe degenerare nella Terza Guerra Mondiale.

Ogni giorno, la macchina mediatica del fango sforna notizie più o meno verosimili al fine di orientare gli europei in maniera negativa rispetto all'operato dell'esercito russo in Siria. 
 
Eppure, tutti i sondaggi continuano a testimoniare che l'opinione pubblica occidentale è saldamente dalla parte di Putin e del governo russo. Lo storico Enrico Galoppini, redattore della rivista Eurasia, ricercatore ed esperto delle tematiche del mondo islamico, si è espresso a Sputnik Italia a questo proposito. 

Putin non è una banderuola, le tensioni con gli Stati Uniti aumenteranno

Russias-president-Vladimi-012 

La riunione annuale del Servizio di Sicurezza Federale russo (FSB), l’organizzazione che sostituisce il KGB sovietico, è un’occasione importante per misurare la temperatura nelle relazioni ‘Est-Ovest’. (Il cliché guerra fredda è utile ancora una volta). L’abituale indirizzo del Presidente Vladimir Putin alla riunione del FSB è il segno distintivo di questa occasione a Mosca.

La parte sensazionale del discorso di Putin è la rivelazione che il FSB ha informazioni precise sui complotti ideati dall’occidente per fomentare disordini politici in Russia in vista delle cruciali elezioni parlamentari di ottobre. Putin ha evitato l’espressione ‘rivoluzione colorata’, ma ne ha accennato. Citiamolo,
Naturalmente (l’FSB) deve anche impedire qualsiasi tentativo estero d’intervenire nelle nostre elezioni e nella vita politica del nostro Paese. Come sapete, tali metodi esistono e sono stati usati in numerosi Paesi. Lasciatemi dire ancora una volta che questa è una diretta minaccia alla nostra sovranità e vi risponderemo di conseguenza. Ho letto dei documenti preparati (dall’FSB), leggendone i riassunti si vedono le indicazioni concrete che, purtroppo, i nostri nemici all’estero si preparano per queste elezioni. Quindi, tutti dovrebbero essere consapevoli che difenderemo i nostri interessi con decisione e in conformità alle nostre leggi“.

Coprendo la causa, vivi di conseguenza.

Bollettino = “comunicazione ufficiale di notizie di pubblico interesse”.
Link
Per il motivo sopra esposto, da oggi – giorno “fuori dal tempo” dell’anno bisesto – SPS si riferirà ai propri “scritti”, con il termine “bollettino”. Perché:
comunicazione ufficiale di notizie di pubblico interesse
Notizia = “dal latino ‘notitia” da notus… noscere, conoscere…”.
Link
Ogni “quotidiano SPS” avrà un numero progressivo, partendo – quest’oggi – dal numero naturale accumulato nel tempo “qua, così” di 1767 (a partire dal 17 settembre 2009).

Questo, perché… SPS è quell’antenna, issata sopra allo status quo dominante, che si è ben radicata al fine di garantire una fonte d’informazione e copertura, in alternativa sostanziale, rispetto a… tutto ciò che è loop, nel loop AntiSistemico (il reale manifesto, in questa versione “ingiusta” lato umano, individuo per individuo).
Il “verso giusto”, di una simile riformulazione di realtà unica, sostenibile poiché manifesta in chiave di ricatto/dipendenza/”induzione alla… sopravvivenza”, è solamente quello “lato Dominio”:
  • la conformazione di potere centrale
  • a capo della forma che riconosci come la “tua” realtà di riferimento concreta, materiale ed unicamente possibile (un “collo di bottiglia” sorvegliato dalla forza dominante, non manifesta ma “solo” compresente).  
La copertura di segnale “by SPS” è totale, perché utilizza come mezzo vettore (potenzialmente) virale, proprio la “Rete Internet”.
Ora, se tu non cogli a pieno la portata rappresentata dal “bollettino quotidiano SPS” è perché non sei agganciato/a (sintonia) alla relativa “frequenza di scambio”:
  • a cosa “pensi”, usualmente?

Un altro universo


Mi chiedi perché ho scelto
di abitare nei monti di smeraldo;
io rido e non ti rispondo,
il mio cuore è calmo e sicuro.
Fiori di pesco nell’acqua che scorre
scompaiono nella distanza.
C’è un altro universo
lontano dal mondo umano.
(Li Po)

Nel linguaggio Sufi il “mondo dei corpi” è detto “alam-i ajsam” poiché alam significa mondo e ajsam è il plurale di jasm, corpo. I Sufi usano questa espressione per riferirsi al mondo delle cose ossia al mondo funzionale degli oggetti. Questa definizione racchiude dalla minima unità subcellulare al più importante corpo cosmico. Il mondo dei corpi include sia i corpi viventi che i corpi non viventi, perciò include sia i corpi degli esseri senzienti che quelli degli esseri non senzienti.

I Sufi insegnano che tutto quello che sappiamo sul mondo è limitato a quello che osserviamo nel mondo dei corpi in movimento che seguono un certo comportamento. Questo mondo funziona per merito delle energie che vengono usate per assolvere alle varie necessità dei vari corpi. La fisica definisce l’energia come la capacità che possiede un corpo di fare un lavoro. Per capirlo meglio, si fa l’esempio dello spostamento di un corpo con l’applicazione di una forza, ad esempio come l’atto di sollevare una valigia.

L’esempio serve a dimostrare che l’energia cambia la sua forma, ma non può essere creata o distrutta. Tutto questo dimostra che il mondo dei corpi visibili che ci circonda è governato dalla realtà invisibile che appartiene al mondo delle energie. Il discorso è molto articolato perché la realtà energetica che ci circonda non è visibile, ma facciamo sempre esperienza di questo. La forza di gravità non è visibile ma, il fatto che siamo seduti e non stiamo fluttuando, dimostra che la forza di gravità esiste e ci tiene saldamente ancorati a terra.

Il significato dell’illuminazione

 Ramesh Balsekar 4

L’illuminazione significa semplicemente che scompare il senso di un agente personale. Tutte le azioni sono viste come azioni della Totalità.

