martedì 31 maggio 2016

Respiro e presenza mentale

 
Tutti sappiamo che è possibile digiunare astenendosi dal cibo per più giorni. Sappiamo, altresì, che lo stesso non può avvenire astenendosi dall'acqua: si può smettere, infatti, di bere, solo per alcuni giorni, dopo si rischia la morte per disidratazione. Diversamente vale per il respiro, infatti, non si può smettere di respirare se non per pochi minuti, altrimenti si rischia la morte.
 
Con queste premesse ho voluto cominciare, oggi, il mio nuovo articolo intitolato "Respiro e presenza mentale". Siamo convinti che mangiare e bere siano essenziali finchè non ci tappiamo il naso o ci troviamo all'interno di una stanza con dell'aria viziata. In quel momento ci accorgiamo di quanto sia importante l'aria.
 
La respirazione, però, non è solo fondamentale per il mantenimento in vita del corpo umano. Essa, come vedremo fra poco, se utilizzata in modo corretto e senza alcun abuso, può risultare utile per riportarci NEL PRESENTE, NEL QUI E ORA.

Amore per la Verità - (Manly P. Hall)


"La sola verità può condurre l'uomo alla perfezione. E questa perfezione è il guadagno di colui che dona la propria vita alla verità."
Boezio (filosofo del VI secolo - ndt) descrisse una sorta di presenza radiosa che gli fu accanto fino alla fine dei suoi giorni, dal momento stesso in cui iniziò a dedicare la propria esistenza alla verità.

Nessuno attraversa la vita completamente solo, e coloro che si dedichino ad un servizio disinteressato verso gli altri saranno sempre accompagnati da tale presenza radiosa. Qualcosa che li veglia e li protegge perché lo meritano, perché hanno guadagnato la pace della vita interiore, che resta tale a prescindere da ciò che accade nel mondo esterno.

La verità è viva, e cammina al fianco di chiunque la serva. La verità è una creatura, una potenza, una qualità. E' il modo più dinamico per giungere alla realtà.

Cos'è la verità per noi? Come possiamo comprenderla?

Dalle emozioni (pancia) alla consapevolezza (cuore) per non essere schiavi


ll vortice del cuore ci collega all’intelligenza innata, a livelli di coscienza allargata. Il chakra emozionale (ombelico), è stato manipolato per chiuderci dentro basse vibrazioni emozionali.
Traduco (sintetizzando) quanto segue dalla newsletter di Icke del 13 maggio 2012. Icke è appena tornato dal Perù, dove ha fatto ritorno dopo la prima volta “fatale” del 1991 quando la sua vita cambiò radicalmente dopo una esperienza insolita, una sorta di “illuminazione”. 

Il viaggio è partito da Cusco, la capitale del vecchio Impero Inca nel 15° e 16° secolo, per raggiungere la “città perduta” di Machu Picchu, proseguire per Puno e il lago Titicaca, il lago navigabile più alto che esista al mondo (3964 mt ca., sul livello del mare ).

-----------------
 

“ Da Puno tornammo poi nella vicina Sillustani dove ebbi l’esperienza che mi cambiò radicalmente la vita nel 1991; l’energia ovunque andassimo li intorno, era gradevolissima e potente. Verso la fine del giorno, però, passammo la frontiera con la Bolivia per visitare il sito antico di Tiwanaku (o Tiahuanaco). Qui  energia non era affatto gradevole e questo divenne il tema del giorno.

Prevenire i tumori con la curcuma


La curcuma, spezia dalle numerose proprietà curative e benefiche, interferisce con lo sviluppo delle cellule cancerogene e, indirettamente, grazie ad una dieta equilibrata può proteggere dai tumori. La stessa azione protettiva è svolta da altri alimenti come i broccoli ed i cavolini di Bruxelles.

A sottolineare l'importanza di una alimentazione ricca di composti bioattivi naturali, come gli “isotiocianati”, nella prevenzione dei tumori sono gli esperti riuniti al convegno dal titolo “Alimentazione e tumori: update tra scienza e nutrizione” organizzato dalla Città della Salute di Torino e dalla Rete oncologica piemontese.

Durante il convegno gli esperti si sono confrontati sui meccanismi molecolari che portano all’insorgenza del cancro, sulle proprietà degli alimenti e su come preservare l'azione antitumorale del cibo nella cottura o conservazione.

Bambini disabili nelle scuole + 40% in 10 anni! (Dato UFFICIALE del Miur!)



L’articolo-appello di Nocensura, che condividiamo in pieno e rilanciamo invitando tutti i blogger a fare lo stesso! 

Grazie alla segnalazione di un lettore, abbiamo consultato sul sito del MIUR, cioè del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, un documento, il “Focus” di Febbraio di quest’anno, che dando ampio risalto al fatto che il nostro paese sarebbe stato premiato per l’integrazione degli alunni disabili, rende noto un dato a dir poco SCONCERTANTE, sul quale a nostro avviso non è stato posto la giusta attenzione che meritava la notizia, passata talmente “inosservata”, che anche noi l’abbiamo appresa solo in questi giorni:

Il numero dei bambini disabili presente nelle scuole pubbliche italiane è aumentato del 40% in 10 anni.

Ovviamente, visto che tutti i bambini vanno a scuola, questo significa che è fortemente aumentata l’incidenza delle disabilità, termine omnicomprensivo che mette insieme chi ha disabilità fisiche e disabilità mentali.

Vi riportiamo di seguito quanto potete leggere qui.

L’ultima follia: cacciare i greci dalla Grecia


Paul Craig Roberts è uno degli economisti americani più coraggiosi. In un articolo pubblicato pochi giorni fa e tradotto da L’Antidiplomatico, traccia un nuovo scenario per la Grecia. Sostiene che il dibattito sull’eventuale annullamento del debito greco è strumentale e la posizione in apparenza conciliante del FMI non deve ingannare.

Lo scenario che delinea è molto inquietante: i nuovi “aiuti” sono concessi in cambio di altre misure draconiane – pretese come sempre dalla Germania e con l’attivo consenso dell’Unione europea – e obbligheranno la Grecia a tagliare pensioni e servizi pubblici e a mandare a casa gli impiegati statali.

Questi tagli però non basteranno per onorare i debiti e a questo punto la Grecia sarà costretta a cedere i suoi asset nazionali: porti, aziende pubbliche e isole. Tempo: due anni, in cui il Paese, già in ginocchio, affonderà in una crisi sociale spaventosa, che indurrà i giovani e la popolazione attiva ad emigrare.

Doppio clamoroso scoop del Times e del Financial Times - ''C'è' una piano segreto UE se vince il Brexit: esercito europeo"


LONDRA - Pare incredibile, ma in Italia nessuno avvisa l'opinione pubblica che col Brexit cambierà radicalmente sia la Ue che le sue malridotte istituzioni e che in sede europea si stanno prendendo delle "contromisure" - segrete! - alla cui definizione partecipa anche l'italiana Federica Mogherini.

Bisogna leggere la stampa estera, per scoprirlo, benchè sia escluso che il premier Renzi ne sia all'oscuro, e quindi è plausibile ipotizzare abbia preteso la censura totale. Ma a svelare la notizia con due clamorosi scoop ci hanno ha pensato stamattina due quotidiani britannici.

"I leader europei - rivela in prima pagina il Financial Times - hanno avviato colloqui segreti sul futuro dell'Unione Europea senza Regno Unito, delineando un 'piano B' focalizzato non sull'economia ma su una più stretta cooperazione nella difesa e nella sicurezza. Nelle ultime settimane, tra Hannover, Roma e Bruxelles, ci sono stati diversi incontri segreti ad alto livello per discutere di una risposta comune all'eventuale Brexit, che rappresenterebbe la più grave battuta d'arresto nella storia dell'Unione, iniziata quasi 60 anni fa".

