giovedì 30 agosto 2018

I due perni ed il riflesso te/“te”.

Per “fare surf” devi sempre stare sulla cresta dell’onda.
In realtà, i surfisti non cavalcano l’onda – così come si cavalca un cavallo, standogli sopra – ma (ma) la anticipano, precedono... per quanto riguarda proprio la “cresta dell’onda”.
Stanno nella sua “pancia”, piuttosto:
davanti. 
Nel filo, nel “ricciolo”, nella linea orizzontale che prosegue lungo la verticale. 
Ora, analizzando a livello frattale espanso (sostanziale, significativo) questo incedere, questo passo, puoi meglio focalizzare sull’atteggiamento che, tali sportiv3, hanno sviluppato “facendo esperienza diretta e indiretta”
Quale? 
Quello “stare dentro all’onda” al fine di… cavalcarla il più a “lungo” possibile, sfruttandone la forza e, dunque, la corrente... che la rende possibile e manifesta. 

Di limiti, lati ombra, pendoli e altre riflessioni casuali


Ho sempre la speranza che le cose possano essere semplici. Una volta pensavo che il male non esistesse e che tutto fosse “maya” e questo mi bastava. Ma quello era il periodo Zen. Ora so che esiste inerzia e caos, dentro e fuori, che la coscienza è sempre proiettiva e che quindi il caos che abbiamo dentro ce lo ritroviamo fuori, e so che anche gli altri mi rimandano il mio caos interno e per ora questo mi basta.

Ma, c'è un ma... questo per molti anni ha significato che il perdonare i propri nemici poi si traducesse in un lasciar perdere e in un evitare a tutti i costi i conflitti. Forse non è così, forse non del tutto.

Mi sono reso conto che, come diceva un mio insegnante tempo fa, uno sciamano è un maestro del disordine, un ponte fra due mondi dei quali capisce poco o molto poco, che, con l'aiuto di altre forze, cerca di stabilire un minimo di equilibrio, spesso combattendo letteralmente battaglie contro queste forze cosiddette 'negative'.

Mi spiegava che più si esplora e si illumina la zona d'ombra, più quest'ombra prende forma in eventi fuori che remano in direzione contraria alla tua crescita. Di Franz Bardon, grande iniziato del 900, si narra che spesso uscisse di notte, dopo aver bevuto un fortissimo caffè, armato di spada, a combattere le forze del male e che ne tornasse sfinito.

A te che mi stai leggendo

(Immagine presa dal web)
 
 
Ciao, oggi voglio scriverti un articolo-messaggio. Sì, parlo proprio con te che mi stai leggendo in questo istante, non importa dove tu sia. In questo articolo volevo ricordarti alcune cose che, probabilmente, potrebbero servirti.

Ricorda che tu sei qui e segui questo percorso di crescita psico-fisico-spirituale GRAZIE al tuo passato e non "per colpa sua", se mi stai leggendo non può essere diversamente. Il tuo passato, infatti, per quanto duro e difficile possa essere stato, ti ha obbligato/a al CAMBIAMENTO, a vedere le cose sotto un'altra ottica, quella che ti ha permesso di lasciarti alle spalle un bel pò di zavorra e di diventare una persona diversa, migliore. 
 
Ricorda che tutte le persone che hai incontrato, ciascuna con la propria personalità, NON SONO ENTRATE PER CASO a far parte della tua Vita, sia pure per alcuni anni, giorni, ore, non importa. Quel che importa è che, ciascuna di loro, ad un certo punto della tua Vita, ha incrociato il tuo cammino per interagire con te allo scopo di crescere assieme. Sai che c'è? Non sempre le persone che ti faranno crescere saranno le più dolci, le più sincere, le più sensibili. 

Big Food vorrebbe farvi credere che l’obesità è dovuta alla mancanza di esercizio fisico e non al cibo spazzatura


Secondo il New York Times, nel 2017 c’erano in tutto il mondo 700 milioni di persone obese, di cui 108 milioni di bambini. In Brasile, la multinazionale Nestlé manda dei venditori porta a porta per rifilare ai clienti il suo cibo spazzatura ricco di calorie e concede loro un mese intero per pagarlo. La Nestlé chiama gli agenti di vendita del suo cibo spazzatura, anch’essi degli obesi, “micro-imprenditori.”

Big Food [l’insieme delle multinazionali dell’alimentazione] considera le nazioni in via di sviluppo alla stregua di “mercati emergenti,” per compiacere Wall Street e i propri azionisti, forse perché nei paesi ricchi il far ingrassare la gente e renderla dipendente dal cibo spazzatura ha ormai raggiunto il limite massimo.

Sostituire nei paesi poveri le diete locali con fast food, merci conservate e bevande zuccherate è immorale per moltissimi motivi. Oltre a causare obesità, diabete, malattie cardiovascolari, patologie croniche e carie dentale, il cibo spazzatura fa sì che l’agricoltura di sussistenza locale venga soppiantata dal mais OGM e dalla soia. Anche alcune organizzazioni filantropiche, come la Bill & Melinda Gates Foundation, si sono bevute la narrativa di Big Food sugli OGM che “nutrirebbero il mondo.” In pratica, gli OGM inondano di pestidi le coltivazioni dei paesi in via di sviluppo e inquinano le loro acque.

Monsanto: giardiniere malato vince la causa legale. Maxi-risarcimento da 289 milioni


La multinazionale Monsanto è stata condannata da un giudice di San Francisco a pagare un risarcimento di 289 milioni di dollari a Dewayne Johnson, giardiniere, per non aver adeguatamente avvertito circa i rischi nell'utilizzo del prodotto contenente glifosato, sostanza già al centro di polemiche e dispute legali in quanto considerata cancerogena.

Dewayne 'Lee' Johnson ha 46 anni, una famiglia, e un cancro alla pelle in fase terminale causato secondo il tribunale proprio dal glifosato contenuto nel 'Roundup' e nel  'Ranger Pro', erbicidi con cui irrorava gli spazi esterni delle scuole di cui era custode e giardiniere a Benicia, nella Bay Area.

Dewayne contattò due volte la Monsanto per informarsi su eventuali rischi legati al diserbante, sia per il frequente utilizzo che faceva del prodotto sia perchè, a causa di un malfunzionamento dell'innaffiatore,una volta si era bagnato i vestiti, senza ricevere però nessuna indicazione a riguardo.