Posso davvero dirlo con una sola frase. La frase su cui si basa il mio intero insegnamento è: “Sia fatta la tua volontà”. O come lo dicono i Musulmani, Inshallah –“Il volere di Dio.” O nelle parole di Buddha: “Gli eventi accadono, le azioni sono compiute, non c’è alcun individuo che agisce”. Vedi, il conflitto di base nella vita è: “Faccio sempre tutto nel modo giusto quindi mi aspetto la mia ricompensa; egli o ella fanno sempre qualcosa di sbagliato e quindi dovrebbero essere puniti”. Questa è la vita, non è cosi?

Se analizzi ciascuna azione che consideri la tua azione, scoprirai che è una reazione del cervello ad un evento esterno sul quale non hai alcun controllo. Un pensiero arriva – non hai controllo sul pensiero in arrivo. Qualcosa viene visto e udito – non hai controllo su ciò che vedrai e udrai in seguito. Tutti questi eventi accadono senza il tuo controllo. E poi che succede? Il cervello reagisce al pensiero o alla cosa vista, udita, gustata, odorata, o toccata. La reazione del cervello è ciò che chiami “la tua azione”. Ma, di fatto, è solamente un concetto.

I nemici della notte. Quando il sapere di essere stati condizionamento diventa un ostacolo.

« Il regno di Dio è dentro di te e tutto intorno a te, non in templi di legno e pietra, spacca un pezzo di legno e io ci sarò, solleva una pietra e li mi troverai. » Tommaso - (detti segreti di Gesù il vivente)
Dio è in te, la luce sei tu, tu sei la luce, io sono dio, gli dei sono con noi, noi siamo dei” 
– e il mondo va lo stesso a scatafascio! Come mai? Ma tu guarda se veramente si riesce a capire di cosa raccontano queste parole, mi riferisco ai detti di Gesù vivente, ma come altre scritte un po’ in tutti i testi considerati sacri. Hai capito che - sei stato condizionato a credere a un idea di Dio che non esiste? Riesci a capire che anche il tuo concetto di Dio e di luce è frutto di quel condizionamento? E fintanto che quel condizionamento è tale tu Dio non lo puoi percepire? 
 
Per secoli uomini hanno imposto ad altri uomini un Dio vendicativo ed insensibile col quale abbiamo giustificato la brutalità di una natura umana depravata, che ha giustificato le guerre e la miseria, la divisioni in classi sociali o caste e l'abbrutimento della donna al fine di deviare completamente l'evoluzione culturale in atto alle origini dell'umanità. E per quanto le radici delle antiche civiltà e splendore non siano state del tutto estirpate, faticano ad emergere in un mondo di competizione e sopraffazione, dove la trasformazione della realtà percepita è stata compiuta così bene che i più vivono in modo del tutto inconsapevole e non percepiscono più nemmeno chi è che gli parla.

Come ti manipolo lo studio scientifico…e ti trasformo i vegetariani in malati cronici

Sulla rivista Plos One esce un piccolo e mal-disegnato studio austriaco sulla salute di “carnivori” e “vegetariani” in quella nazione. (1)
 
Lo studio non fa in tempo a venir tradotto e a circolare nel Bel Paese che  ovunque su blog e pagine Facebook escono dei titoli agghiaccianti:
“Il regime alimentare che ACCRESCE tumori e infarti”. (2)
"La Stampa" sottotitola: “Essere vegetariani fa male alla salute” (3)
"La Repubblica" a sua volta riporta che i vegetariani sono a più rischio tumori.
Era davvero questa la conclusione dello studio in questione?
 
Andiamo a vedere gli elementi principali, con i dati incontrovertibili,  vediamo come sono stati manipolati dai mass-media, e togliamoci le fette di salame dagli occhi (e dal piatto)…

Germania: trovato glifosato nella birra


Alcuni marchi di birre tedesche contengono il diserbante glifosato, classificato come "probabile cancerogeno per l'uomo" dall'organismo internazionale Iarc (International Agency for Research on Cancer). È quanto rivela un'analisi dell'Istituto per l'ambiente di Monaco.

Il test ha coinvolto 14 marche fra le più note in Germania. I livelli registrati oscillano fra 0,46 e 29,74 microgrammi per litro, nei casi più estremi quasi 300 volte superiori a 0,1 microgrammi, che è il limite consentito dalla legge per l'acqua potabile. Non esiste, invece, un limite per la birra.

Le marche oggetto di analisi sul glifosato sono: Beck's, Paulaner, Warsteiner, Krombacher, Oettinger, Bitburger, Veltins, Hasseroeder, Radeberger, Erdinger, Augustiner, Franziskaner, König Pilsener e Jever.

La misteriosa connessione tra Sirio e la storia umana

leadsiri

Sin dai tempi antichi e tra diverse civiltà, Sirio, la stella del cane, è circondata da una misteriosa tradizione . Gli insegnamenti esoterici di tutte le età hanno sempre attribuito a Sirio un ruolo di primo piano e la sua importanza nel simbolismo occulto è una riprova di questo fatto. Cosa rende così speciale Sirio? E’ semplicemente dovuto al fatto che è la stella più luminosa in cielo? Oppure perchè l’ umanità ha un legame tanto antico quanto misterioso con essa?

Questo articolo esaminerà l’ importanza di Sirio nel corso della storia e delle società segrete descrivendo il simbolismo che circonda l’astro.

Sirio si trova nella costellazione del Cane Maggiore – conosciuta anche come il Grande Cane – per questo è nota come la “stella cane”. E’ 20 volte più luminosa del nostro sole ed ha una massa doppia. Di notte, Sirio è la stella più luminosa nel cielo ed il suo riflesso bianco-blu ha sempre stupito gli osservatori del cielo, fin dai tempi più antichi. Non c’è da meravigliarsi se il culto di Sirio è rimasto in vita praticamente in tutte le civiltà.