Germania: se la Chiesa fà soldi coi profughi.

 “La lobby cattolica guadagna miliardi coi rifugiati. La maschera di amore per il prossimo, questa pubblica immagine di prendersi cura dei rifugiati, sta anche finanziando una gigantesca ‘industria della carità’ sotto l’ombrello organizzativo delle chiese”: 
Petr Bystron, che spara questo siluro, è il capo della sezione bavarese di AfD (Alternative fuer Deutschland). Se il commento sembra aspro, si deve aggiungere che è stato provocato.

Articoli di giornale hanno rivelato che le “due Chiese ufficiali” (sic), cattolica e luterana, stanno ricoverando nelle loro dependances una quantità di immigrati cui è stato rifiutato il diritto d’asilo, e che dovrebbero essere espulsi. Ossia stanno violando le leggi, mentre le “due Chiese” ricevono centinaia di milioni in denaro pubblico per la loro opera di ‘carità verso i rifugiati’.

E’  una ‘industria’ che in Italia conosciamo, che dà lavoro a decine di migliaia di “volontari”, specie del Sud (e se votano per il ministro Alfano, il gran distributore di profughi presso le sue clientele sicule) che possono aprire cooperative di accoglienza, ricevere i soldi dello Stato per ogni ‘anima’ che alloggiano; è noto che per non perdere i lucrosi assistiti, queste organizzazioni della disinteressata misericordia, appena ai loro protetti viene respinta la domanda d’asilo, li aiutano a fare ricorso su ricorso; data la lungaggine della ‘giustizia’ da noi, sono sussidi garantiti per anni per ogni testa e stipendi di ‘volontari.’ Mario Giordano ci ha scritto un libro-inchiesta, Profugopoli, dove tra l’altro cita un  tal Paolo Di Donato, ex politico beneventano, che grazie agli immigrati e i clandestini che ‘gestisce’ nel suo consorzio Malaventum, guadagna 24 mila euro al giorno e gira in Ferrari (naturalmente è alfaniano).

Le forze nucleari degli USA sono gestite con floppy disk degli anni ’70

20160526_cybersec_0 
Un nuovo rapporto del governo dipinge un quadro inquietante dei sistemi informatici utilizzati dagli Stati Uniti. Il rapporto di 87 pagine del Government Accountability Office (GAO) seriamente intitolato “Le agenzie federali devono affrontare l’obsolescenza dei sistemi di gestione“, è stato strombazzato dal Congresso che vuole sapere come vengono spesi 80 miliardi di dollari dei contribuenti, ogni anno, per le tecnologie dell’informazione. 

Gli estensori del rapporto analizzano con durezza le tecnologie informatiche utilizzate dalle agenzie governative come dipartimento della Giustizia, del Tesoro, Social Security Administration e dipartimento dei Veterani, scoprendo che la maggior parte del denaro viene speso per mantenere sistemi vecchi di oltre 30 anni e che le agenzie non hanno piani per modernizzarli o sostituirli. 

Ma forse le informazioni più allarmanti riguardano il dipartimento della Difesa (DoD), che controlla le 7100 testate nucleari e termonucleari della nazione. Il GAO ha scoperto che il Sistema di Comando e Controllo Strategico Automatizzato (SACCS), il sistema informatico che 
coordina le funzioni operative delle forze nucleari degli Stati Uniti, come ad esempio missili balistici intercontinentali, bombardieri nucleari e velivoli di supporto“, 
utilizza ancora floppy disk da 8 pollici. Come questo:

La ricompensazione.

Contraccambio...
Malasanità, 500mila morti evitabili in Ue.
Continua l’allarme malasanità in Europa:
secondo gli ultimi dati su 1,7 milioni di persone morte sotto i 75 anni di età, ben 577mila si sarebbero potute salvare se avessero ricevuto le cure adeguate...
Link
Sei in un piano perfetto.
  
Nella suprema “arte della guerra”, by dominante, dove… la guerra sta progressivamente diventando “pace”, ossia, incanto.
A suon di “evoluzione dei diritti civili”, strombazzato dai Media e dalla scienza deviata, ti sei convinto/a che tutto questo corrisponda a solida realtà. A qualcosa che “nel momento del bisogno”, puoi contarci solidamente.
Nulla di più imperfetto, poiché… la perfezione, a capo della forma reale manifesta “qua, così”, prevede anzitempo che “tu sia sempre inquadrato/a in un mix sensoriale, tale da indurti a ‘credere’”.
Tu, infatti, credi che sia “così, come te lo fanno immaginare” ed, in questo, conferisci un certo “spessore reale” a qualcosa che è del tutto virtuale, di parte ed assolutamente perfetto... come una idea senza peso fisico (ma… “lato dominante, centrale”).
È come ricevere un “bonus, aprendo un conto per scommettere, online”.

lunedì 30 maggio 2016

Mantieni pulito il tuo giardino

(Immagine presa dal web)


Viviamo in un mondo dominato dal giudizio. Questo giudizio lo esprimiamo sia verso noi stessi che verso gli altri. Ciò ci porta a spostare la nostra attenzione all'esterno, come se le nostre azioni nascessero in maniera automatica e non, come invece accade, dopo un processo decisionale interno a noi.

Possiamo immaginare la nostra parte spirituale, racchiusa in noi e che pochi riescono a ricontattare, come un giardino segreto. Questo giardino si trova, come già detto, dentro di noi ma non ce ne accorgiamo per due motivi:
1) siamo persi nel sogno della nostra Vita e in esso disperdiamo le nostre energie quanto il nostro tempo; 
2) fissiamo la nostra attenzione sugli eventi esterni credendo, ciò accade alla maggior parte degli esseri-zombie di oggi, che tutto sia governato da forze a noi estranee e casuali.
La conseguenza di ciò sarà che il nostro giardino interiore verrà trascurato e, a volte, abbandonato.

Proprio là, invece, si trova la nostra salvezza, la nostra gioia incondizionata. In esso solo, infatti, risiede la pace e l'equilibrio. Esso è un luogo silenzioso, solitario. Al suo interno dimora, da sempre, DIO. Perchè non tornare a casa, allora?

“Il tempo, ci dicono alcuni esperti, sembra quasi che stia accelerando.” (David Parcerisa)


Le energie oscure sul pianeta hanno perso il loro potere di mantenere la coscienza orientata negativamente.

Adesso accelerano al massimo, producendo paura, terrorismo, guerre, ira e ansia, ad un tale livello probabilmente mai visto nella nostra vita.

Attualmente l’umanità sta ancora attraversando un periodo di transizione verso la quarta o quinta dimensione, che potrebbe spiegare molti dei cambiamenti accelerati.

Aumenterà la voglia di unità, pace e amore incondizionati, invece dell’illusione di separazione e divisione.

Saremo noi le persone del cambiamento?

Il sultano in esilio


Si narra che un sultano d’Egitto convocò una riunione di grandi studiosi e, come accade in tutte le situazioni in cui si riuniscono gli eruditi, si scatenò una controversia. L’oggetto della controversia era il Viaggio Notturno del Profeta Maometto di cui si dice che venne trasportato fino alle sfere celesti. In quel lasso di tempo il Profeta vide l’inferno e il paradiso, parlò novantamila volte con Dio e visse molte altre esperienze prima di essere riportato nuovamente nel suo letto. Una brocca di acqua che era caduta mentre spiccava il volo verso il Cielo non si era ancora completamente rovesciata, e il suo letto era rimasto ancora tiepido.