Le conseguenze dell'esposzione al prodotto le scoprirà più tardi, nel 2014, quando in seguito ad una visita medica per delle strane macchie sulla pelle, si vede diagnosticato un linfoma non-Hodgkin.

Un'arma invisibile


La nostra dipendenza da cellulare trasforma la tecnologia wireless in un'arma invisibile che sta distruggendo la natura

Vi è una crescente evidenza che la nostra dipendenza dai telefoni cellulari potrebbe avere un impatto sulla funzionalità del cervello ed essere la causa di: 
  • stress
  • ansia
  • insonnia
  • mancanza di attenzione e concentrazione
Ora un nuovo rapporto ha scoperto che non siamo gli unici esseri viventi a essere interessati dalla nostra crescente dipendenza dalla tecnologia wireless.

Mammiferi, uccelli, insetti e persino piante sono probabilmente danneggiati dalla radiazione elettromagnetica ( EMR ) che emana da, 

Dal Britannia alle privatizzazioni passando per il Ponte…


I primi a lanciare l’allarme sul Ponte Morandi sono stati i responsabili di «Autostrade per l’Italia» nel 1994. La società all’epoca era pubblica.

Motivo dell’allarme: il ponte era stato progettato per sostenere un traffico giornaliero di 20 mila automezzi, mentre già nel 1994 ne passavano 60 mila.

A seguito dell’allarme il governo di Silvio Berlusconi (1994-1995) stanzia 40 miliardi di lire per interventi di urgenza, e subito dopo approva il progetto chiamato «Passante di Genova».

Cominciano così bandi, commesse, appalti e tutto ciò che serviva per iniziare i lavori.

Ma il governo Berlusconi cade nel 1995, e arriva per un solo anno quello di Lamberto Dini (1995-1996), per poi lasciare il posto a Romano Prodi (1996-1998).

Il ministro dei Trasporti e della navigazione (1996-1998) è un certo Claudio Burlando del PD, ex sindaco di Genova (1992-1993) ed ex governatore della Regione (2005-2015).

Iniziano così le prime forti opposizioni al progetto che arrivano dalla sinistra radicale, con in testa Rifondazione Comunista, che nel governo aveva un certo peso.

Le armi segrete a fulmine guidato


Questo tipo di Warfare ha la particolarità di poter essere così astuta, da essere difficilmente riconosciuta come arma di battaglia
(Weapon Group NATO Von Kàrmòn Comittee 1961)

New Jersey – Scienziati e ingegneri del Picatinny Arsenal* sono impegnati nella creazione di un congegno che per distruggere il proprio bersaglio farà abbattere su di esso fulmini stimolati da raggi laser. Soldati e appassionati di fantascienza, questo fa per voi.
Non ci stanchiamo mai dei fulmini che disintegrano i nostri obiettivi simulati,” 
ha detto George Fischer, lo scienziato responsabile del progetto.
 
Un Canale al Plasma Indotto da Laser (LIPC) è ideato per eliminare obiettivi che conducono l’elettricità meglio dell’aria o del terreno che li circondano. Come hanno fatto gli scienziati ad imbrigliare il percorso apparentemente casuale dei fulmini e a cosa serve il laser? Per comprendere la tecnologia è utile qualche fondamento di fisica.

I caschi bianchi ampliano la campagna false flag


Una cinquantina di bambini sono stati rapiti dai caschi bianchi di al-Nusra per essere uccisi davanti alle telecamere. La campagna dei caschi bianchi di “finta sospensione”, di rapimenti ad Idlib continua e si espande. Negli ultimi dieci giorni, media affidabili hanno denunciato la campagna di rapimenti di massa condotta da Jabhat al-Nusra e da altre bande terroristiche a Idlib. 

Tali bande di al al-Qaida sono impegnate in rapimenti di giovani col pretesto che intendevano partecipare al processo di riconciliazione guidato dal governo siriano. Fonti di Idlib indicano anche la probabilità di usare i rapiti, forse 1000 siriani, come vittime di un imminente attacco chimico inscenato. 

Tale campagna malvagia si è estesa anche al rapimento di decine di bambini a Idlib e villaggi vicini par mano delle stesse bande terroristiche, compresi i caschi bianchi. Tre bambini di una famiglia di Tarmin, villaggio nelle campagne di Aleppo, furono rapiti. Altri bambini furono rapiti dal villaggio di Zerba e dal campo di Qah di siriani sfollati al confine con la Turchia. 

Nel frattempo, i resti dei caschi bianchi (portati illegalmente da Israele in Giordania e sparsi in Paesi occidentali come Germania e Canada) chiesero che i membri venissero concentrati in specifiche aree di Idlib, dove prevedono di registrare i loro omicidi nell’ambito di una nuova bufala chimica.

Lampi di guerra sul Mediterraneo con “l’assordante silenzio” dei media italiani

Untà navali USA in Mediterraneo

Quello che sta accadendo nel Mediterraneo con l’accumulo di forze navali da parte degli USA e dei loro alleati (Francia e Regno Unito) da una parte e della Russia dall’altra parte, con reciproche minacce e tensione fortissima in vista di un prossimo ennesimo attacco USA contro la martoriata Siria, sembra sia qualche cosa di lontanisimo dall’Italia, come se fossero avvenimenti che si stiano verificando in Alaska o in Indonesia.

Si ricava questa sensazione nel vedere le zero notizie su questi importanti avvenimenti che si verificano alle porte di casa nostra ma che non trovano alcuno spazio nei media italici, che al contrario danno molta importanza a qualsiasi “scoreggia” di Roberto Saviano o al lancio di uova contro qualche immigrato africano che diventa un caso mediatico di melodramma nazionale a sprezzo di ogni ridicolo.

mercoledì 29 agosto 2018

Un modello per tutte le “salse”.

La caratteristica ambientale infrastrutturale frattale espansa è... l’esempio.
Ciò che scambi, ormai “qua, così” per una sorta di banalità.
Ciò a cui non dai più peso, retta, significato. Ciò che ti attraversa, come uno “sciame di neutrini”... senza per/con questo destare la “tua” benché minima “attenzione, curiosità, consapevolezza”… 
La conseguenza (questo “tuo” atteggiamento) di ciò che “è già successo” (l'avvento della ragione fondamentale compresente, immanifest3, sotto dominante = sia dominante che sottodominante, sempre sotto – alla – dominante). 
Qualcosa di assolutamente già dimenticat3. 
Qualcosa di assolutamente sempre (sempre) ricordat3, anche se “qua, così”, dalla/nella similitudine “memoria frattale espansa”: 
una qualità della tri-unità "sistema operativo frattale espanso" (l’anello che permette la congiunzione In-Organica “intenzione, desiderio, idea, pensiero vs azione, fisica, ‘fare’, etc.”. 
Un programma. Una App. Un dispositivo. 
O, meglio, come (ti ricorda) un programma, una App, un dispositivo

Trovare il centro


"Cosa penso? Cosa sento? Chi è che pensa e che sente?"