Un testimone musulmano bosniaco conferma che il massacro di Markale fu una false flag

albright-clinton-izet
Nel corso della sua deposizione in difesa di Radovan Karadzic, un ex poliziotto musulmano bosniaco affermò al tribunale dell’Aia che la granata che uccise 66 persone e ne ferì 140 nel mercato di Markale a Sarajevo, venne in realtà sparata dall’Esercito (Musulmano) della Bosnia Erzegovina, per ordine del leader di allora – Alija Izetbegovic.

Sotto il nome in codice KW-586, il testimone, nascosto dietro una voce camuffata, disse di essere un membro delle unità speciali musulmane bosniache “Perle“, (1992-1994), nel periodo in cui aveva l’incarico di garantire la sicurezza della Presidenza in un momento in cui il Corpo Governativo si riuniva nel palazzo della Banca Nazionale a Sarajevo.

Il Testimone KW-568 affermò che, grazie al suo incarico aveva la possibilità di ascoltare ciò che l’allora Presidente Musulmano Bosniaco Alija Izetbegovic, assieme al figlio Bakir e al capo della Comunità Islamica di Bosnia e Erzegovina Reis-ul-ulema Mustafa Ceric dicevano nelle loro riunioni. Il testimone accusò Izetbegovic di preparare attacchi terroristici sui Musulmani Bosniaci a Sarajevo, Markale e anche a Srebrenica al fine di accusarne i Serbi ed estorcere un intervento della NATO in favore dei Musulmani.

Il Governo Renzi-Boschi – al servizio dei banchieri- ha predisposto la legge che permette alle banche di prendersi le case senza pignoramento e aste

Renzi e Boschi -Governo

Lo abbiamo scritto settimane fa e ora la questione è diventata stringente.
 
Da una parte le banche, dall’altra i cittadini.

Mentre le cronache si arricchivano di particolari sullo scandalo di Banca Etruria & Partners ed i media “scoprivano”, i contratti capestro delle banche e l’inefficacia dei sistemi di vigilanza, in commissione Finanze alla Camera arrivava la bozza di decreto legislativo per recepire la direttiva Ue 17 del 2014 (Mortgage Credit Directive, cioè «direttiva sul credito ipotecario»).

Una legge da approvare entro il 21 marzo 2016. E’ una norma che, stando a quanto riportato da diversi siti e denunciato da alcuni parlamentari, permetterebbe alle banche di prendersi la casa senza precetto e pignoramento, saltando a piè pari tutte le fasi di un procedimento Giudiziario, nel caso in cui il consumatore salti delle rate del mutuo o finanziamento.

Quale sarebbe il Piano B in Siria?

3727b532713cc4e0c6ebba741f9a9e0f07b525a274b7fafd33f659a7a1057a07_large 

Gli islamisti in Siria sono sponsorizzati da Arabia Saudita, Qatar, ecc. per terrorizzare il popolo siriano e combattere l’Esercito arabo siriano per rovesciare Assad. Non sono pagati per rispettare il cessate il fuoco concordato tra Russia e Stati Uniti, una trappola per fermare i bombardamenti della Russia. [1] 

Il “Wall Street Journal” ha detto che in parallelo alle discussioni sull’attuazione della tregua in Siria, il capo del Pentagono Ashton Carter, il capo di Stato Maggiore Joseph Dunford e il capo della CIA John Brennan si sono incontrati alla Casa bianca presentando misure volte a “creare problemi reali” alla Russia. [2] 

Sembra che gli statunitensi puntino da subito al fallimento della politica diplomatica e del cessate il fuoco per preparare un possibile “piano B” (l’opzione militare per la Siria), cercando di dividere la Siria.

venerdì 26 febbraio 2016

"Le vostre sofferenze sono causate dalla vostra resistenza a ciò che avete adesso"

L’aveva detto Buddha. 
 
1. Riflettete su queste parole. Se potete cambiare qualcosa, fatelo. Altrimenti avete due possibilità: 
a) accettare la situazione e lasciare andare la negatività; 
b) soffrire e lungo e con passione.
2. Il problema diventa tale perché così lo definite. La felicità dipende dal punto di vista. Pensate alle lezioni da ricavare dalla situazione, e questa smette di essere un problema..

3. Se volete cambiare le cose, iniziate da voi.

4. Non esistono gli insuccessi, ci sono solo delle possibilità di imparare.

5. Se non ricevete ciò che desiderate, significa che il le cose migliori sono già in cammino. Esaminate la vostra vita. E capirete che le cose migliori erano successe dopo che qualcosa fosse andato storto.

E' sempre colpa dei genitori?

 
A volte capita di non riuscire a cambiare determinati comportamenti che impediscono la realizzazione dei nostri obiettivi. Raramente in quei casi si è disposti a lavorare su di se ammettendo, al contempo, le proprie lacune per poi colmarle. Più facile risulta, invece, dare la colpa ai nostri genitori perchè ci hanno trasmesso le loro ansie, i loro difetti caratteriali, i loro geni che ci limitano nella riuscita, etc.

Così facendo prendiamo la via più facile, quella che comunemente gran parte della gente fa e cioè scarichiamo la responsabilità in maniera totale sugli altri. In questo modo giustifichiamo la nostra mancata evoluzione e i fallimenti in diversi aspetti della nostra Vita, incolpando gli altri. I più gettonati sono, di solito, i nostri genitori che, a nostro avviso, ci hanno trasmesso un'educazione che, il più delle volte, definiamo come limitante, castrante, antiquata etc.

4 segni che mostrano una persona insicura

persona insicura

Sei con qualcuno che hai appena conosciuto, e in pochi secondi cominci a sentire che c’è qualcosa di sbagliato in te. Fino a prima di incontrare questa persona, stavi avendo una buona giornata, ma ora sembra che anche i tuoi successi sono messi in discussione.

E’ facile sentirsi in un purgatorio personale di insicurezza in queste situazioni. Che si tratti di un contatto sociale o di lavoro, le persone che vogliono a far sapere a tutti quanto sono grandi possono farci sentire abbastanza piccoli. Basti pensare quanto meglio ti sentiresti se potessi evitare queste situazioni.