Alcuni dissero che tutto questo era possibile e si spiegava solo se si accettava il fatto che potesse esistere un modo diverso di percepire il tempo, invece il sultano diceva che quel fatto era impossibile. I saggi dicevano che nulla è impossibile per l’onnipotenza divina, ma il sultano continuava a dire di non esserne persuaso. La notizia della diatriba arrivò all’orecchio dello sceicco sufi Shahab-ud-Din che si presentò a corte. Il sultano lo accolse con gli onori che meritava e lo sceicco si affrettò a precisare che era venuto a presentare la sua dimostrazione: “Sappiamo che entrambi le interpretazioni del Viaggio Notturno del Profeta sono errate, però esistono dei modi per provare la veracità delle tradizioni senza dover ricorrere alla speculazione grossolana oppure all’insulsa e limitata logicità.”

Sincronicità: le coincidenze significative

 

La sincronicità secondo Jung e Pauli

Non dubito che la psiche concreta contenga immagini che chiariscano il segreto della materia. Si può rendersi conto di queste relazioni nei fenomeni sincronici e nella loro a-causalità. Attualmente, questi fenomeni non sono ancora che vaghe idee, ed è al domani che è riservato il compito di raggruppare esperienze che facciano un po’ di luce su questa incertezza.

Sulle prime potrebbe sorprendere vedere che sia stato Pauli a essersi occupato intensivamente, in modo teorico, della psicologia del profondo di Jung. Pauli – il razionalista e l’inesorabile fisico dallo spirito critico, soprannominato dai suoi colleghi “la coscienza vivente della fisica teorica” o ancora “il terribile Pauli.” Però, il “problema psicofisico” è sempre stato tra i suoi particolari obiettivi di interesse. In una lettera a Markus Fierz datata novembre 1949 Pauli scriveva:
” … la possibilità delle leggi della natura mi è sempre sembrata fondarsi sulla COINCIDENZA ARCHETIPICA delle nostre aspettative (psichiche) con un fenomeno naturale esteriore (fisico). Per l’organizzatore astratto, la distinzione “fisico-psichico” non esiste affatto. A questo proposito, mi sembrerebbe che il “pensiero scientifico” sarebbe soltanto un caso particolare tra possibilità più generali.

Ti svelo… ciò che non dovresti mai sapere


Italia, un paradiso che qualcuno vuole trasformare (… e lo sta già facendo di nascosto) in un inferno a tue spese.

Tornare a casa. Che sollievo! Condividere i piaceri della tavola italiana, sapori che cambiano come gli accenti: ogni cinquanta chilometri. Tornare in vacanza dopo un anno in quel luogo in cui sei cresciuto. Divino. Godere della settimana bianca e ritrovare il piacere di un luogo unico. Questa è l’Italia. Il luogo unico al Mondo in cui, in soli mille chilometri, hai il paradiso a portata di mano.

Un paradiso, che qualcuno vuole trasformare in un inferno a tue spese. Ebbene sì, è così.

Tu, che sei venuto al mondo in Italia e che hai sviluppato quel senso della vita unico, che si può sviluppare solamente qui, perché è qui che Iddio ha voluto accumulare tutto il meglio, stai rischiando di perdere tutto. Alla svelta, per giunta.

Chi ha pianificato questo “attentato” non è come te, come noi tutti. È diverso. Prima di tutto non ha il senso della Nazione, perché il concetto di appartenenza ad una Nazione lo ha inventato proprio per illuderti!

Poi non ha il senso del territorio ed è incapace di affezionarsi alla “sua gente”. Certo! Glielo sentirai ripetere (la mia gente, la nostra gente) mille volte, questo è ovvio, come è ovvio il fatto che sarà il primo a non credere a quanto esce dalla propria bocca.

Sentirai, nei suoi discorsi, parole come “patria”, “valori comuni”, “fratellanza”, “unione” e tutto il restante ventaglio di ipocrisie. 

Ma devi sapere che sono solo strumenti lessicali volti a non farti capire ciò che sta abilmente nascondendoti. Sappi che costui non agisce da solo, sono sempre in branco e si mascherano ora da lupi ora da agnelli per confonderti. Perché costoro sono malvagi, freddi ed insensibili.

Andy Kaufman è diventato suo fratello



Andy Kaufman era un comico americano morto di tumore al polmone nel 1984 all’età di 35 anni.

Mi imbattei in Kaufman studiando la beffa della Luna essendo notoriamente uno che agli sbarchi non credeva. A lui fu dedicato il film del 1999 A man on the Moon, diretto da Milos Forman, con Jim Carrey nel ruolo principale. Il fatto che Andy non credesse alla NASA è attestato anche nella canzone A man on the Moon a lui dedicata, scritta dai REM nel 1992.

Il testo si rivolge lui impiegando il tempo presente, come se fosse ancora vivo. E lo è!

Kaufman aveva più volte accennato alla volontà di inscenare la propria morte.

Ora, è successo un fatto strano.

Un paio d’anni or sono un presunto fratello è salito sul palco di un teatro asserendo di essere stato vittima di una beffa. Ha esibito un lettera del fratello “defunto” in cui Andy ammette di essere ancora vivo, con una famiglia, e avrebbe una figlia di 24 anni che ha presentato al pubblico. La qual cosa sarebbe impossibile per un uomo deceduto nel ’84.

Prospettive americane nel caso di una terza Guerra Mondiale contro Russi e Cinesi


Mentre in questo Weekend del Memorial Day si celebrano le nostre guerre passate, fate un pensierino sulle nostre prospettive nel caso di una terza Guerra Mondiale contro Russi e Cinesi

Saker riferisce che la Russia si sta preparando alla terza Guerra Mondiale, non perché la Russia intenda dare il via all’aggressione, ma perché è allarmata dall’arroganza dell’Occidente, dalla demonizzazione della Russia, dalle azioni militari provocatorie dell’Occidente, dall’interferenza americana nella provincia russa della Cecenia e nelle ex province russe dell’Ucraina e della Georgia, e dall’assenza di ogni tentativo di contenimento da parte dell’Europa Occidentale della capacità di Washington di fomentare la guerra.

Proprio come Steven Starr, Stephen Cohen, il sottoscritto e pochissimi altri, Saker si rende conto della temeraria incoscienza insita nel convincere la Russia che gli Stati Uniti intendono attaccarla.

E’ straordinario vedere la fiducia che molti Americani ripongono nelle capacità del loro esercito. In 15 anni gli Stati Uniti non sono riusciti a sconfiggere un pugno di Talebani armati solo di armi leggere e, dopo 13 anni, la situazione in Iraq è sempre fuori controllo. Questo non è molto rassicurante di fronte alla prospettiva di dover affrontare la Russia, ancora meno (se consideriamo) l’alleanza strategica fra Russia e Cina. Gli Stati Uniti non sono riusciti a sconfiggere la Cina neanche 60 anni fa, in Korea, quando allora era una nazione del Terzo Mondo.

Perché l’America non si “scusa” mai?

Obama ad Hiroshima

Barack Obama sta concludendo “in bellezza” il suo doppio mandato.   Si fa per dire. Come già argomentato su questo sito, il “presidente abbronzato”, con l’andar del tempo, oltre che incanutirsi, s’è parecchio ‘impallidito’. In senso figurato, s’intende.

Dal “fuoco e fiamme” iniziale, quando la fanfara dei media occidentali lo propose alla stregua di un “messia” attribuendogli persino un Nobel per la Pace “preventivo”, l’immagine di questo personaggio dalle mai chiarite origini (con tutta probabilità non ha nemmeno i requisiti per essere presidente) ha subito dei seri contraccolpi, fino al ruzzolone finale in politica estera, dove l’America, deludendo le legioni di fessi che credevano nel “change”, s’è esibita nel consumato campionario di sovversioni e guerre per procura – o sotto copertura – in mezzo mondo. 