Nel momento in cui ti poni queste domande sei già nel tuo centro, sei già un passo fuori dalla calamità delle emozioni, dal turbinio dei pensieri. Fai un passo fuori dal sistema così che tu possa vedere il sistema per quello che è. Automatismi.

A quel punto non resta che esserci e godersi lo spettacolo. Un centro non è qualcosa che possa descriversi facilmente, non è uno stato di pace, beatitudine e satori. E' semplicemente che ci sei e 'vedi'.

Per accedere a facoltà superiori della coscienza non hai che da guardare e fare spazio. Sì, ci sono esercizi, tecniche e insegnanti che uniranno i puntini mentre avanzi nel buio per farti vedere un disegno, ma il disegno cambierà di continuo e potrà, spesso e volentieri, non avere alcun senso per te.

La paura collettiva

(Immagine presa dal web)
 
La nostra è una società dominata dalla paura. Ciò è, innanzitutto, frutto dell'identificazione più o meno totale dell'uomo con la propria mente e i suoi pensieri. Ma ad aumentare queste paure, in un clima di inconsapevolezza, contribuiscono sicuramente gli strumenti utilizzati dall'alto per manovrare le masse: fra questi, i più diffusi sono i mass media con i loro reportage.
 
Il metodo utilizzato per asservire le persone ai voleri dei pochi che comandano, è sicuramente quello consistente nel creare dei simboli contro i quali aizzare la popolazione, una sorta di capro espiatorio più o meno reale, non importa, ciò che importa è che ci sia qualcosa sulla quale far sì che la popolazione possa riversare il proprio odio, la propria ira repressa, la propria frustrazione.
 
Ai simboli e al metodo dividi et impera, il popolo è già abituato, ciò grazie alla creazione di club sportivi che, lungi dall'unire in attività ricreative e salutari, creano, invece, delle fazioni avversarie. Si assiste ad una sorta di ammaestramento collettivo, una sorta di riflesso condizionato, un pò come i cani di Pavlov, in base al quale ad ogni stimolo specifico, dall'alto potranno ottenere una risposta controllata.

Un cucchiaio di aceto di mele al giorno per 60 giorni può far scomparire tutti questi problemi


Come ho spiegato in molti articoli l’aceto di mele è molto diverso dall’aceto di vino: quest’ultimo è ottimo per fare le pulizie in casa ma non ha niente a che vedere con il potere terapeutico dell’aceto di mele.

Probabilmente lo hai nella tua cucina e lo usi semplicemente come condimento nelle insalate, ma in verità puoi farci molto di più: è in grado di curare il singhiozzo, alleviare i sintomi del raffreddore, favorire la perdita di peso e prevenire le malattie cardiache.

L’aceto di mele, chiamato anche Apple Cider Vinegar, o aceto di sidro di mele, deve essere composto dall’intera mela non solo dalla composta per ottenere i migliori benefici.

10 Benefici dell’Aceto di mele. Un cucchiaio al giorno
Ecco SOLO ALCUNI dei vantaggi che ottieni consumando un cucchiaio di aceto di mele in un bicchiere d’acqua una volta al giorno 10 minuti prima di mangiare:

Beppe Grillo e «Paraculum 100 CH»


Lettera all’Ordine degli psichiatri italiani

Alzheimer? Demenza senile precoce? Utilizzo di stupefacenti? Abuso di psicofarmaci? Sostituzione con un clone? O più semplicemente il Re è completamente nudo?

Ai posteri-elettori l’ardua sentenza…

Mi riferisco all’ultima gravissima sparata di Giuseppe Grillo, ex comico, ex padre spirituale del «Movimento 5 stelle», e da ieri anche ex cervello pensante.

Una presa di posizione inquietante, sotto forma di post intitolato «Fate ordine» scritto assieme al suo neurologo. Già questo è un indizio interessante sulla sua attuale situazione...
Grillo e la «scientificità»
Il guru del «finto-cambiamento» parte in tromba sul concetto di scientificità.

Egli (forse assieme al suo neurologo) avrebbe in queste giornate afose e calde
«riflettuto molto sulla difficoltà a comprendere il significato della parola scientifico da parte delle persone. E’ stato disorientante, preoccupante e quasi penoso, assistere ad una degenerazione del dibattito così profonda».

Conflitto d'interessi: ecco i medici finanziati da Big Pharma


Per ragioni di trasparenza e di corretta informazione ai cittadini, il Codacons ha deciso di pubblicare sul proprio sito, la lista dei medici italiani e delle fondazioni, università e istituti finanziati dalla casa farmaceutica Glaxo-Smith-Kline nel 2015, 2016 e 2017, così come diffuso dalla EFPIA. Il Codacons inoltrerà questo elenco all’Anac, a seguito dell’esposto già presentato per conflitto di interessi nei confronti del presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Gualtiero Ricciardi.

La EFPIA (European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations) è infatti un’associazione delle industrie farmaceutiche, con una rappresentanza diretta di 33 associazioni nazionali e 40 case farmaceutiche leader, caratterizzata da forte accento sulla trasparenza che richiede ai propri affiliati. Proprio per rispondere a questa richiesta che la Glaxo-Smith-Kline ha reso pubblici, fra le altre cose, anche gli elenchi dei medici italiani che nel 2015/2016/2017 hanno ricevuto finanziamenti (a titolo di servizi, consulenze, eventi vari).

Bitcoin e Globalismo


Nel mese di luglio di quest'anno il Fondo Monetario Internazionale ha scioccato alcuni analisti economici con l'annuncio che l'America non sia più 'il primo motore di crescita economica al mondo.' Tale asserzione pungente è del tutto in linea con la descrizione dell'ultimo vertice del G20; gli Stati Uniti stanno svanendo per lasciare il posto a paesi come la Germania e la Cina che unendo le forze colmeranno il vuoto di potere. Ho scritto di questa crescente relazione tra i suddetti stati e la demolizione controllata in corso dell'economia americana in un recente articolo.