Cominciare a capire cosa sta accadendo è molto utile perché aiuterà a sentirti meglio e soprattutto di riconoscere i punti deboli nella facciata di quella gente praticamente perfetta.

La psicologia dietro questo processo deriva dalla teoria dello psicoanalista viennese Alfred Adler, che ha coniato il termine complesso di inferiorità.

Ti hanno venduto la menzogna, o l’hai comprata? Fa differenza... (M. Tsarion)

tsarion
Michael Tsarion, storico e ricercatore irlandese alternativo al mainstream, in una delle sue chiacchierate schiette e precise, che inducono alla comprensione e conoscenza di ciò che è… 
Quel che segue è una mia sintesi e traduzione della intervista-monologo che trovate qui: https://www.youtube.com/watch?v=xaKhmL3TToc
"C’è una mano invisibile che sa assolutamente cosa è la consapevolezza, come funziona la psiche umana e la libido umana; che lavora 24ore al giorno per tenere l’uomo in servitù e schiavitù. Costoro pensano che l’uomo sia la loro creazione, il loro animaletto domestico e se guardate bene, vedete che l’animaletto è uno schiavo. Questi esseri non hanno paura di noi, o meglio in un certo senso l’hanno, perchè sanno che faremmo se ci risvegliassimo.

Questi esseri sono diabolici ma anche molto pratici. Sanno di non volere persone auto consapevoli, nel loro potere, attive e propositive. Questa per loro è una vera minaccia. Ci forniscono l’illusione che siamo indipendenti e autodeterminanti.

Zenzero: quanto assumerne per valorizzarne le proprietà

zenzero benefici cover

Zenzero, una spezia dal sapore leggermente piccante molto benefica per il nostro stomaco e utilissima in caso di infiammazioni o dolori di diverso genere. Tanti i modi e le ricette per utilizzarlo ma quanto bisogna assumerne per valorizzarne le proprietà? 

I benefici dello zenzero sono ormai universalmente noti e confermati da diverse ricerche scientifiche: è un potente antidolorifico naturale, calma nausea e vomito, aiuta la digestione, è ricco di sostanze antiossidanti, tiene a bada gli zuccheri nel sangue e il colesterolo, previene le infezioni e tanto altro. Ma è sufficiente consumare una semplice tisana al giorno per assicurarsi tutti questi vantaggi?

Sui Fedeli nell'Amore

 
‘Tutti li miei penser parlan d’Amore;  e hanno in lor sì grande varietate, ch’altro mi fa voler sua potestate, altro folle ragiona il suo valore, altro sperando m’apporta dolzore, altro pianger mi fa spesse fiate; e sol s’accordano in cherer pietate, tremando di paura che è nel core’ - Dante Alighieri
 
Probabile etimologia della parola amore:
 
L'etimologia della parola amore risale probabilmente dal sanscrito kama = desiderio, passione, attrazione (vedi kama-sutra, cioè aforismi, brevi discorsi sul desiderio, sulla passione fisica). Anche il verbo amare risalirebbe dalla radice indoeuropea ka da cui (c)amare cioè desiderare in maniera viscerale, in modo integrale, totale. Un'altra interpretazione etimologica della parola amore, fa risalire il termine al verbo greco mao = desidero, da cui il latino amor da amare che indica un'attrazione esteriore, viscerale, quasi animalesca da distinguere da un'attrazione mentale, razionale, spirituale per esprimere la quale era usato il verbo diligere, cioè scegliere, desiderare come risultato di una riflessione. Un'ulteriore e meno probabile ma curiosa ed interessante interpretazione etimologica della parola amore individua nel latino a-mors = senza morte l'origine del termine, quasi a sottolineare l'intensità senza fine di questo potentissimo sentimento. Direi, "il sentimento" per antonomasia ...

Societa` segrete: Buone o cattive?

SECRET-SOCIETIES-good-or-evil-Yale-Photo
 Foto di gruppo di alcuni membri della Skull & Bones. Università di Yale 1800

Internet ha fatto conoscere a molte persone l’ esistenza di un governo totalitario invisibile, costituito da famiglie elitarie che possiedono e controllano le banche e le multinazionali.

Hanno acquisito l’ egemonia finanziaria, economica e sociale, riducendo, virtualmente tutti in schiavitù.
Molti autori e teorici del complotto hanno attribuito caratteristiche non veritiere al Governo Invisibile, accusando erroneamente questo gruppo scellerato di “discendere” delle antiche scuole misteriche e dai “maestri” delle antiche arti dello gnosticismo, dell’ alchimia, dell’ occultismo e della Massoneria (autentica).

Se siete confusi da tutte le “congetture” viste su Internet e non capite chi siano i “buoni” e chi i “cattivi”, questo articolo cercherà di fornirvi qualche dritta.


Tanti libri e video on-line mettono in luce diversi punti di vista, ridicoli e paradossali, spesso senza prove convincenti o ricerche credibili. I creatori di questi libri e video fanno un utilizzo sconsiderato di parole come “massoni” e “Illuminati”, come se sapessero con certezza cosa sono queste organizzazioni, quando e perché vennero fondate, ciò che esse rappresentano, e chi le compone.

I Baroni della Guerra -La nomenklatura si sostiene nella Torre d’avorio insanguinata

Panebianco Contestato

I BARONI DELLA GUERRA – LA SPERANZA NEGLI STUDENTI – LA NOMENKLATURA SI SOSTIENE NELLA TORRE D’AVORIO INSANGUINATA – MA CHI HA DETTO CHE NON C’É PIÚ AUTONOMIA DI PENSIERO? – RIDISEGNARE I CONFINI

Eppure l’idiotume dilagante nel mondo dell’informazione, sia carta stampata che via etere ed internet, quella oramai omogenea posizione supina di “ascolto” acritico dell’informazione di regime (perché è di questo che stiamo parlando, di semplice propaganda spacciata per informazione, ove la libertà di pensiero viene sbandierata ma negata quella all’informazione indipendente), poteva avere convinto i più della inutilità di ciò che in tanti stiamo portando avanti: un tentativo di dare spazio alle riflessioni critiche della parte sicuramente pensante di quella società in cui siamo immersi.