Lamano tesa” all’Islam – che intendeva rompere con la linea dei Bush – s’è infatti dimostrata una polpetta avvelenata, in quanto è evidente che dietro le cosiddette “primavere arabe” ci sono i tentacoli dell’America e dei suoi scagnozzi.

Gli intellettuali di sinistra vogliono dirottare le proteste operaie in Francia

Tete-manif28avril-Lyon
L’ondata di scioperi in tutta la Francia mostra che la militanza della classe lavoratrice rimane forte. Ma il movimento operaio deve rompere con la collaborazione di classe e la socialdemocrazia, se vuole avere successo nel promuovere la causa dei poveri.
In tutta la Francia scioperi e manifestazioni sono in corso. La gente protesta contro il tentativo del governo francese di riformare le leggi sul lavoro che renderebbe più facile assumere e licenziare. Le leggi sul lavoro francesi sono sempre state viste come ostacolo al progresso dalla classe dominante per via della modesta protezione assicurata ai lavoratori. Dal fronte popolare del 1936 e in particolare dal Consiglio Nazionale della Resistenza formato dopo la liberazione nel 1945, l’operaio francese ha tratto significativi progressi. 

Questi ‘acquis sociaux’ o conquiste sociali vengono ora brutalmente ritirati da una potente oligarchia che spinge al ribasso il costo del lavoro e aumenta i profitti dei capitalisti. Uno dei motivi per cui la società francese ha compiuto tale netto progresso economico e sociale dopo la seconda guerra mondiale era la forte presenza del Partito comunista francese (PCF). Il PCF ha giocato un ruolo chiave nel resistere e rovesciare l’occupazione nazista. Alla fine della guerra era il più grande e potente partito in Francia. I comunisti ebbero una notevole influenza sulle politiche del Consiglio Nazionale della Resistenza e nell’alleanza con i gollisti crearono una forte economia guidata dall’industria statale, istruzione gratuita, assistenza sanitaria universale e modesti miglioramenti nel tenore di vita.

Sempre in ritardo. Un vero peccato.

Peccato e... ritardo.
"Il mondo è stato cambiato per sempre qui", ha detto il leader Usa ricordando quel giorno in cui il bombardiere Enola Gay sganciò l'ordigno atomico su Hiroshima. "Ma oggi… i bambini di questa città potranno affrontare la loro giornata in pace. Sono protetti e questa protezione va estesa a ogni bambino…”.
Barack Obama
Un buon esercito è simile all’acqua”.
Sun Tzu
Com’èl’acqua? Accorgiti. 
Com’è, allora, “un buon esercito”? Te ne accorgi “in lungimiranza, frattale espansa (che significa, estendendo ogni concetto, dal livello centrale al… livello centrale, futuro ricompreso). Quale è, o cosa èil “livello centrale”?
È proprio “il nocciolo della questione” e, non paradossalmente, proprio ciò che sfugge mirabilmente, poiché, il “vantaggio della dominante, consiste nel non rientrare nello stesso piano della consapevolezza massiva”.
Il “non essere presi in considerazione (nonostante la stessa similarità umana)”, certifica non localmente (significa sostanzialmente) soprattutto il “non esistere, seppure da esistenti (la più grande delle... protezioni)”.
Il “buon esercito”, dunque, non esiste, dal momento in cui… non serve alla dominante (è... al limite, la dominante stessa).
"Non esiste (al di là della dominante)"... visto che, qualsiasi umano (e, quindi, qualsiasi esercito) è potenzialmente, arruolabile… essendo inconsapevole, relativamente alla compresenza, non manifesta, dominante.
Essere come l’acquaè

Gli opposti

 
Ogni cosa ha il suo opposto. Il bene ha come opposto il male, la gioia la tristezza, la paura l'Amore, la Vita la morte, l'amico il nemico, l'odio il perdono e così via. Gli opposti nascono dalla naturale tendenza da parte dell'uomo a classificare, distinguere, giudicare, selezionare. Sono frutto, insomma di attività dell'intelletto, della mente.
 
Come si sa, la mente vuole conoscere tutto, classificarlo, dargli un nome. Da ciò nasce la dualità che fa allontanare gli esseri umani dal VERO e, quindi, per ciò stesso, da DIO. Poichè della dualità ho già parlato in un articolo precedente, oggi voglio guidarvi alla scoperta dell'utilizzo vantaggioso degli opposti nella propria Vita, mostrandovi come essi possano esservi d'aiuto nel quotidiano.
 
Se ci riflettiamo bene, gli opposti servono in molti casi a farci capire il valore delle cose, delle esperienze e, non da ultimo, di noi stessi. Ad esempio, solo sperimentando la guerra (anche e soprattutto quella interiore) si può capire quanto sia importante la pace, solo vivendo nella tristezza si può conoscere la gioia, solo relazionandosi con gli altri si può capire il proprio valore.

Non puoi pretendere che le cose cambino, se continui a fare le stesse cose


L’essere umano ha un grande potenziale dentro di sé che però viene usato in minima parte, oscurato e limitato dalla prigione della mente, delle lamentele e dei preconcetti che lo rendono schiavo della sua stessa illusione. Platone lo descriveva bene con il mito della caverna. Ebbene queste parole di un genio dei nostri tempi ci scuotono dal torpore per ricordarci la vera natura delle cose.

“Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E’ nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere ‘superato’.

La lama del pugnale di Tutankhamon proviene dallo spazio


Gli antichi egiziani lo sapevano e, in fondo, ce lo avevano detto. Un papiro racconta di un «ferro piovuto dal cielo». Ma il mistero dell’origine di uno dei due pugnali trovati insieme alla mummia del faraone bambino, Tutankhamon, ha diviso gli studiosi fin da quando, nel 1925, fu aperto il sarcofago custodito nella Valle dei Re.

A mettere la parola fine alla disputa è una ricerca italo-egiziana, nata anche dopo il ritrovamento di un cratere. Tra i tanti misteri e le superstizioni legati al faraone, a partire dalla maledizione che avrebbe colpito chi avesse profanato la sua tomba, almeno un’incognita è stata risolta. Con la fluorescenza a raggi X, gli scienziati hanno tolto ogni dubbio: il ferro della lama di quel pugnale arriva dallo spazio. 

Il fruttosio altera i geni cerebrali


Il fruttosio altera centinaia di geni cerebrali e può causare una miriade di problemi, come il diabete, patologie cardiovascolari, Alzheimer e deficit attenzione-iperattività. Uno studio sui topi ha mostrato che l’assunzione di fruttosio (pari ad una quantità presente in un soft drinks) riduce la memoria, altera la glicemia, l’insulinemia e i trigliceridi.

La sequenziazione di oltre 20.000 geni del cervello dei topi nutriti con fruttosio ha portato alla identificazione di oltre 700 geni ipotalamici (centro metabolico) e oltre 200 geni dell’ippocampo (regola l’apprendimento e la memoria) alterati dal consumo di fruttosio.

Precedenti studi avevano già mostrato i pessimi effetti del fruttosio sulle cellule cerebrali: alterazione della comunicazione tra cellule nervose, aumento di molecole tossiche nel cervello e riduzione delle capacità di apprendere e ricordare.

Trauma cranico pediatrico e Disturbo dello Spettro Autistico

A seguito del confronto avvenuto nella trasmissione televisiva Virus tra la “webstar” della promozione vaccinale del momento, Prof. Roberto Burioni, e l’avvocato Roberto Mastalia, padre di un bambino autistico danneggiato da vaccino trivalente MMR, che si è giustamente qualificato “per essere, a torto o a ragione, uno dei maggiori esperti su questa materia, a livello nazionale, e non solo“, l’anzidetto Professore ha pensato bene di proseguire nel suo festival di divulgazione arrogante, indisponente, dissacrante, sprezzante, offensivo nei confronti delle famiglie dei danneggiati da vaccino, a seguito di quanto affermato testualmente dall’avvocato Mastalia: “alcuni sono diventati autistici perché hanno battuto la testa”.