Trovo interessante il fatto che ancora una volta il Fondo Monetario Internazionale abbia colto la palla al balzo per perpetuare l'idea di un imminente fallimento degli Stati Uniti, proprio come spesso spinge il concetto di un unico sistema di valuta globale che soppianti il dollaro come riserva mondiale. La contro-argomentazione più comune in cui mi imbatto quando discuto di questi argomenti è che "il FMI è un'organizzazione governativa controllata dagli Stati Uniti, dunque non minerebbe mai l'autorità degli Stati Uniti."

Ovviamente, queste argomentazioni denotano ignoranza.

I partiti al governo in Germania perdono elettori


La popolarità della coalizione di governo in Germania ha raggiunto un record negativo. 

L’opposizione, al contrario, in generale rafforza le sue posizioni. Ed è impossibile immaginare cosa dovrebbe accadere per cambiare questa tendenza. Questa situazione ricorda in qualche modo una nave che sta affondando lentamente, finita prima su una scogliera chiamata “rifugiati”, ma che finora è rimasta a galla. Fino a un certo punto, questa situazione è ammissibile, ma una volta in tale situazione la nave si capovolgerà. Lo stesso, molto probabilmente, accadrà con la coalizione di governo in Germania. Se si tenessero oggi le elezioni, non otterrebbe la maggioranza parlamentare.

Quando non c’è margine di forza, e non c’è consenso nemmeno tra i partiti “gemelli” della CDU della Cancelliere Angela Merkel e CSU del Ministero degli Interni Horst Seehofer, entrambi partiti “Cristiani”, per non parlare dei sospetti Socialdemocratici (SPD), allora la ragione del crollo del Gabinetto può essere trovata molto rapidamente.

SIRIA: Di nuovo guerra. Causa la rabbia di Bibi.


Diverse migliaia di estremisti forniti di armamento pesante e veicoli blindati sono ammassati in previsione di un’offensiva contro Hama e Aleppo”, segnala Alexei Tzygankov, capo del Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria.

Da giorni i russi segnalano la ricomparsa di “islamisti” armati e pronti a straziare ancora la Siria, mentre l’esercito nazionale di Siria si prepara ad eliminare l’ultima roccaforte del (cosiddetto) Isis a  Idlib; ed accusano apertamente ed ufficialmente gli Usa, come mai era avvenuto prima.
(L’Antidiplomatico ha seguito bene l’evolversi della pericolosa situazione:
https://www.lantidiplomatico.it/argnews-siria/20/10/59/
Perchè di nuovo la scusa delle armi chimiche
Igor Konachenkov, il portavoce del ministero Difesa, ha segnalato da giorni la preparazione di un   falso uso con armi chimiche di ci incolpare Assad, indicando perfino il numero delle bombole di cloro (sono “otto, trasportate nella località di Halluz”, situata a pochi chilometri da Jisr al-Shougur:   ricordate questo numero) e la ricomparsa dei Caschi Bianchi (o loro imitatori) “nella località di Hbit”, con specialisti stranieri anglofoni, “esperti in manipolazioni di sostanze tossiche della ditta britannica Olive”, per “girare video da diffondere coi media del Medio Oriente in lingua inglese”.

Riunione a Milano fra Orban e Salvini: Soros mobilita le sue ONG per contestare l’incontro

Proteste contro Orban e Salvini organizzate da Soros


Il primo ministro ungherese Viktor Orban ha dichiarato martedì che l’Europa ha bisogno di una nuova Commissione europea e di un nuovo Parlamento che difenda la protezione delle frontiere e l’arresto delle migrazioni.
 
La sicurezza dell’Europa dipende dal successo di (Salvini)”, ha detto Orban in una conferenza stampa congiunta con il ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini a Milano.

Prima dei colloqui, Orban aveva dichiarato di non vedere l’ora del suo primo incontro con Salvini, che ha definito “il suo eroe”.
Voglio fortemente incontrare Salvini , lui è il mio eroe, la mia anima gemella, lo ammiro molto, penso di avere qualche esperienza che vorrei condividere con lui”, ha detto Orban prima dell’incontro con Salvini.
Viktor Orban ha perseguito una linea dura verso i migranti da quando la crisi dei rifugiati è scoppiata in Europa nel 2015. Dopo che centinaia di migliaia di migranti sono entrati in Ungheria, Budapest ha costruito una barriera di confine lungo la sua frontiera meridionale per fermare l’afflusso.

venerdì 24 agosto 2018

Principio e anello di congiunzione organico


Con questo Bollettino inizia una disamina frattale espansa molto (molto) particolare. Si potrebbe dire, una “evoluzione”, uno “step di crescita”, un passo in… “avanti”, etc. 
O, forse, più semplicemente, il raggiungimento/congiungimento di una consapevolezza altra (né migliore, né peggiore, tuttavia diversa da "prima", perlomeno in qualcosa che occorre proprio mettere a fuoco, poiché causale, centrale e portante). 
L’intuizione non viene da sola; quando non è un fulmine a ciel sereno, è il risultato di un certo “cammino (inclinazione)”.
La prosecuzione lungo la “via”. 
L’oltrepassare una “curva”, con la relativa espansione della prospettiva (ciò che “non risultava”, prima). 
Quindi, la “crescita” non è un fenomeno unico, ma (ma) di più, è un iter che sfocia nella conferma di quello che si “fa (pensi e fai, in coerenza)”.
Qualcosa che può essere scambiat3 anche per altro, quando la crescita è all’interno del paradigma AntiSistemico, e la consapevolezza è pressoché azzerata (alias, è anch’essa AntiSistemica e “tu” sei, quindi, solo l’ennesima sottodominante). 
Come puoi essere cert3 di non essere sempre nel solco dell’aratro “qua, così”? 

I maestri, l'unicità e la grandezza


Da una converazione con i miei maestri di qualche giorno fa:

(Giorni fa vi avevo chiesto dello scopo dell'esistenza umana, e voi mi avete detto di aspettare qualche giorno, ecco ho aspettato una settimana circa adesso potete rispondermi?)
"Si, aspettavamo che fossi meno stordito, meno apatico e distratto, aspettavamo che fossi più qui con noi che fuori con le altre voci del tuo mondo"
(cioè?)
"Così avresti capito meglio la risposta, prima non avresti potuto sentirla affatto. Il senso dell'esistenza si riassume nel fatto di sentire la propria voce, e non quella degli altri dentro di te. Ultimamente hai avuto troppi 'altri' dentro, non trovi?"
(In che senso?)