Ch’è ben altra cosa dal concetto insanguinato di quell’altra “società civile” che si è resa indifferente complice dei recenti massacri della Storia (e della carne…) di paesi come la Yugoslavia, l’Iraq, la Libia, la Siria. Si, massacri della Storia di popolazioni che si son viste negare la dignità di Nazione proprio per un paradosso: per aver sostenuto e difesa la propria, secondo propri principi e valori …non graditi a quelle che son chiamate le Grandi Potenze.

Con i droni USA di Sigonella l’Italia vola in guerra


Zitto zitto il governo italiano concede la base di Sigonella per far decollare droni armati americani verso la Libia.

I negoziati sui droni killer fra l'Italia e gli Stati Uniti durano da mesi, ma il governo Renzi non ha ritenuto opportuno mettere al corrente il Parlamento e i cittadini italiani di quanto stava accadendo. Grazie, Wall Strett Journal, per aver informato gli italiani.
Sigonella, l'aeroporto di Pantelleria, il Muos di Niscemi, la Sicilia intera è un laboratorio di guerra e sembra oramai appartenere totalmente agli americani. I droni armati di cui si parla tanto oggi, in realtà, erano dislocati a Sigonella già da anni. Ebbene, il governo italiano, anticipato in modo imbarazzante dal WSJ, è costretto ora a parlarne, ma resta poco chiaro.
L'Italia di fatto è coinvolta in azioni di guerra, altro che "missioni difensive". Nel silenzio più allarmante dei politici intanto i droni decollano. Per fare il punto della situazione, Sputnik Italia ha raggiunto Antonio Mazzeo, giornalista da tempo impegnato nei temi della pace e della militarizzazione.

Come Gorbaciov tradì l’URSS

Durante l’era sovietica questa ragazza sarebbe stata costretta ad entrare nell’esercito, studiare all’università o lavorare in una fattoria o fabbrica. Lo spietato sistema sovietico ne avrebbe annientato l’anima facendone una scienziata, una dottoressa, un’insegnante, un’operaia o un’impiegata. Grazie Mikey Gorby, per averla liberata potendo scegliere tra disoccupazione e prostituzione.

Secondo Oleg Nazarov, del Club Zinoviev, Mikhail Gorbaciov non firmò la fine della guerra fredda al vertice di Malta nel 1989, ma la resa totale e irreversibile dell’URSS. Il PCF m’inviò a Malta per il vertice, quando una terribile tempesta scuoteva l’isola e Bush inviò un marinaio sulla nave in cui Gorbaciov lottava per riprendersi. Tutti i partiti progressisti e comunisti al potere furono invitati in quella strana isola dominata dagli inglesi e finanziata dal Colonnello Gheddafi. 

In realtà eravamo lì per festeggiare la fine della guerra fredda, ma aveva l’apparenza della dissoluzione e non solo per la tempesta. Oggi nel grande dibattito sull’URSS che si svolge in Russia, non solo viene discusso un processo a Gorbaciov, ma gli intellettuali del prestigioso Club Zinoviev denunciano il tradimento dei dirigenti comunisti e del loro massimo leader. 

Non si tratta solo dell’URSS, ma di ciò che l’allora regime inflisse ai suoi cittadini. Insomma la sconfitta dei leader comunisti come Gorbaciov chiarisce ciò che probabilmente successe nei Paesi occidentali dove i partito comunisti, miscelando venalità e stupidità nel capire i desideri del capitale, si auto-distrussero (Nota di Danielle Bleitrach)

Durante l’era sovietica questa ragazza sarebbe stata costretta ad entrare nell’esercito, studiare all’università o lavorare in una fattoria o fabbrica. Lo spietato sistema sovietico ne avrebbe annientato l’anima facendone una scienziata, una dottoressa, un’insegnante, un’operaia o un’impiegata. Grazie Mikey Gorby, per averla liberata potendo scegliere tra disoccupazione e prostituzione.

Dio, la porta ed il calcio.

Il mondo è ingiusto (lo sanno anche i "sassi"). Ti consoli solo con l'immagine di Dio (se ci credi).
E se "non ci credi", che cosa ti rimane da "fare"?
Perché “non ti fidi” di quello che vedi? Perché “ti fidi” di quello che sembra? Perché “ti fidi” di quello che… ti dicono gli esperti? Perché hai così poca stima di te? Perché ti fermi, quando non dovresti farlo e, all’opposto, procedi quando dovresti fermarti?
Perché “la coperta è sempre troppo corta”?
Domanda e risposta collidono, perché c’è una sovrapposizione di stati (a formare strati), nella gerarchia (gerarchia che “non si forma”, ma… “è”).
 
Ossia, c’è sempre un “prima e un dopo”, anche quando tutto sembra avvenire allo stesso tempo. La gerarchia è la “legge”, qualcosa che “si spalma nella sostanza del reale manifesto, qua così”…
La “coperta non è, dunque, troppo corta”:
  • sembra esserlo
allorquando
  • la “tua” prospettiva
  • tende a ritenerla tale
  • non riuscendo, complessivamente, ad osservare d’insieme l’insieme auto organizzato da un centro non apparente, dominante poiché grande concentrazione di massa (mandante o mente operativa indiretta) in delegazione frattale espansa (Genio o braccio operante direttamente).
Ergo: l’azione dominante “increspa il tessuto reale manifesto”, per “interposta persona (non fisica)”.
  

Che cosa è la “temperatura”?

giovedì 25 febbraio 2016

UN MATRIMONIO FELICE? non fidarti delle apparenze.


L'amore, la relazione è il miglior enigma che esista.

... per quanto provi a risolverlo, non ci riuscirai mai....
... siete fatti e condizionati in modo diverso, vi dirigete in direzioni differenti, rappresentate polarità opposte, vi manipolate reciprocamente, cercate di possedere, di dominare... esistono mille e un problema.

Nessuna relazione può mai arrivare a un punto in cui non esistono problemi.
 