Colpi di mano e tradimenti, nell’ascesa di Renzi (e di Hitler)

Renzi Hitler

Questo appunto, serio e faceto insieme, intende descrivere oggettive analogie di metodo politico-giuridico nella scalata al potere compiuta dai due statisti e non affermare qualsivoglia equivalenza dei loro meriti o demeriti, né assimilar tra loro le rispettive personalità. Hitler nel 1933 e Renzi nel 2016 stanno ambedue giocandosi il tutto per tutto per scalare il controllo dello Stato e per mutarne radicalmente la Costituzione vigente, ma nel rispetto formale delle sue norme, ossia per rivoltarli dall’interno, servendosi dei poteri dello Stato, anziché attaccandoli materialmente dall’esterno.

Entrambi riconoscono che l’ostacolo principale al loro progetto è la separazione dei poteri dello Stato assieme all’esistenza di organi di controllo indipendenti, e puntano a eliminarlo unendo in sé il potere esecutivo, quello legislativo, quello di nomina degli organi di controllo.

Perché, giornalisti, per voi Hillary è progressista?

Per Israele, distruggerò la Siria”.
E’  una delle e-mail della candidata democratica alla  Casa Bianca. L’ha  rivelata Wikileaks di Julian Assange.  Recita:
Il modo migliore di aiutare Israele a gestire la crescente capacità nucleare dell’Iran è aiutare il popolo siriano a rovesciare il  regime di Bachar al-Assad”. Anzi, aggiunge, “sarebbe buona cosa minacciare di morte direttamente la famiglia del residente Assad”.
Attenzione:  si tratta  della mail declassificata dal Dipartimento di Stato con il numero di dossier F-2014-20439, Doc NO. C05794498, parte della grossa quantità di documenti che si sono dovuti rendere pubblici dopo che si è scoperto che, mentre era segretaria di Stato, usava un server mail privato. Proprio per questo (al Dipartimento è ancora incistata la Nudelman in Kagan, in arte Nuland) potrebbe essere un falso, o un documento manipolato, diffuso per  farci cascare i “complottisti”.

Lo suggerisce in parte anche il testo – un po’ troppo esplicativo – e la data, che Wikileaks  data 31 dicembre 2000. Può essere un errore materiale: la Clinton essendo stata ministra degli esteri dal 2009 al 2013, e date le allusioni nel testo alle trattative  dell’Iran per fargli ridimensionare il suo programma nucleare, Istanbul 2012. Può essere invece la sbavatura inserita volutamente per screditare il messaggio.

Tempo di confessioni ( e che confessioniI!)


L’economista francese  J.Sapir segnala le importanti affermazioni svolte recentemente, proprio a Roma, da due dei più potenti eurocrati. Affermazioni che la stampa e le Tv italiane hanno fatto passare, guarda un po’, sotto silenzio.

È il momento delle confessioni. Oh, non quello delle dolci confessioni che si fanno gli innamorati, né quello delle confessioni estorte con la forza e la sofferenza. NO, semplicemente le confessioni di persone che si sono sbagliate e che hanno ingannato il pubblico e ciò davanti all’evidenza. Parliamo delle vergognose confessioni di politici con le spalle al muro e le cui costruzioni stanno crollando.

Confessioni europee
Alcune di queste confessioni riguardano l’Europa. Cominciamo dunque dalla più bella ; quella dell’onorevole Martin Schulz, presidente socialdemocratico (SPD) del Parlamento europeo, che è stata fatta in occasione di una conferenza sull’Europa che si è tenuta a Roma [1]. Cosa dice allora il signor Schulz ?

Geopolitica dei Balcani: Cina e Serbia espandono la cooperazione strategica ed economica

Bookfair_InSerbia-0036 
Serbia e Cina coltivano una lunga amicizia e fiducia reciproca basata sulla cooperazione reciprocamente vantaggiosa. Attualmente, quando certi Paesi europei, americani e altri competono per la cooperazione cinese, la Serbia ha già capacità e base per rafforzare la cooperazione con la seconda potenza economica nel mondo e migliorare le mutue relazioni a livello strategico. In realtà, questo è esattamente ciò che la Serbia fa. L’imminente visita del Presidente cinese Xi Jinping e l’attesa firma di un accordo generale sulla relazione strategica certamente accelererà la cooperazione in tutti i campi.
Cina e Serbia si percepiscono stabili e soldi partner affidabili. La Serbia, anche se dall’economia relativamente piccola, ha notevole capacità di sviluppo futuro, in particolare nelle infrastrutture, energia e produzione alimentare.

venerdì 27 maggio 2016

Il centro di potere

(Immagine presa dal web)
 
Noi nasciamo potenti, anzi, onnipotenti ma, strada facendo, lo dimentichiamo. Non può avvenire diversamente. La cultura ce lo impone, l'"educazione" ci vieta di fare diversamente. Guai se non fosse così. Il risultato? Sempre più persone che si sentono depresse, sole, abbandonate, che non sanno ciò che realmente vogliono dalla Vita. In una parola: sempre più persone disconnesse.
 
Ma disconnesse da cosa, poi? Da se stesse, dal proprio centro di potere, dalla propria grandezza, ecco da cosa! Sì, perchè ognuno di noi possiede, dentro di sè, un centro di potere. Ciò dalla nascita e, prima ancora, per chi crede nella reincarnazione, da altre Vite. Questo centro di potere è TUTTO QUELLO DI CUI ABBIAMO BISOGNO PER VIVERE FELICI IN ETERNO. 
 
Ciò significa andare oltre il corpo e la mente, oltre la Vita stessa e nelle dimensioni che andremo ad abitare dopo le diverse esperienze terrene. Ma questo centro di potere ci viene precluso attraverso il processo "educativo". Attraverso l'educazione (manipolazione), infatti, tutti quanti impariamo a far dipendere il nostro completamento da elementi (cose, persone, libri, corsi, seminari) esterni, MAI interni a noi.

Cambiare abitudini: il ruolo del cervello


Siamo spesso vittime delle nostre abitudini, e anche quando decidiamo di cambiarle, la maggior parte delle volte non riusciamo, cadiamo sempre nella stessa routine. Ma esiste un sistema, un modo di operare, che ci possa permettere di rompere il solito meccanismo e instaurarne uno nuovo?

La risposta è .

Spesso le abitudini diventano degli automatismi che prendono il sopravvento senza che ce ne accorgiamo, per questo il primo passo è prenderne coscienza, farle passare dallo stato dell’inconscio a quello della mente vigile.

Alcuni studi sulla preparazione mentale all’azione delle università di Pittsburgh e Carnegie Mellon hanno dimostrato il ruolo della corteccia prefrontale del cervello, che si attiva quando ci si prepara mentalmente ad agire. Quest’area, infatti, assolve a funzioni esecutive e ci induce all’azione.

“Il problema della relazione Uomo-Mondo” - (Pierre Hadot)


 
E’ possibile ricuperare oggi la coscienza cosmica del saggio antico? La proposta di Pierre Hadot.

