martedì 21 febbraio 2017

La materia è energia. Testimonianze dai trattamenti qxci-scio

SCIO aura picture
La materia non è che una illusione; l’energia è la sostanza primaria dell’Universo. Interessanti feedback dai trattamenti con la qxci-scio
Se la meccanica quantistica non vi ha profondamente shockato, non l’avete ancora capita. Tutto ciò che chiamiamo reale è fatto di cose che non possono essere considerate come tali – NielsBohr, Premio Nobel, fisico danese che, con altri scienziati nel mondo, ci ha dato significativi contributi per comprendere la struttura atomica e la teoria quantica.

Percepiamo il nostro mondo come solido e fisico, ma la fisica quantistica ci dice che non è cosi in realtà. All’inizio del 20° secolo, i fisici iniziarono a fare ricerca sulla relazione tra l’energia e la struttura della materia. Ne consegui’ la comprensione che la materia non è che una illusione e che l’energia è la sostanza primaria dell’Universo.
 
La fisica quantistica ha scoperto che gli atomi sono composti di vortici di energia e non di materia solida. Se osservassimo al microscopio la composizione di un atomo, vedremmo un vortice, che si muove come un tornado, con un numero di vortici di energia infinitamente piccoli, i quarks e i fotoni, che costituiscono la sua struttura.
 
L’atomo, ci dicono questi scienziati quantistici, non ha una struttura fisica. Anche noi siamo fatti di atomi e quindi, in realtà non abbiamo una struttura “solida”, poiché gli atomi non sono materia tangibile.


E’ utile ricordare queste premesse sulla materia, per comprendere i trattamenti di riequilibrio energetico (nessun “lavoro” sul corpo fisico in sè) con dispositivi quantici come la qxci-scio di cui qui parlo e che utilizzo da tempo, trattamenti che eseguo nella maggioranza dei casi in “subspazio” (a distanza) e che non sostituiscono cure e interventi medici e clinici, né hanno valore diagnostico. Non sono diretti al corpo "fisico-denso” della persona (con cui non ho contatto), ma operano sulla realtà energetica informazionale.

Nel seguito riporto alcuni post che trovate sulla mia pagina FB di Frequenze di Guarigione e Benessere, poiché hanno destato interesse e sono delle notizie curiose sui trattamenti eseguiti in subspazio.
"Fin dal primo trattamento ho sentito qualcosa in movimento, prima qualcosa di leggermente fastidioso poi mi sono sentita un pò meno stressata e la mente un pò più tranquilla. Con il 2°Trattamento, la prima ora sono stata tranquilla e da sola e fin dall'inizio ho percepito l'energia muoversi, in particolare nella parte sinistra del corpo, fluire e bloccarsi creando un intontimento nella zona della mandibola ( dove ho un problema di malformazione e artrosi) e in testa e nella zona occhio destro ( dove, assieme a zona mandibola sinistra, sono state coinvolte in incidente che ho avuto a sette anni ).
Dei movimenti in particolare nel 5 e 6 chakra, una tensione che poi si è sbloccata, come poi un po’ in tutto il corpo.
A livello mentale tranquillità e pochissimi pensieri. Dopo un' ora mi sentivo bene poi verso la fine ,per un momento, bruciore e mal di stomaco e leggermente stanca ma serena e gioiosa. Durante tutto il trattamento e, fino ad ora devo andare in bagno piu frequentemente del solito ad eliminare liquidi e sento una leggera tensione sulla schiena zona reni e in particolare fluire meglio l'energia dalla schiena lungo le gambe fino al mignolo dei piedi ( meridiano vescica) ,come se si fosse sbloccato qualcosa. Mi sento più centrata, un po meno influenzabile da pensieri ed emozioni"
– una cliente di mezzà età, con numerosi traumi fisici e anche psicologici

Nella fase iniziale del trattamento, c'è un test di qualche minuto che segnala risposte di risonanza della persona -che non significa diagnosi clinica- relativamente ad una serie di oggetti (patogeni, cibi, rimedi, malattie, stati mentali, etc) le cui frequenze sono state memorizzate nel software del programma del dispositivo. Eseguo il test/trattamento ovviamente senza sapere cosa sta accadendo nella vita della persona o cosa ha fatto poco prima.

In una cliente che seguo da tempo, per cui nulla poteva farmi pensare che la riguardasse personalmente", il test iniziale rileva questo dato: "Anestesia generale da sala operatoria". Un po’ stranita chiedo chiarimenti nel feedback via email, che invio entro le 48 ore dal trattamento. Ecco la sua risposta:
"Ieri mattina (il giorno prima del test) sono stata da mia nonna a cui nei giorni scorsi hanno fatto una prova per l'anestesia generale che deve avere per un intervento...."
Quanto segue, è un feedback dal programma di riequilibrio con la qxci-scio, che riguarda le emozioni. Il dispositivo fornisce un responso (non immutabile) sullo stato emozionale del soggetto e lo fa esprimendo dei parametri numerici (la macchina non fa discorsi, per intenderci) e li mette in ordine secondo valori di minimo e massimo. (Acuto/cronico)
 
chart of emotions

Tale feedback riguarda un giovane in cui la "RESISTENZA AL CAMBIAMENTO", si presenta come valore "fuori norma" (secondo i parametri del sistema in uso). Potrebbe colpire il fatto che sia un giovanissimo a presentare questo quadro, ma ... in realtà queste "emozioni" sono informazioni/programmi, che abbiamo dentro (per una serie di cause ) e non sono solo derivanti dal fatto contingente, dall’oggi per intenderci.

Relativamente a questo post, una lettrice chiede:
”Ma per "ammorbidire" la resistenza al cambiamento, o meglio eliminare vecchi schemi mentali, qual'è il percorso migliore?”
Rispondo: il percorso migliore, nella mia visione, è una via di "Coscienza", che non è devozione, fideismo, ideologia, ritualità. Il come percorrere questa via, può avere varie sfumature. E' importante capire che per non restare prigionieri, occorre imparare come è composta la realtà (non immutabile e solida) e quindi anche noi stessi. 

L'apprendimento vero passa per l'esperienza, non solo la intellettualizzazione di concetti. La paura e il condizionamento (famiglia, società, cultura, religione etc) inducono in genere a cercare "la cosa predefinita", “perfetta e immutabile” che dia sicurezza. Ed è qui che cominciano i guai. 
 
Questo metodo non sostituisce la persona, la sua volontà nè scelta. Non è una pillola, che agisce al posto nostro.

Iniziare questi trattamenti di riequilibrio può anche significare cominciare un viaggio di cambiamento, riportando equilibrio dentro di noi e rettificando le "informazioni" che compongono anche i nostri disturbi.


Cristina Bassi,operatrice olistica disciplinata ai sensi della legge 4/2013
per info e costi sui miei trattamenti con la qxci-scio, mandare una richiesta via email, QUI



fonte: http://www.thelivingspirits.net/quantuum-healing/la-realta-non-e-solida-testimonianze-dai-trattamenti-qxci-scio.html

Nessun commento:

Posta un commento