Ricomincio da capo

(Immagine presa dal web)
 
Ognuno di noi ogni giorno fa del suo meglio per riuscire a raggiungere i traguardi che più gli stanno a cuore: avere una famiglia, successo nel lavoro, figli, prestigio, vacanza dei sogni, vincere un torneo sportivo per il quale ci si è allenati e condizionati per anni. Spesso, se si persevera e si alimentano i propri progetti col fuoco della passione, si riesce ad ottenere tutto quello che si vuole, senza limiti. L'UNICO LIMITE, INFATTI, SIAMO NOI CON LE NOSTRE CREDENZE, BASTA ANDARE OLTRE PER POTER REALIZZARE L'IMPOSSIBILE.
 
Ma succede spesso che il partner ci lasci, il lavoro non decolli come avremmo voluto, i figli non arrivino o siano problematici e di tornei sportivi non se ne riescano a vincere granché. In queste situazioni la differenza la faranno la flessibilità mentale e le capacità adattive del soggetto che vivrà questi tipi di esperienze all'apparenza fallimentari.
 
Dietro quello che può sembrare un dramma agli occhi di una persona comune, quella, per intenderci, che non ha mai fatto un serio lavoro su di sé e che ama magari lamentarsi traendo spunto dai propri fallimenti per lasciarsi commiserare con gioia masochistica, si nasconde un'opportunità di crescita, una sorta d'iniziazione per coloro i quali, invece, di lavoro su di sé ne hanno svolto e con risultati soddisfacenti.
 
Ma cosa fa la differenza fra il deprimersi e l'avere la forza di voltare pagina quando, ad esempio, il partner decide di lasciarci oppure non riusciamo ad ottenere risultati in ambito sportivo? Sicuramente le convinzioni limitanti e ciò che avremo pensato della nostra situazione di Vita faranno, come al solito, la parte del leone in questo delicato equilibrio emozionale.

La maschera alla curcuma che elimina brufoli, punti neri e ringiovanisce la pelle



Questa è un’antica ricetta Ayurvedica usata per la cura del viso ed è in grado davvero di rinnovare completamente la nostra pelle. La curcuma è secondo alcuni ricercatori la pianta medicinale più curativa al mondo e le sue applicazioni principali sono come antinfiammatorio, anticancro, digestiva, depurativa, rigenera il cervello, elimina la candida, protegge il cuore e tiene lontana la depressione.

Le maschere di bellezza della curcuma sono state usate in tutta l’Asia per secoli. Sono conosciute nelle tradizioni cinesi e indiane e sono un elemento della medicina ayurvedica. Nell’Asia meridionale, le maschere di curcuma sono sempre state parte integrante dei preparativi per il matrimonio della sposa, poiché le conferiva un aspetto immacolato e luminoso nel suo grande giorno.

COMUNICATO ddl Patuanelli-Romeo. Disposizioni in materia di prevenzione vaccinale


L'esito delle elezioni del 4 marzo ha generato in gran parte di noi l'idea che si potesse finalmente aprire un canale di ascolto fra le istituzioni e le persone, quelle persone che hanno fatto della loro battaglia per la libertà di scelta vaccinale un momento di crescita individuale e sociale, che nella partecipazione attiva ai convegni, alle manifestazioni, alle riflessioni comuni, hanno maturato la consapevolezza delle proprie scelte. Tutto questo ha fatto riscoprire anche un certo modo di fare politica e ha decretato il successo di chi ha saputo ascoltare queste persone.

Così, dopo un anno di sofferenze e di battaglie estenuanti, su ogni fronte, dalla salvaguardia dei diritti fondamentali in difesa dei bambini, della famiglia, della salute, ci siamo incamminati con fiducia in un percorso di condivisione di contenuti per tracciare una via sostenibile alla revisione della legge 119: abbiamo accettato l'idea di un percorso che doveva avere delle tappe fondamentali e stabilire delle priorità, fra queste, prima di ogni altra cosa, riportare la serenità nelle famiglie, nei nostri bambini, ristabilendo la pace sociale.

Dalle pandemie inventate al focolaio di polio?


La memoria per le notizie importanti e significative è sempre più labile, e si sta lentamente cancellando per far posto a spazzatura mentale e pseudonotizie, molto più comode e funzionali al Sistema.

La maggior parte delle persone ha dimenticato le «pandemie» di un recente passato che avrebbero dovuto, secondo le dichiarazioni di esperti e della stampa mainstream, falcidiare la popolazione mondiale. Mi riferisco alla sars, all’aviaria e alla suina.

Figuriamoci se possiamo rimembrare pure lo scandalo che ha investito la massima autorità mondiale della salute pubblica: l’OMS.

L’Organizzazione all’epoca aveva nominato commissario John Mackenzie che giocò un ruolo fondamentale a maggio 2009 nel dichiarare l’influenza H1N1 «pandemia».

Trucchetti imperialisti: “Ricorda Pearl Harbor”, “Mai dimenticare il 9/11”, “Ha stato Putin”


“Remember Pearl Harbor” era il mantra usato per arruolare la popolazione statunitense nella guerra imperialista nel Pacifico. Gli Stati Uniti riuscirono trionfalmente a far emergere la forza imperiale giapponese nel conflitto militare costringendo il Giappone con l’embargo commerciale, la propaganda di guerra e le provocazioni militari quando divenne ovvio che gli interessi dell’impero giapponese entrarono in collisione coi propri. 

C’erano molti fili comuni tra l’impero giapponese e l’impero degli Stati Uniti. Entrambi erano veementemente anticomunisti, colonialisti e militaristi. Non potevano esserci due imperi capitalisti nel Pacifico. Le immediate azioni statunitensi dopo la guerra, che avrebbe combattuto l’imperialismo giapponese, indicano chiaramente che gli Stati Uniti c’erano per dominare il Pacifico: la devastante guerra coreana volta a uccidere le forze comuniste dalla penisola provocò la morte di 1/4 della popolazione coreana, le politiche coloniali degli Stati Uniti contro le nazioni del Pacifico e oltre, e l’inizio della Guerra Fredda con l’URSS e i suoi alleati. Gli Stati Uniti invasero il Giappone per dichiararsi il grosso cane nel Pacifico e oltre. Dopo la guerra, i due imperi divennero uno.