Nella storia della riflessione filosofica sul rapporto tra uomo e mondo, un posto indubbiamente importante è occupato dal pensiero antico. Nel periodo ellenistico in particolare, il problema della posizione dell’uomo nel cosmo fu uno dei più dibattuti. Le principali scuole dell’epoca, proiettarono nella figura del “saggio” i rispettivi ideali circa l’atteggiamento da tenere nei confronti dell’universo fisico e il modo in cui relazionare la propria individualità umana alla totalità delle cose. A distanza di molti secoli, consapevoli dei profondi cambiamenti intervenuti nella concezione dell’uomo e del mondo, ci potremmo chiedere quale attualità conservino ancora quei grandi paradigmi etici.

Una risposta degna di nota a questo interrogativo è stata fornita recentemente da Pierre Hadot.

Considerato uno dei maggiori storici viventi della filosofia antica, Hadot è stato dal 1983 al 1991 titolare di una cattedra di Storia del pensiero ellenistico e romano al Collège de France[1]. A partire dagli anni ’70 egli ha proposto un’interpretazione complessiva della filosofia antica come modo di vivere e ha sostenuto la sua praticabilità, entro certi limiti, anche al giorno d’oggi[2]. All’interno della sua vasta produzione scientifica, si segnala, come esplicitamente dedicato al tema che ci interessa, un articolo apparso nel 1989 e intitolato Il saggio e il mondo[3]. Cercherò di riassumere il contenuto di questo articolo, non ancora tradotto in italiano, e concluderò la mia esposizione con alcune brevi osservazioni personali.

Bayer: maxiofferta per il colosso ogm Monsanto


Il gruppo chimico-farmaceutico tedesco Bayer ha reso noto di aver offerto 55 miliardi di euro (62 miliardi di dollari) per ottenere il controllo della multinazionale statunitense di biotecnologia Monsanto.

Questa fusione per acquisizione creerebbe il maggior produttore di sementi al mondo e prodotti chimici per l'industria agricola (antibiotici, semi di culture geneticamente modificati e pesticidi).

Monsanto è il più grande venditore al mondo di semi per le culture, compresi quelli geneticamente modificati.

Si tratta di un'offerta da record: la più grande mai lanciata da un gruppo tedesco per una società estera.

L’offerta non è stata concordata con i vertici del colosso statunitense di biotecnologia, che potrebbero anche sollecitare un rilancio. La fusione, inoltre, dovrebbe essere approvata dall’antitrust statunitense.

Antizanzare per bambini: i migliori e più efficaci



Ogni anno arriva il periodo tanto odiato e temuto: quello delle zanzare. Come proteggere i più piccoli? Esistono degli anti zanzare per bambini naturali ed efficaci?

In commercio si trovano tante soluzioni repellenti, la maggior parte delle quali funzionano decisamente molto bene, questo perché sono particolarmente ricche di sostanze non proprio innocue per gli insetti come per gli esseri umani, ancor di più se si tratta di bambini. Possono contenere ad esempio quantitativi di DEET (dietiltoluamide) che vanno dal 5% al 25%, sostanza che desta notevole preoccupazioni circa i potenziali effetti tossici sul lungo periodo.

Ricordatevi quindi di analizzare sempre l’Inci prima di acquistare un prodotto anti zanzare e cercate il più possibile di affidarvi a soluzioni naturali o all’autoproduzione.

Ecco allora alcuni rimedi naturali ed efficaci per tenere lontane le zanzare.

Marcatori tumorali.... e creazione di malati


Nell’ultimo libro “La fabbrica dei malati” mi sono occupato della più importante strategia di marketing (“Disease mongering”) messa in atto dall’industria del farmaco. Una strategia diabolica in grado di trasformare milioni di persone sane in malati. 

Com’è possibile tutto ciò? Attraverso un sistema geniale che va dall’abbassamento dei cosiddetti valori di “normalità”, alla diagnosi precoce per giungere creazione vera e propria di nuove malattie. Per non parlare del grossissimo problema della sovradiagnosi e degli incidentalomi.

I markers tumorali, se usati non correttamente, rientrano in tutto ciò... 

Geoingegneria Clandestina: manipolazione climatica, scie chimiche e malattie degenerative


E nell’Artico cadde la prima neve scura, fenomeno collegato alle Chemtrails? Geologi Statunitensi, hanno rivelato che il fenomeno della “Neve Scura”, riduce la capacità del ghiaccio di riflettere la luce solare, accelerando così, il disgelo dei ghiacciai di un 20% in un solo mese.

Le chemtrails rappresentano un grave e crescente rischio per la salute dei cittadini
Il 30 Giugno 2014, i residenti dell’Arizona, furiosi, esigono risposte. Gli abitanti dell’Arizona, in un assemblea pubblica, chiedono un’indagine. Durante l’assemblea pubblica, una signora, disse che la gente del posto si stava ammalando, questo è comprovato dalle analisi del sangue eseguite, e non si conoscevano le cause. 

Nel sangue risultavano tracce anomale di metalli pesanti. Cosi il medico di famiglia della signora, richiede un esame specifico su i metalli pesanti. Una volta fatti ed avuto i risultati, il medico disse di non aver mai visto nulla di simile in vita sua e che non aveva idea di cosa poteva fare al riguardo.

Nelle analisi del sangue di una parte della popolazione, vengono rilevati livelli estremamente alti di bario e un pò di alluminio. Si parla di livelli che superano il 1000%. I livelli sono dunque altissimi. 

La gente numerosissima all’assemblea, chiede perchè la gente del posto venga irrorata continuamente come se fossero degli insetti.. Le chemtrails rappresentano un grave e crescente rischio per la salute dei cittadini nord americani. Un’altra domanda che sporge spontanea, c’è una connessione tra i transgenici e le chemtrails?

Attenti a ciò che desiderate: la Russia è pronta alla guerra


E così i ministri delle 28 nazioni NATO si sono incontrati a Brussels per un summit di due giorni, mentre veniva arruolata, come nuovo membro, la poderosa potenza militare del Montenegro.

Il Robocop mondiale NATO ha prevedibilmente discusso di Afganistan (una guerra che la NATO ha ignominiosamente perso), di Iraq (una guerra che il Pentagono ha ignomignosamente perso), di Libia (una nazione che la NATO ha trasformato in stato fallito, devastato dall’inferno delle milizie), di Siria (una nazione che la NATO, per mezzo della Turchia, vorrebbe invadere e che è già un inferno delle milizie).

Gli Afgani devono sentirsi rassicurati dal fatto che la missione NATO “Resolute Support”, più un “aiuto finanziario per le forze afgane”, assicurerà finalmente un perenne successo all’operazione “Enduring Freedom”.

La sinistra mondialista in Francia contestata dal popolo

Proteste in Francia contro Hollande

In Francia anche oggi si sono svolte le proteste di massa contro le riforme del diritto del lavoro (la cosiddetta “la legge del Homri”) voluta dal Governo Hollande-Valls. Le proteste e scioperi continuano da circa due mesi. Nelle più grandi manifestazioni tenutesi sulle strade in tutta le principali città della Francia, hanno partecipato, secondo varie stime, da almeno 400 mila a mezzo milione di persone. Non succedeva dai tempi del ’68 parigino.

Attualmente sono bloccate le più importanti aziende, i trasporti, buona parte dei servizi pubblici e persino le centrali elettriche. Il blocco delle raffinerie ha portato ad una carenza di carburante. I dipendenti in sciopero del NPP hanno bloccato le strade, sono bloccate le imprese di importanza strategica dell’industria della difesa.

Si rende evidente la posizione del partito socialista contro i lavoratori

All’inizio di quest’anno, il partito socialista al governo ha proposto di liberalizzare le leggi sul lavoro, in pratica una forma di “Jobs Act” alla francese: semplificare la procedura per il licenziamento dei lavoratori e costringerli a lavorare con più ore per meno salario.  Una forma di legalizzazione del lavoro precario in salsa francese. Una legge, dicono quelli del Governo, inevitabile per “essere al passo” con il mondo globalizzato. I datori di lavoro saranno ora in grado di aumentare l’orario di lavoro dei dipendenti e ridurre il pagamento degli straordinari. Il punto centrale del disegno di legge è quello di ridurre il costo del lavoro per causa della crisi economica.