E se qualche volta vedi una relazione in cui non ci sono problemi, vuol dire semplicemente che non è più una relazione.
 

La relazione è scomparsa, i contendenti sono stanchi e hanno cominciato ad accettare le cose per ciò che sono; sono annoiati, non vogliono più lottare.
Hanno accettato la situazione e non cercano più di migliorarla.
 

Se ti imbatti in un matrimonio felice, non fidarti delle apparenze.
Và un pò più in profondità e avrai delle sorprese.
Il problema dell'amore può essere risolto solo quando è stato risolto il problema della meditazione, non prima.
 

Difatti, il problema viene creato in realtà da due persone non meditative, che sono in confusione e non conoscono se stesse.

Naturalmente moltiplicheranno e ingigantiranno l'uno la confusione dell'altra.

Di fronte alla morte


Visitatore: Il mio unico figlio è morto pochi giorni fa in un incidente automobilistico. Trovo quasi impossibile affrontare questa morte con fortezza filosofica. Io so di non essere la prima persona che affronta un lutto del genere. So anche che ognuno di noi dovrà morire un giorno. Ho cercato sollievo mentale con tutte le manovre usualmente utilizzate da chi cerca consolazione per se e per gli altri quando si è in questi difficili frangenti. Ma ancora ritorno al fatto tragico che un destino crudele abbia privato mio figlio di ogni cosa agli inizi della sua vita. Continuo a chiedermi: perché? Perché? e non posso eliminare il mio dolore.
Maharaj: (Dopo essere rimasto seduto in silenzio con gli occhi chiusi per qualche minuto) E’ inutile e vano dire che sono dispiaciuto perché in assenza di un “io” (di un “me” come individuo) non ci sono “altri”, ed io vedo me stesso rispecchiato in tutti voi. Ovviamente non sei venuto da me per ricevere delle condoglianze, perché le avrai certamente già ricevute in abbondanza da parenti e amici.

Shiso – Un “glocal-superfood” dall’antica tradizione giapponese


Osservando questa epoca senza precedenti di “bloom” interculturale su scala mondiale, viene da chiedersi se, in assenza di mercati finanziari gestiti secondo ristrettissime leggi di mero interesse economico che sono state le principali responsabili dell’avvio del processo, si sarebbe mai assistito a qualcosa di simile in termini di evoluzione spontanea del genere umano.

Se da un lato questo fenomeno acceleratore ha sicuramente avuto carattere di “forzatura”, dall’altro ha permesso sviluppi, in termini tecnologici, di reti di comunicazione ed informazione senza eguali nella storia.

Senza ovviamente far riferimento, in queste considerazioni, allo sfruttamento selvaggio di risorse naturali e dell’uomo, rovescio della medaglia dovuto ad avidità e sconsideratezza, da un altro punto di vista, di questo fenomeno globalizzante, possiamo notare che per ogni aspetto che può generare inquietudine e timore esiste una controparte favorevole.

Una globalizzazione comporta inevitabilmente, assieme agli scambi commerciali, anche trasferimenti di carattere culturale. Il timore ad esempio di erosione di tradizioni e culture fino all’omologazione standardizzata e svilente, nella maggior parte dei casi risulta essere esagerato.

Sovrappeso e Reflessologia Plantare Integrata


La Reflessologia Plantare è un'arte molto antica che permette di interagire con l'individuo indagando sul suo stato attuale di salute sollecitandolo verso l'equilibro psicofisico.

La stimolazione dei punti riflessi si effettua con una pressione delle dita attraverso il massaggio oppure con sollecitazioni più sottili attraverso l'applicazione di essenze floreali o fasci di luce colorata (Cromopuntura).

Il sovrappeso può essere causato da eccessi alimentari, da problemi endocrini, stress o anche da sovraccarico dell'apparato digerente e degli organi emuntori. Può essere accompagnato da stanchezza, difficoltà digestive e vari disagi anche di ordine psichico: il tessuto adiposo può essere vissuto come uno strato di protezione oppure come coperta calda e accogliente.

Con la Reflessologia Plantare si possono stimolare gli organi emuntori e digestivi per favorire il processo depurativo e migliorare la digestione. Si possono inoltre trattare punti che influenzano positivamente l'umore e, di conseguenza, il rapporto con il proprio corpo.

Mar.duk ("figlio del puro cumulo")


Mar.duk ("figlio del puro cumulo"): meglio noto come dio nazionale di Babilonia, dove precedenti testi canonici, come l'Epica della Creazione, furono revisionati per garantirgli la supremazia celeste come Pianeta creatore, cambiando il suo nome da Nibiru a "Marduk". Era il primogenito di di Ea/Enki, nato su Nibiru e portato sulla Terra da sua madre, Damkina.

Responsabile responsabile della morte del fratello minore Damuzi, Marduk venne sepolto vivo all'interno della Grande Piramide, ma venne risparmiato ed esiliato - e infine si attirò le ire degli altri leader Anunnaki, e in particolare di Enlil, quando infranse un tabù prendendo in moglie una donna terrestre (che gli dette un figlio, Nabu).

Testimone della costante, e tuttavia dell'inutile lotta di suo padre Enki con Enlil per i diritti di successione, abbracciò la lotta per la supremazia della quale suo padre, a suo avviso, era stato ingiustamente privato.

L’Europa di Cameron


Due pesi e due misure!

Mentre per tutti i paesi europei la norma è adeguarsi ai diktat di Bruxelles per rimanere in europa, in questi giorni il primo ministro Cameron ha scritto una lettera a Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, elencando le richieste perché il suo paese possa continuare a far parte dell’Unione Europea.


Tra le sue belle richiestine abbiamo:
1. Applicare una legislazione differenziata (cioè più elastica) alle banche e agli organismi finanziari. Non sia mai che non si perda il dominio finanziario da parte della City.
2. Proteggere i paesi che non usano l’euro come moneta. Qui il paradosso è che la moneta unica si è scelta per essere forti e competitivi secondo le leggi assurde del mercato, ma l’Inghilterra chiede appunto che chi non aderisca all’euro sia protetto da questa maggioranza eurofila.