Armi per un trilione di dollari: la Cina minaccia l’economia USA


© Sputnik. Vitaly Ankov 

Dopo la Russia a rifuggire le obbligazioni di stato USA è la Turchia. Dopo che Washington ha provocato nel Paese il crollo della valuta nazionale, Ankara ha venduto questi titoli per quasi 4 miliardi di dollari.

Al momento tutta l'attenzione è rivolta alla Cina: qui, infatti, i danni derivanti dalla guerra commerciale avviata dalla Casa Bianca sono di centinaia di miliardi. Pechino possiede un'arma potente: un pacchetto di obbligazioni di stato americane del valore di 1,2 trilioni di dollari. Se la Cina cominciasse a svenderle, la Casa Bianca non sarebbe in grado di prendere in prestito fondi per la stabilizzazione del proprio budget. Sputnik vi spiega perché sempre meno Paesi intendono fare credito agli USA e cosa succederà se la Cina ridurrà anche solo parzialmente i propri investimenti nel debito americano.

La Russia ha dato l'esempio

L’Italia cade in pezzi ma la farsa del “buonismo” e dell’accoglienza non finisce mai


L’ITALIA CADE A PEZZI, LA POVERTA’ DILAGA MA IL PD CONTINUA LA FARSA DELL’ACCOGLIENZA. TONINELLI UMILIA SALVINI CON IL SUO CONTRORDINE ALLA NAVE DICIOTTI.

Con quale autorità il ministro Martina, facente parte di un partito bocciato da tre quarti del popolo italiano alle scorse elezioni, abbia osato recarsi al porto di Catania per accusare il ministro Salvini di tenere in ostaggio gli immigrati è un fatto moralmente inaccettabile.

Il risultato delle elezioni del 4 marzo ha premiato il ministro Salvini che dalla maggioranza dei cittadini ha ricevuto il mandato per fermare l’immigrazione anomala che continua inarrestabile da 40 anni. Gli italiani che non condividono più la linea politica e fedifraga del Pd sanno ormai che questa ’immigrazione è il risultato di un complotto internazionale che negli anni è diventata un incubo per milioni di cittadini in quanto costretti ad una sorta di coprifuoco serale per i rischi che donne e bambini corrono nel muoversi per le strade delle loro città.

Ho un orribile presentimento: nessuno ricostruirà il Ponte Morandi. E Salvini in galera.


Allora, sunteggiamo le iniziative della magistratura.

Il pm di Agrigento sale sulla Diciotti e apre un fascicolo “contro ignoti” per “sequestro di persona”.
Ha di mira Salvini, ovviamente.

Pm di Genova: manda la Finanza negli uffici di Autostrade a sequestrare “computer e telefonini” della dirigenza.

Otto giorni dopo il collasso del Ponte Morandi. Dicesi otto giorni.

Tanto tanto tempo per cancellare le email, far sparire i video (già fatto), azzerare i server, insomma far sparire prove? Domando, mi limito a domandare.

Commento di uno che passa (io non c’entro, signor giudice):
In un paese normale la magistratura avrebbe sigillato immediatamente uffici e server di Autostrade per l’Italia, per evitare manomissioni e distruzione di prove”.
Se durante lavori ristrutturazione di un condominio si stacca cornicione e ci scappa il passante morto giorno dopo sono indagati per omicidio colposo: Amministratore Condominio, Ing. Direttore dei lavori, Responsabile Sicurezza Cantiere, Titolare Impresa. A Genova ad oggi nessuno”: un ex amministratore di condomini. Lo perdoni, signor giudice.
Un altro:

martedì 14 agosto 2018

Quello strano “tuo” atteggiamento platonico.

Senza “Rete”, senza “segnale”, senza “connessione”… sei senza “informazione”. Ignori quello che “è già successo”. Ignori ogni dibattito in corso. Ignori persino “che tempo farà più tardi”. 
Senza Internet, ormai, sei tagliat3 fuori dalla “diretta”. 
Eppure, per millenni l’umanità ha vissuto senza. 
Quindi, credi davvero che l’evoluzione tecnologica costituisca della autentica e sostanziale differenza (cambiamento, evoluzione), rispetto a ciò che sembra essere stata la normalità precedente? 
“Qua, così” vengono ricordate delle “rivoluzioni” praticamente in ogni ambito dello scibile. Qualcosa che ha comportato un “miglioramento”. 
Dalla tradizione orale, a quella disegnata, scritta, stampata, digitalizzata, trasmessa, etc. l’informazione è sempre stata (ed “è”) trattata come asset di scambio basilare: 
una questione di memoria collettiva, dalla quale deriva l’esperienza... che comporta l’imparare dal passato, senza più decadere nei passi falsi già compiuti.
Ora, se (se) tutto questo corrisponde all’unico grado di autenticità... allora, perché – all’inverso – la storia dell’umanità è (sempre stata) una vicenda d’ingiustizia (giustizia di parte)? 

La chiave della costante felicità (Lester Levenson)


[..] e la chiave è questa: quando capite cos'è la vera felicità allora siete capaci di generarla a comando.

Poi inizierete a farlo sempre di più fin quando non diverrà stabile dentro di voi. Ma rimane il fatto che dovete capire cos'è davvero la felicità. Quando lo sapete andate a cercarla là dove si trova piuttosto che dove non si trova. E' il fatto di continuare a cercarla dove non c’è che vi fa cadere di continuo. Quindi cos'è la felicità?

Molta gente lo chiama piacere ma in realtà questo non è altro che fuga dal dolore. Quello che molta gente chiama felicità è il fuggire dal dolore attraverso il socializzare, il divertimento, la distrazione, ma ciò che fanno è, in realtà, scappare.

Non possono sopportare di stare da soli con se stessi e i loro pensieri. Devono scappare a vedere un film, in una discoteca, a trovare qualcuno, comunque devono sempre essere in azione, deve sempre succedere qualcosa, devono sempre essere eccitati in qualche modo, così da non doversi confrontare col vuoto e con i loro pensieri.

Paura di vivere

(Immagine presa dal web)
 
 
Oggi viviamo in una società caratterizzata da un'elevata tecnologia e possibilità di comunicare con ogni parte del mondo a tempo di record. Ogni cosa sembra evolvere, almeno a livello tecnologico. A livello umano, però, si può constatare quella che io definisco "paura di vivere". 
 
La paura di vivere nasce in quelle persone che non riescono a staccarsi dalle esperienze passate e continuano a prenderle come esempio per vivere le esperienze future non sapendo che, così facendo, terranno in Vita il passato senza avere, per ciò stesso, la possibilità di fare esperienze nuove e costruttive che possano consentire loro di vivere e gioire della Vita QUI E ORA.
 