Lezioni dalla crisi brasiliana

2013-06-18T120026Z_1_CBRE95H0XCV00_RTROPTP_2_BRAZIL-PROTESTS

Lo scienziato politico Dmitrij Evstafiev sui “limiti del potere” degli USA

Professore dell’Università Nazionale delle Ricerche – Scuola Superiore di EconomiaIl colpo di Stato di destra in America Latina, senza dubbio ha un significato globale, cambiando radicalmente la mappa politica del mondo nel prossimo futuro. E’ discutibile che gli Stati Uniti, non senza difficoltà, abbiano eliminato il famigerato “piano boliviano” trascurando il controllo della situazione politica nel “cortile di casa”. 

Se togliamo dalla questione come l'”alternativa boliviana” sia una realtà e quanto limitata ne siano state le PR, e se togliamo dal dibattito se la Russia poteva apparentemente “salvare” un regime amico, cercheremo di tracciare diverse conclusioni dalla situazione, al di là delle specifiche “caratteristiche regionali”. E se nessuno dubita della presenza della “mano di Washington” in America Latina, vedremo in Russia e nel mondo ciò che ha dimostrato l’amministrazione statunitense.

La lente del gigantesco pensatore.

"Onde"...
Adolf Hitler Kampfbahn (Stoccarda, Germania).
Il più importante stadio di Stoccarda porta ora il nome di Mercedes-Benz Arena, ma quando venne aperto (nel 1933) era dedicato ad Adolf Hitler…
Link
Tutto si trasforma (ma lo stadio, rimane lo stadio). Ergo:
la trasformazione è apparente.

In base a cosa, “giudichi”?
Secondo quale prospettiva? In virtù di quale “interesse”?
Se la realtà manifesta “qua, così” è in sostanziale “indebitamento (collettivo)”, verso chi/cosa ha contratto il/undebito?
Ogni decisione passa attraverso persone, che “siedono” in posti nevralgici dell’infrastruttura sociale ma, questo, non è che un livello "palcoscenico", relativo alla modalità decisionale della dominante:
il suo riflesso.
L’eco di qualcosa che “non esiste, ma c’è”.
Non si può vedere l’invisibile… ma, è possibile vederne la manifestazione”.
Michel Montaud
Misura ciò che è misurabile, e rendi misurabile ciò che non lo è”.
Galileo Galilei
Ti accorgi?

giovedì 26 maggio 2016

La Vita è magia

(Immagine presa dal web)
 
Il pensiero è magia. La Vita è magia. Noi possiamo diventare maghi attraverso il corretto utilizzo, la corretta gestione del nostro pensiero. Cambiare pensiero può trasformare la nostra Vita all'istante! Ma non basta voler cambiare pensiero per trasformare la propria Vita e poter diventare dei maghi. Occorre la volontà, lo spirito di sacrificio, il lavoro sui propri processi mentali.
 
Molte persone non si accorgono (come potrebbero se non sono sveglie?) di creare sempre la stessa realtà, giorno per giorno, proprio perchè PENSANO SEMPRE LA STESSA COSA ALLO STESSO MODO. E pensare che basterebbe cambiare prospettiva, modo di pensare, per poter vedere accadere miracoli nella propria Vita!
 
A volte, ciò che non ci permette di cambiare pensiero riguardo la nostra Vita, è la PAURA DELL'IGNOTO. Si ha, infatti, paura che possa accaderci qualcosa di brutto qualora decidessimo di cambiare pensiero riguardo ad una determinata situazione della nostra Vita. Solo riuscendo a superare la paura del cambiamento potremo operare la magia nella nostra Vita.
 
Cambiare un pensiero necessita un atto di volontà da parte del soggetto che decide di voler trasformare la propria Vita. Senza la volontà non può esservi trasformazione. La volontà, assieme all'esercizio, costituiscono le basi per poter operare il processo di trasformazione che porterà al cambiamento radicale nelle nostre Vite.

Essere saggio vuol dire ignorare con intelligenza


Il saggio non è colui che accumula molta conoscenza o esperienze, piuttosto è colui che sa usare efficacemente tutto ciò che ha appreso e che è capace di ignorare le cose inutili, che non gli permettono di crescere per migliorare come persona. È colui che sa distinguere tra un peso e ciò che gli offre energia.

Vivere, in fin dei conti, è anche fare economia e capire quali sono le cose importanti. Ecco, sembra che la maggior parte di noi non applichi questa semplice regola: secondo uno studio portato a termine dall’Università di Harvard, le persone hanno la sorprendente capacità a concentrare l’attenzione su cose “che non stanno succedendo”.

Ci preoccupiamo di aspetti non importanti, minando la nostra capacità di essere felici nel “qui e ora”.

La prima regola della vita ci indica che le persone più sagge sono quelle che sanno essere felici e che sono capaci di eliminare dalla loro esistenza tutto quello che le danneggia e che non è utile.
 
L’arte di saper ignorare non è affatto facile da mettere in atto nella nostra vita quotidiana. Questo succede perché ignorare implica in molti casi allontanarci da certe situazioni o anche certe persone. Siamo messi davanti ad un atto di puro coraggio, che viene preceduto sempre da una scelta intelligente. Vi invitiamo a rifletterci su...

In coma comprende la causa emotiva della sua malattia, si sveglia e guarisce. Ecco la storia di Anita Moorjani


In coma per il cancro, vive un’esperienza di premorte, attraverso la quale comprende il perché della sua malattia. Uscita dal coma, Anita Moorjani guarisce.

I dottori le avevano dato ad 2 ore di vita, quando era arrivata all’ospedale in coma. Incapace di muoversi, per un cancro che ha devastato il suo corpo per circa 4 anni, Anita è entrata in un’altra dimensione dove ha sperimentato una grande chiarezza, la comprensione della sua vita e lo scopo qui sulla terra.

Le è stata data la possibilità di scegliere, se tornare in vita oppure no e decidere di ritornare in vita quando avesse realizzato che il paradiso è uno “stato” e non un “luogo”. Questo ha successivamente portato ad un completo recupero della sua salute.

Le parole di Anita ti ispireranno a trasformare la tua vita, vivendo autenticamente, scoprendo le tue più grandi passioni, trascendendo le tue paure più profonde, per vivere in un luogo di pura gioia. La sua storia cambierà radicalmente le attuali credenze che hai su te stesso, il tuo scopo sulla terra, la tua salute, le tue relazioni e la tua vita!

Dermatite atopica: come intervenire nei bambini

 
Dermatite atopica (o eczema infantile): quali sono le cure migliori per i bambini? Zone rosse e screpolate che prudono fortemente: la dermatite atopica, vera dannazione per bimbi e genitori, è una malattia infiammatoria cronica della pelle che in realtà rientra quasi nella normalità per tantissimi neonati entro il primo anno di vita. 

Altrettanto vero è, però, che si può manifestare anche in tutte le altre età della vita e spesso, con l’andare degli anni, può essere causa di disagi psicologici e sociali. Come intervenire allora nei bambini? Quali sono i prodotti e gli stili di vita migliori?

Quello che c’è da dire è che quando le lesioni cutanee pruriginose, che hanno un andamento cronico-recidivante, compaiono nel lattante, esse guariscono spontaneamente a 3 anni circa e quasi sempre entro la pubertà (raramente si protrae fino all’età adulta). Ci vuole quindi solo tanta tanta pazienza e l’idratazione costante e continua della pelle del piccolo.