Siria: un cessate il fuoco e ancora un’altra enorme vittoria per la Russia

Settimana venti dell’intervento militare russo in Siria: un cessate il fuoco e ancora un’altra enorme vittoria per la Russia

Il recente accordo tra USA e Russia in realtà non risolve nulla, non mette neanche fine alla guerra, ed entrambe le parti sono molto caute circa la sua futura realizzazione. Ma anche così, si tratta di una vittoria enorme per la Russia. Nonostante sia ancora troppo presto per dire che “la Russia ha vinto in Siria”, penso che sia corretto dire che in Siria ha vinto la posizione Russa. Ecco perché:
Primo: nessuno dice più che Assad verrà estromesso o Damasco presa. Che a sua volta significa che tutti adesso hanno riconosciuto che la Repubblica Araba Siriana sostenuta dalla Russia ha respinto con successo l’aggressione di una enorme coalizione anglosionista assemblata allo scopo di rovesciare Assad.
Secondo: la Russia ha costretto il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e gli USA ad ammettere che la stragrande maggioranza di coloro che oggi combattono Assad sono terroristi. Naturalmente, ciò non è quanto è stato dichiarato, ma se si guarda alle organizzazioni che il Consiglio di Sicurezza ha già dichiarato essere ‘terroriste’ allora vi si vedrà l’assoluta maggioranza delle forze anti Assad. Questo vuol dire che la legittimità morale e legale delle forze anti Assad è stata ridotta a brandelli.

Europa, il trionfo del liberismo ha distrutto quanto resta di Popoli e Nazioni


Lo stato di dissoluzione della Ue è sotto gli occhi di tutti: nessuno finge più di crederci e le stucchevoli riunioni che si succedono sono stanche liturgie, passerelle dove ogni membro recita una parte a beneficio degli egoismi del proprio elettorato. Neppure la Germania, che fino a un anno fa era capace di mettere in riga tutti col suo potere, riesce più a governarla e si ritrova fra le mani un’assemblea rissosa di tutti contro tutti, dove gli Stati s’associano o si dividono in funzione d’interessi immediati.

Non c’è da stupirsi, la Ue non ha un progetto, è solo figlia delle convenienze e se il benessere passato poteva celare le sue spaventose carenze, i lunghi anni di una crisi senza fine, di decisioni politiche e di gestione dell’economia suicide, imposte da Washington e da Berlino, l’hanno condotta sfiancata dinanzi a problemi veri e, cozzando su quegli scogli, i falsi valori su cui basava una coesione bugiarda si sono dissolti mostrandola per quella che è: un ectoplasma privo di sostanza.

L’Iran nel contesto del conflitto siriano

 
 L’Iran è un Paese asiatico, confinante con Iraq e Turchia a ovest, con Turkmenistan, Azerbaigian e Armenia a nord, con Afghanistan e Pakistan ad est. 

1. Storia delle relazioni
Nella guerra in Siria, l’Iran è un rigoroso sostenitore del regime di Bashar al-Assad. La cooperazione siriana e iraniana va avanti da oltre un quarto di secolo. Nonostante trasformazioni politiche in entrambi i Paesi e la situazione mutevole che li circonda, i rapporti tra Damasco e Teheran sono sempre più forti e più stretti. La base della cooperazione siriano-iraniana sono gli interessi regionali comuni e la similarità delle posizioni su questioni chiave del Medio Oriente. Iran e Siria si avvicinarono negli anni ’80, essendo entrambi ostili all’Iraq di Sadam Husayn, e la posizione dura contro Stati Uniti e politica d’Israele ha contribuito a mantenere l’alleanza.

2. I gruppi religiosi
L’Iran è il leader riconosciuto del mondo sciita. Circa l’89% della popolazione aderisce a questo ramo dell’Islam; i sunniti sono circa il 9%, di altre religioni il 2%. Allo stesso tempo, l’Iran sostiene e protegge gli sciiti di Bahrayn, Quwayt, Yemen, Turchia e Arabia Saudita, Paesi in cui gli sciiti sono minoranza. Con il sostegno della comunità sciita, l’Iran può influenzare politica ed economia dei Paesi arabi. Gli avversari sunniti non ne sono contenti. Ad esempio, in Arabia Saudita gli sciiti vivono nelle cosiddette regioni “petrolifere”, e la loro presenza è considerata una minaccia al benessere economico del Paese.

Nella sostanza, il contenuto.


In molte "trame da/di film", non capisci l’evoluzione della storia (il... come si sviscera dopo un “colpo di scena molto cervellotico”), “i perché”… ma, non ti sforzi nemmeno di capire “se è vero”, perché il ritmo incalza, la pressione aumenta e, sopra a tutto, “nulla avviene per caso (compreso il "tuo" conseguire in... fiducia)”.
Infatti, ricorda sempre che c’è una regia, che non vedi.
Un controllo che ha previsto tutto.
E la regia è solo uno dei livelli in gioco, che prendono decisioni “per te” (per il tuo auto intrattenimento). Dei fattori causali che hanno interesse ad operare così, perché ogni livello risponde a quello “superiore”, al quale la dipendenza (gerarchia) ricollega sempre.
Ogni livello? Sì, fino ad un certo punto, “dove” accade che le “cose” iniziano a rendersi dubbiose, fumose, evanescenti, profonde e non alla luce solare (interramento).
Una “zona” off-limits, per te. Qualcosa che delimita “qualcosa”.

Te ne accorgi? Segui a ritroso la “catena” (qualsiasi… catena). Prima o poi non riesci più a “spiegartela”, perché “le acque si agitano”, oppure, “le acque sono talmente calme, da confondersi col cielo”.

mercoledì 24 febbraio 2016

Il cane che si mordeva la coda

(Immagine presa dal web)
Premesso che la nostra mente processa nell'arco della giornata più di 60000 pensieri, tuttavia occorre dire che ce ne sono alcuni fra loro che si tendono a preferire allo scopo di farsi le cosiddette "seghe mentali". Sì, perchè di seghe mentali trattasi, essendo dei pensieri poco gradevoli, il più delle volte talmente ansiogeni da rovinarci la giornata.
 