La paura di vivere nasce e si mantiene in Vita nel soggetto che la possiede, a causa della mancata elaborazione dell'esperienza che ha vissuto nel passato. Quando non si riesce a dare un significato costruttivo ad un'esperienza passata, più o meno traumatica, si smetterà da quel momento stesso di vivere e si cercherà, per evitare di soffrire in futuro, di congelare tutte le sensazioni e le emozioni legate all'evento vissuto e mai superato.

Forni a Microonde e Salute: Effetti da Considerare

 
Dispositivi innocui o sinistri aggeggi in grado di fare danni sia al livello biologico che nutrizionale? 
 
Una percentuale crescente di persone ha iniziato a prestare attenzione ai consigli degli esperti in salute olistica e sta adoperandosi per smaltire il proprio forno a microonde per via dei rischi causati dagli alimenti cotti con tale modalità.

Noi umani siamo i soli esseri del pianeta che distruggono il valore nutritivo del loro cibo prima di ingerirlo, e tutto ciò avviene anche mediante l'uso delle microonde.
 
Le microonde sono una fonte di energia elettromagnetica (una forma di radiazione non ionizzante) generata elettronicamente. Le microonde scatenano una rotazione delle molecole d'acqua all'interno degli alimenti in cui penetrano. Tale rotazione causa un violento attrito tra le molecole ed il risultato è un rapido incremento della temperatura. 
 
I forni a microonde adoperano particelle super-veloci per irradiare letteralmente l'acqua contenuta all'interno degli alimenti e portarla ad ebollizione. Il loro uso, oltre ad essere stato individuato come causa di infertilità maschile, denatura molte proteine ​​essenziali contenute nei cibi, rendendole praticamente indigeribili.

Medienklagemauer, CH: vaccinazioni, l’altro lato della medaglia


Mentre da noi riprende la bufera… (agosto 2018), ho pensato fosse interessante proporre questo video di “altra informazione”. Il sito propone informazioni, non necessariamente in linea con le visioni prevalenti nel mainstream

Il video segnalato nel seguito, è critico sul tema vaccini ed è  fatto da una tv web (alternativa) svizzera multilingue. Il video è del 2013 e si riferisce ad un referendum per i cittadini svizzeri, sulla “revisione della legge sulle epidemie”, ma continee ovviamente una serie di altre notizie.

Qualche battuta dal video:

Danni da vaccini: “Il negazionismo dilaga nella sanità”


“In 40 anni di medico ho visto bambini morire a causa di morbillo, meningite ecc, ma non ho mai visto bambini perdere la vita a causa di complicanze post vacciniche”. 
L’Onorevole Giorgio Trizzino affronta così il tema della libertà vaccinale, a specchio perfetto della qualità medica italiana. L’Associazione Corvelva da parecchi anni combatte per veder garantita giustizia alle famiglie e nello specifico, da sempre, in maniera dura e decisa, cerca di opporsi al negazionismo dilagante nella sanità.

Si possono leggere sull’ultimo report di Canale Verde (il sistema di farmacovigilanza specifico della Regione Veneto e ritenuto unico per qualità ed eccellenza) queste due semplici righe:  
“Non sono stati segnalati decessi causalmente correlabili nei 22 anni di osservazione, a conferma della sicurezza dei vaccini e delle procedure di vaccinazione in questa regione”.

Questa frase è la medesima espressione di una medicina fallita, oggi rappresentata egregiamente dall’onorevole Giorgio Trizzino, in cui si nega non solo il danno vaccinale ma anche la morte per le vaccinazioni. Nel corso del tempo abbiamo incontrato i casi di almeno 3 famiglie i cui figli sono deceduti a causa delle vaccinazioni (centinaia sono quelle i cui figli sono stati danneggiati e chissà quanti non sono stati riconosciuti per incapacità medica).

L'instabilità di Yellowstone: quali prospettive?

 © AP Photo / Julie Jacobson

Sputnik Mundo ha discusso del comportamento instabile del super vulcano di Yellowstone con Vasily Lavrushin, professore emerito in Scienze Geologiche e Mineralogiche dell'Istituto Geologico dell'Accademia Russa delle Scienze.

— Uno dei problemi più attuali legati ad Yellowstone è la possibilità che nel prossimo futuro si verificherà un'eruzione del supervulcano. Ad Yellowstone ci sono circa 10mila sorgenti calde e geyser. L'attività delle fonti di zolfo indica una forte attività magmatica nelle profondità sotto Yellowstone. Suggerisce l'inizio dell'attività vulcanica nella regione?
Lavrushin: il punto è che si tratta di un focolaio vulcanico giovane e attivo. Non dice se inizia o meno l'eruzione. Un semplice esempio. La valle dei geyser in Kamchatka. E' pieno di sorgenti calde. Naturalmente, relativamente di recente si sono verificate eruzioni nelle vicinanze, ma non sono cose direttamente correlate. Se la temperatura della sorgente è aumentata bruscamente, aumenta la formazione di vapore, può essere uno dei segnali di attivazione, ma nulla dice del numero di sorgenti e della temperatura in un regime stabile.
— Il vulcano Yellowstone è un'enorme fonte di energia vulcanica inutilizzata. Secondo lei, gli scienziati possono utilizzare questa fonte di energia geotermica?

Finestra di Overton sempre più aperta sulla pedofilia


La «Finestra di Overton» («The Overton Window») è una vera e propria tecnologia di persuasione delle masse. Stiamo parlando di «ingegneria sociale»: un modello di rappresentazione delle possibilità di cambiamenti nell’opinione pubblica.

Il nucleo è il seguente: qualsiasi idea, anche la più incredibile e inaccettabile, per potersi sviluppare nella società ha una cosiddetta «finestra di opportunità». Da qui il nome Finestra di Overton.

In tale finestra (window), una idea può essere invisa, attaccata, derisa, discussa, per poi lentamente e paradossalmente andare a modificare la legge in suo favore.

Avviene qualcosa di incredibile all’interno di questa «finestra di opportunità», perché l’idea iniziale passa dallo stadio di «impensabile» a quello di un pubblico dibattito, per poi finire all’accettazione totale da parte della massa, divenendo «normalità».

La cosa più inquietante di tutto questo è che le «idee» nascono sempre da uno sparuto gruppo e a vantaggio solo di pochi, con danni per tutti gli altri…

America pronta alla guerra alla Russia. Ma quale delle due?