Cancro al polmone: malattia rara, se non si fumasse


Il carcinoma polmonare rappresenta ancora oggi la prima causa di morte tumorale. Eppure, se non si fumasse più, il cancro al polmone diventerebbe una malattia rara. Ogni anno nel nostro Paese si registrano oltre 40mila nuovi casi di carcinoma polmonare e il fumo di sigaretta costituisce il principale fattore di rischio: ben l’80-85 per cento della popolazione colpita da questa patologia è (o è stato) un fumatore.

Il tumore al polmone resta un “big killer”, responsabile in Italia di 8.320 decessi fra le donne e 22.830 fra gli uomini. A riflettere su questi numeri sono i maggiori esperti di questa malattia, riuniti a Milano per il convegno “The Bridge - Bridging the present and future”.

Il massone Sadiq Khan araldo della “trasformazione razziale” in UK

london-mayor-at-temple_650x400_61463216059

Sorprendendo molti londinesi, Sadiq Khan, ha prestato giuramento come nuovo sindaco di Londra, per il partito laburista, l’8 maggio, dopo aver battuto il candidato conservatore Zac Goldsmith. E` il primo sindaco musulmano di Londra e l’unico sindaco di tale fede nelle capitali occidentali più importanti.


Questa nomina a sindaco di un musulmano ha inviato un forte segnale a tutto il mondo, facendo capire che Londra e` destinata a cambiare. L’uomo bianco a Londra diventerà storia passata. 

L’elezione di un sindaco musulmano a Londra è stata pianificata da un bel po ‘di tempo. I tempi sono ormai maturi per creare una società a razza mista come previsto fin dal 1925.

Spariscono persone a grappoli – Che cosa sta succedendo?


Grappoli di persone sono semplicemente scomparsi, a volte 2 o 3, ma fino a 20 e 30 persone stanno scomparendo dalle stesse sedi negli Stati Uniti nei parchi nazionali, a volte proprio da sotto il naso le persone che sono con loro.

Giovani, vecchi e in mezzo, alcuni di loro si trovano in luoghi che sono definiti come “inaccessibili”, o in aree dove erano già stati cercati.

Strana è ancora la reazione delle agenzie federali competenti per i documenti pubblici in cui la risposta non è solo “No, per l’INFERNO, no”!

L’abbigliamento viene trovato riverso al momento della scomparsa, a volte ben piegato, altre volte no. Dopo aver compilato l’evidenza di queste sparizioni, si dimostra che ci sono circa 30 diversi luoghi in cui la sparizione di questi gruppi di persone si è verificata.



La manipolazione della masse nelle democrazie occidentali

Manipolazione dei mass media

Edward L. Bernays, nipote di Sigmund Freud ed uno dei pionieri nello studio della psicologia delle masse, scrisse a suo tempo nel suo libro “Propaganda” del 1928,
La manipolazione deliberata ed intelligente delle abitudini consolidate e delle opinioni delle masse è un elemento importante nelle società democratiche. Coloro che riescono a manipolare questo meccanismo occulto della società costituiscono un governo invisibile che risulta essere il vero potere che dirige il nostro paese.
Siamo governati, le nostre menti sono conformate, i nostri gusti vengono formati, le nostre idee suggerite, in grande misura per mezzo di uomini dei quali non abbiamo mai sentito parlare”.  
Allo stesso modo, le fondamenta ed il sostegno di tutti i sistemi di governo si trovano nella “manipolazione dell’opinione pubblica”, nell’affermare che
i Governi, che siano monarchici, costituzionali, democratici o comunisti, dipendono dall’acquiescenza dell’opinione pubblica per portare a compimento i loro sforzi e, di fatto, il Governo è un Governo soltanto in virtù di questa acquiescenza pubblica”.

George Soros è collegato al terrorismo

cia_clandestine_ops_v139_400x

Soros è un importante sostenitore di Hillary Clinton

In un’epoca di continue “false flag” terroristiche, un documento Top Secret della Central Intelligence Agency, il National Intelligence Daily del 4 febbraio 1987, suggerisce un legame tra George Soros e un attentato terroristico nell’ex-Cecoslovacchia.

Nel 1986-1987 si videro i primi effetti della glasnost di Mikhail Gorbaciov che entrava in vigore in Europa orientale. George Soros, la cui speculazione monetaria ne fece uno dei pochi vampiri di Wall Street a sfruttare finanziariamente il “crash dell’ottobre 1987”, cominciò ad approfittare della situazione in Europa orientale. Due settimane dopo il “Lunedì nero” del 1987, Soros cortocircuitò il dollaro statunitense col suo Quantum Fund che chiuse con un guadagno del 13 per cento. Soros riciclò il denaro presso dei gruppi in Europa orientale, i cui fondi della CIA erano chiamati “cash kosher”. Soros voleva indebolire i governi comunisti di allora. 

Uno dei primi obiettivi fu la Cecoslovacchia. Soros, che aveva già legami con la CIA avendo partecipato e finanziato vari gruppi della CIA, tra cui il Council on Foreign Relations, inviò molto contante a gruppi di pressione “pro-democrazia” come Charta 77 in Cecoslovacchia o Solidarnosc, ora noti come null’altro che facciate della CIA. Infatti, la Fondazione Charta 77 ricevette un terzo dei finanziamenti da Soros, e una notevole quantità del finanziamento residuo da enti legati alla CIA come il National Endowment for Democracy (NED).

L’interno dipinto di esterno.

Continuano le “curiose assonanze”, rilevate da/in SPS. Oggi è il turno di:
  • internati – “classificazione dei detenuti… Il detenuto è colui o colei che si trova in carcere o in stato di custodia cautelare o in stato di esecuzione penale. La normativa distingue chiaramente la posizione delle singole tipologie di detenuti… Per internati s'intendono coloro che sono sottoposti all'esecuzione delle misure di sicurezza detentive (colonia agricola, casa di lavoro, casa di cura e custodia, ospedale psichiatrico giudiziario)”… Link
  • internauti – “termine composto da internet e dal latino nauta(m) (dal greco nautes, che deriva da naus, nave) con cui si designa il navigatore della ReteL'internauta si muove nel ciberspazio, ambiente elettronico in cui le distanze sembrano azzerarsi e il tempo pare unico in tutto il globo (si può ricorrere all'ora universale, la cosiddetta 'internet time'). Il fatto di partecipare – ognuno di fronte al proprio schermo – a un'unica realtà interconnessa ha fatto venire in mente di proporre il concetto di cittadinanza digitale”… Link
E, ancora:
  • interno – “tra/in mezzoche sta dentroche è nell’animo nostro senza palesarsi con gli atti esteriori”… Link
Ricordi la “barca solare del Faraone (trovata, interrata, di fianco a molte piramidi)”? Il dentro/fuori, si confonde in una realtà manifesta per sovrapposizione di stati estrati
Sei dentro e, allo stesso tempo, fuori da qualcosa.
Dentro “in” e fuori “da”.
I gradi di relatività e di assoluto, si trasfigurano, assumendo toni da labirinto di Cnosso. Lì, dentro e là, fuori… costituiscono “qua, così”, lo status quo; un ambiente unico, seppure suddiviso in molti “vani”, apparentemente, diversi.
Un luogo dove le “leggi” vengono fissate in funzione della relativa (e, lì dentro, assoluta) compresenza, non manifesta, dominante.
Se riparametri questa situazione di fondo, nella realtà manifesta “qua, così”, puoi sempre ritrovare le “coordinate (in codice frattale espanso)”, per orientarti e rimanere sempre orientato/a “lato tuo, centrale”. 
Perché è portante, una simile consapevolezza?