La tendenza a reiterare un pensiero, piuttosto che lasciarlo fluire nel fiume mentale, si può paragonare ad un cane che si morde la coda. Avete mai notato il piacere che provano certi cani aventi la tendenza a mordersi la coda? Osservateli attentamente la prossima volta che ne vedrete ancora uno. Esso gira su se stesso inseguendo la propria coda, fino a quando la raggiunge e guaisce per il dolore procuratogli dai suoi stessi morsi.... Che imbecille, starete pensando..... 

Smettere di pensare

 

Per capire a che cosa si riferisce tutto ciò di cui parlo, in verità, un solo prerequisito è assolutamente necessario, ossia smettere di pensare. Ora non dico questo con spirito antintellettuale, perché io stesso penso molto, parlo molto, e sono una specie di mezzo erudito. Ma proprio come parlando sempre non udrete mai ciò che gli altri hanno da dirvi e perciò finirete per parlare solo del vostro argomento, lo stesso vale per quelli che pensano per tutto il tempo. Quando adopero la parola «pensare», intendo il dialogo interno, il chiacchiericcio mentale, la continua rincorsa d’immagini, simboli, discorsi e parole dentro il cranio. Ora, se ciò va avanti in continuazione, capite anche voi che non si può pensare ad altro che a questi pensieri.

Perciò, come dovete smettere di parlare per ascoltare quel che ho da dirvi, cosí dovrete smettere di pensare per scoprire che cos’è tutta questa faccenda della vita. E, nel momento in cui smetterete di pensare, entrerete in immediato contatto con ciò che Korzybski chiamò, in modo suggestivo, «il mondo impronunciabile», ossia il mondo non-verbale (qui c’è un gioco di parole tra word, parola e world, mondo, ndt). Alcuni lo chiameranno mondo fisico, ma tutte queste parole, «fisico», «non-verbale» ecc. sono tutte concettuali e «ciò» non è un concetto, è (batte col bastone).

Metodo Montessori: come costruire le tavole per imparare la matematica

montessori tavole matematica

Maria Montessori ha messo a punto metodi e materiali specifici per aiutare i bambini ad imparare la matematica, a contare e ad eseguire le operazioni di addizione e sottrazione, divisione e moltiplicazione. Impariamo a costruire le tavole Montessori per imparare la matematica.

Il metodo Montessori per imparare la matematica è davvero molto pratico. Infatti si basa su tavole per imparare a contare e a fare le addizioni, le moltiplicazioni e le divisioni utilizzando dei materiali molto semplici che aiutano i bambini ad avvicinarsi alla matematica in modo ludico.

L’utilizzo delle tavole Montessori per imparare la matematica è consigliato sia ai genitori sia alle maestre e agli insegnanti di sostegno. Infatti le tavole Montessori sono adatte a tutti, anche a quei bambini che hanno difficoltà di apprendimento in matematica. Ecco tante indicazioni utili per imparare a costruire le tavole per le attività matematiche secondo il metodo Montessori.

La sofferenza nei bambini malati è un riflesso...

La sofferenza nei bambini malati è un riflesso
 
Affronto oggi un discorso delicato in quanto sovente contrasta con le nostre più profonde ed ancestrali convinzioni e percezioni.
 
Analizzando la malattia nella sua complessità possiamo notare che oltre alla sua funzione di ripristino della normalità biologica ha, di norma, anche la funzione, per mezzo della sofferenza, di farci evolvere spiritualmente, di farci guardare nella nostra interiorità quasi sempre celata dalle pesanti maschere e norme imposte dalla società che nulla hanno di naturale.

Al di là di quelle che possano essere le cause delle malattie nei bambini, è altresì importante fare delle considerazioni su come gli stessi vivano tale delicato e sofferente momento, è oramai risaputo che i bambini conoscono innatamente l’arte del vivere al contrario di noi adulti, tant’è che continuamente ce lo insegnano, pertanto nei loro confronti la sofferenza tesa all’evoluzione spirituale non ha motivo di esistere fatto per il quale essa è meno intensa che negli adulti.
 
Non è un caso se i bambini/ragazzi quando ad esempio hanno la febbre a 39°C e oltre giocano e fanno l’esperienza della vita nel modo più piacevole possibile, chiaramente la malattia un po’ li rallenta, ma niente a che vedere con la profonda debilitazione psicofisica che subirebbe un adulto per uno semplice malanno.

La Coca Cola si sta “bevendo” il mondo

Coca Cola chiude 3 stabilimenti in India, prosciugata tutta l’acqua

Tre gli stabilimenti della Coca Cola che in India hanno sospeso le operazioni di imbottigliamento della bibita, compreso uno in una zona del nord dove i contadini stanno da tempo protestando per l’uso indiscriminato che la multinazionale fa delle riserve d’acqua.
C’è anche lo stabilimento di Kaladera nel Rajasthan tra quelli in cui la Coca Cola ha sospeso l’imbottigliamento della bibita oggetto di una intensissima campagna di marketing in tutta l’India. In totale risultano tre gli impianti dove sono state sospese le attività (gli altri due sono nel nordest, a Meghalaya, e nel sud, nell’Andra Pradesh; nel 2005 Cica Cola aveva già chiuso uno stabilimento nel Kerala); ufficialmente la Hindustan Coca-Cola Beverages, azienda della Coca Cola con sede ad Atlanta negli Usa, ha spiegato che si tratta di una riorganizzazione ai fini della domanda del mercato, ma in tutto il paese si pensa che invece abbiano avuto un grande peso le proteste che da una decina d’anni i contadini portano avanti accusando la multinazionale di utilizzare in maniera indiscriminata le riserve d’acqua privandone cittadinanza e agricoltura. Il portavoce della Coca Cola, Kamlesh Sharma, ha dichiarato che in due impianti l’acqua non è un problema, eppure l’Andra Pradesh sta affrontando una significativa crisi idrica.