Il vice-ammiraglio Charles Richard, insediatosi a capo della flotta di sottomarini USA, s’è insediato il 3 agosto. Ecco quel che ha detto:
Pronti per la battaglia! Questo è stato l’ordine dell’ammiraglio e questo è il mio ordine. Solo grazie alla prontezza al combattimento possiamo impedire lo spargimento di sangue. Il nostro popolo è in attesa e richiede vittoria. Non lo deluderemo!
Da qui il titolo di Sputnik News:
Gli Usa si preparano alla battaglia con la Russia nel Nord dell’Atlantico”. 
Gli atti di vera e provocatoria ostilità del Deep State Usa, della NATO e dei britannici, si moltiplicano. Si va dagli sforzi per staccare le forniture russe di gas all’Europa per sostituirle col gas liquefatto americano, alle manovre congiunte in Georgia, palesemente intese contro Mosca, con l’annuncio che la Georgia, pur non essendo un paese NATO, lo sarà presto; fino alla arrogante imposizione di nuove sanzioni a Mosca con il pretesto più assurdo e inverosimile, l’accusa di aver avvelenato l’ex agente Skripal: con l’umiliante richiesta alla Russia a confessarsi colpevole dell’evento, entro una certa data, se vuole evitare le più gravi sanzioni.

Le sanzioni statunitensi stanno spingendo la Russia in guerra


Il nuovo round di sanzioni questa settimana, scatenato dagli Stati Uniti sulla Russia, ha un solo significato: i governanti statunitensi vogliono schiacciare l’economia russa. Secondo ogni definizione, Washington sta in effetti dichiarando guerra alla Russia.

Le misure economiche implementate potrebbero avere una qualità apparentemente astratta o sterile: vietare le esportazioni elettroniche in Russia, attaccare i mercati finanziari, abbassare i prezzi delle azioni. Ma la conseguenza materiale è che i funzionari americani intendono infliggere danni fisici alla società russa e al popolo russo.

È una guerra economica su scala mobile che procede verso la guerra militare, come il generale prussiano Karl von Clausewitz apprezzerebbe senza dubbio.

Sembra ancor più significativo il fatto che questa settimana abbia visto anche i servizi Internet statunitensi lanciare un’importante pressione sui siti web contro la guerra, suggerendo che i potentati vogliono chiudere qualsiasi critica o consapevolezza del loro sconsiderato agire da guerrafondai.

mercoledì 8 agosto 2018

Bisogna ripristinare le condizioni per avere la fiducia…

Pur non avendo dati oggettivi, diretti, puoi sempre farti un’idea (intuire) del come vadano le cose in ogni ambito del “qua, così”; lo “schema” è, infatti, fisso.
È sempre lo stesso che ricircola (come, del resto, al “è già successo” continuano ad auto succedersi le “cose, ad immagine e somiglianza”). 
Se preferisci, è il famigerato “causa effetto, azione reazione” o, molto meglio, “ragione fondamentale (compresenza immanifesta sotto dominante), dipendenza/conseguenza (loop, interesse)”. 
Dunque... se (se) osservi i cosiddetti “Vip”, una grande percentuale di ess3 – prima o poi – rientra nell’ambito dell’evasione fiscale. 
Che cosa significa = eludono il controllo? No
Fanno i “furbi”. Ci “marciano”.
È diverso, poiché, è il “controllo” a permetterlo, nella sostanza
Dal momento in cui, se lo volessero autenticamente, le Istituzioni sarebbero in grado di risolvere una volta per tutte l’annoso “problema”.
Evasione, vietato indagare: dimezzati gli accertamenti...
Link 
Di conseguenza, questa situazione è “permessa (tollerata)”
Perché?

Posseduti dai pensieri

(Immagine presa dal web)
 
Che la nostra mente sia stata concepita per pensare è scontato, evidente. Quello che non è stato insegnato all'essere umano è il non credere ad ogni pensiero, così si verifica quella che io chiamo possessione. Non possessione diabolica, forse sì, dopotutto hanno molti punti in comune. Ciò che li accomuna è, soprattutto, il fatto che si appropriano della volontà del soggetto che occupano e non gli danno più modo di agire in maniera autonoma e cosciente.
 
Ogni pensiero possiede un'energia tutta sua. Partendo da questa premessa occorre differenziare i pensieri, tanto per usare un linguaggio duale, in positivi e negativi. I primi aumentano i nostri livelli energetici e ci aiutano ad evolvere, facendoci godere delle cose belle della Vita. I secondi, invece, sono proprio come dei buchi neri ed hanno la caratteristica di nutrirsi della nostra energia fino, in alcuni casi, a farci ammalare o morire.
 
Almeno il 90% del genere umano è posseduto e pilotato dai pensieri. Ogni giorno, uscendo di casa, lo si può notare sui volti di chi s'incontra, a patto che non si dorma quanto o più degli altri! Dando per scontato che si sia svegli quel tanto che basta per poter eseguire i programmi quotidiani avendone almeno il 40% di consapevolezza (media già alta in un società di zombie rincretiniti da smartphone e altre cretinerie aventi il solo scopo di lobotomizzare e rendere schiave le masse "alla moda"), si potrà notare l'assenza quasi totale delle persone dalle espressioni dei loro visi.

Finchè hai paura non sei invincibile


Ieri ho visto un film, After Earth, che, per quanto semplice e scontato nella sua narrazione, conteneva alcuni presupposti metafisici spiegati in maniera molto letterale, quasi sfacciata, come se ci fosse un grosso cartello a indicare 'questo è importante, ricordatevene'.

Il film ruota intorno alle figure di alieni particolarmente minacciosi e violenti i quali, ciechi e sordi, possono individuare le loro prede solo attraverso i feromoni che l'animale emette quando è preda del panico e della paura.

Uno dei principali personaggi del film è un uomo senza paura, un uomo che ha il perfetto controllo della sua mente e delle sue emozioni, cosa che gli permette di aggirarsi indisturbato in mezzo agli alieni e di eliminarli. C'è un altro dettaglio poi che mi ha colpito.

Ogni volta che un 'cadetto' ha paura o sente che sta perdendo il controllo della propria mente, il 'protocollo' prevede che egli si metta in ginocchio e che radichi profondamente le sue sensazioni\emozioni nel momento presente, sulle sue impressioni dell'adesso, calmando così la sua paura ed estinguendo le sue immagini mentali terrorizzanti. Direi che questo è un approccio da manuale.